NON C’E’ COSA CHE PIU’ AVVICINI A DIO, QUANTO IL DARE LA SALUTE AGLI UOMINI (Cicerone)

Le infinite possibilità offerte dalle scoperte scientifico-tecnologiche stanno sollevando sempre più dubbi, quesiti, perplessità nel campo bioetico, morale, assiologico, coinvolgendo nel dibattito, a vari livelli di consapevolezza e decisionalità, l’intera società.

  

Dall’aborto alle cellule staminali, dall’eutansia alla donazione di organi, dalla terapia del dolore alla fecondazione assistita sempre più la medicina e le scienze che la circondano stanno cercando, anche con esiti positivi, di scoprire i misteri della vita, della malattia, della salute, della morte.

I successi sono davvero tanti e rischiano di creare la sviante illusione che la scienza stessa non abbia limiti, che la natura stia ormai per essere definitivamente s-piegata. Il pericolo è di cadere in un auto-distruttivo delirio di onnipotenza.

Un pericolo dal quale i più grandi scienziati della storia hanno costantemente ammonito l’umanità.

La scienza compie passi da gigante e scoperte importanti ma, proprio per la finitudine, i limiti intrinsechi alla mente ed alla natura umana, non riusciremo mai a sostituirci in toto, alla potenza creatrice. Ci sarà sempre qualcosa che ci sfugge. Ed il “qualcosa” non si iscrive in termini di quantità, non è una questione di tempo (abbiamo le capacità, dobbiamo solo svilupparle), è un’incommensurabilità “ontologica”. Più semplicemente, è il fatto che la scienza può spingersi fino ad un determinato punto oltre il quale perde di credibilità ed autorevolezza perchè sconfina in un campo che non è il suo. Mi lascia sempre attonita l’illustre Margherita Hack quando pretende di dimostrare l’inesistenza di Dio perchè non è mai riuscita a vederlo con i suoi potentissimi telescopi.

Così, in una situazione ideale, la religione non dovrebbe intromettersi nell’ambito scientifico, fintanto che non va ad intaccare questioni di etica e/o morale (inutile menzionare i soliti discorsi sul geogentrismo, sull’evoluzione…), e la scienza non dovrebbe assurgere a religione come ha, ripetutamente, tentato dall’Illuminismo in poi perchè gli esiti di un simile atto di presunzione e di arroganza, sono sempre funesti.  

Ma, senza spingerci a disquisizioni filosofico-trascendentali, per quanto l’ingegneria genetica si sforzi, clonando dei viventi ci limitiamo a riprodurre due corpi uguali, ma ciò che rende l’In-divisus tale, la sua mente, la sua anima, il suo spirito, non possono essere reduplicati.

O, ancora, per quanto riusciamo ad allungare la vita, non potremo mai evitare la morte.

Il potere dato dalla scienza, dalle tecnologie, dalle scoperte possono dunque onnubiliarci, illuderci, trascinarci nell’ebbrezza di credere di non avere più limiti. 

Invero, però, la frase di Cicerone, può essere letta anche in un’altra propsettiva ed a testimoniarlo, spesso non sono i grandi scienziati, chi si sforza di cercare di superare l’ultima frontiera, spesso, per gretti interessi economici o brame di potere, di fama, di prestigio.

La persona che sperimenta “quanto dare la salute avvicini l’uomo a Dio” è chi prova la gioia immensa di riuscire a salvare una vita, chi vive a contatto e guarda negli occhi i malati terminali, chi conosce il potere miracoloso di un sorriso, di una carezza, di una parola.

La possibilità di dare la salute ci avvicina a Dio non tanto o non solo perchè ci dà il potere di decidere della vita o della morte del prossimo, di venire osannati per la scoperta compiuta, ma perchè ci consente di respirare il profumo di Dio, della vita, della morte, ci avvicina alla sfera del sacro, del mistero che è racchiuso in ciascuno di noi.

Così il gesto di donare la salute passa dal semplice piano fisico, medico, biologico, alla dimensione spirituale, al piano del trascendente, e, da salute-fisica, ritorna ad essere salus-salvezza, inscirvendosi di nuovo nel paradigma del Wellthines.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: