Sinestesie e polisensualismo: movimenti diventano armonie e visioni suono con il magico Theremin

Il fascino della sinestesia, della contaminazione dei sensi, della possibilità di combinare registro sensoriale ossia di sentire con il senso che, abitualmente chiamiamo, vista il suono, di gustare il verde o l’arancione, di sentire il profumo del ruvido o del liscio rientrano nel pervasivo trend al multisensualismo peculiare dell’era del Wellthiness.

Proviamo a vedere insieme due significativi esempi del passaggio dalla comunicazione somatico-emotiva, alla visivo-auditiva.  

Era l’ormai lontano 2001 quando Fred Garson firmava il film The Dancer. Protagonista è India, una ballerina muta, per la quale un  giovane scienziato costruisce una macchina speciale in grado di trasformare i movimenti del suo corpo in suoni.

Così, la ragazza muta, per la prima volta, può esprimere, sonoramente, oltre che con la danza, le sue emozioni ed i suoi sentimenti.

Il racconto riesce a cogliere appieno lo spirito olistico e multisensuale della comunicazione non verbale che, con il sussidio delle nuove tecnologie, riesce a creare sorprendenti ed affascinanti sinestesie sino a trasformare i movimenti in suoni, o i suoni in forme ed immagini, come accade, molto banalmente anche sul computer domestico.  

Un altro modo, meno fantascientifico, per passare dai cambiamenti delle posizioni del corpo nello spazio ai suoni, è il Theremin.

Si tratta di uno strumento musicale che, come ampiamente ed approfonditamente spiegato dal sito  dedicatovi e dove c’è caricato anche qualche esempio sonoro, vanta di essere il primo strumento musicale completamente elettronico.

La sua origine si colloca nella fredda Russia del primo ventennio del XX secolo ed il suo inventore è Lev Termen.

Image

A renderlo speciale è il fatto che si suona senza nessun contatto fisico.

Dotato di due antenne che recepiscono i movimenti del musicista e li traducono i suoni.

La verticale definisce l’intonazione: l’esecutore  avvicinandovi la mano destra, ottiene diversi tipi di toni, dalle note più gravi  alle più a cute; di contro, allontanandola passa dalle più acute alle più basse.

L’antenna orizzontale, regola, invece, l’intensità sonora: avvicinandovi la mano sinistra diminuisce il volume ed allontanandola, aumenta.

L’estrema difficoltà nell’esecuzione, lo rende uno strumento estremamente elitario.

Comunque, nell’immenso bacino di Youtube, non mancano lezioni di Themerin.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: