IL MALATO DEVE GUIDARE IL MEDICO COME IL CANE IL CACCIATORE (Henry de Montherlant)

Un atteggiamento spesso diffuso nei confronti dei medici è di ritenere che essi, in virtù di non precisate doti medianiche, possano capire quali malanni ci affliggono senza nessun nostro contributo.

Invero, come spiegava già egregiamente Ippocrate, l’antico greco padre della medicina, la cura della malattia è un lavoro d’equipe tra curante e curando.

Venendo a mancare l’apporto fondamentale di uno dei due alleati contro il male, è molto più probabile che quest’ultimo abbia la meglio.

Il pre-giudizio nei confronti delle misteriose doti di veggenza del medico è fomentato, perlopiù, da due visioni che, nate da due presupposti diametralmente opposti, condividono la medesima fiducia nell’operato del medico sperando che sia capace di compiere il miracolo della guarigione senza nostri sforzi, senza terapie, senza cure… o quasi.

La prima visione è collegata ad un’immagine del medico ancora come una specie di taumaturgo che con misteriose pozioni, qualche parolona incomprensibile, qualche strumento strano riesce a scacciare il demone della malattia da noi, a purificarci dal peccato che ha causato l’infermità et similia…

Si tratta di una posizione molto legata alla superstizione, che, vitrualmente,  mette il medico e la medicina sul medesimo piano del mago, dello stregone, dello sciamano, del veggente… Non di rado un simile approccio è  proprio delle persone più semplici, meno colte, più fragili emotivamente…

Sul fronte opposto, si schierano gli irriducibili supporter della Medicina. La scienza che, a loro detta, è potentissima, non ha limiti, tanto è che riesce anche a manipolare la natura, a creare nuove vite,… Gli adepti della grande religione della scienza, del progresso, della medicina sono parimenti convinti, al gruppo precedente, che il medico, in virtù dell’altrettanto arcano potere delle nuove tecnologie, delle scoperte scientifiche,… sia in grado di sconfiggere qualsiasi male. Ed, anzi, prima o poi, come sta imparando a creare la vita ed a mantenerla sempre più a lungo, riuscirà anche a sconfiggere la morte.

Così, illudendoci dell’onnipotenza del medico, della medicina e dei suoi mezzi, più o meno scientifici o magici, noi riversiamo sul curante  anche la parte che dovremmo compiere noi nel processo di guarigione.

E se essi sono i cacciatori, che si incaricano di uccidere la preda-malattia, noi dobbiamo essere i loro fidati segugi, che fiutano la preda, che la stanano e li aiutano a catturarla.

Ovviamente le dinamiche della relazione medico-paziente sono molto più complesse di quanto descritto qui sopra.

Comunque, sarebbe importante trovare un modo per riuscire a creare un dialogo, per confrontare le visioni dei due attori affinchè possano veramente collaborare per raggiungere lo stesso fine che, a titolo diverso, si propongono: la salute e la guarigione dalla malattia.

Wellthiness blog si candida per diventare, qualora lo desideriate, un simile, preziosissimo, spazio di comunicazione e confronto.

Annunci

Una Risposta to “IL MALATO DEVE GUIDARE IL MEDICO COME IL CANE IL CACCIATORE (Henry de Montherlant)”

  1. Lasciamo perdere il medico “taumaturgo” o “stregone”, io penso che ad ogni modo il medico dovrebbe sempre sentire ciò che paziente dice dei suoi malesseri o di quello che pensa di sentire , perchè se è un bravo “medico” dovrebbe avere delle informazioni maggiori su quello che percepisce il suo curando e magari attraverso delle indagini mirate (visto e considerato che lui conosce meglio la medicina di noi poveri mortali) arrivare un po’ prima a diagnosticare quello che ci angoscia. Io personalmente devo dire che sono abbastanza fortunata, perchè ho trovato sempre dei medici molto attenti e scrupolosi che mi hanno dato consigli veramente validi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: