Mamme part-time crescono figli più sani delle full-time e delle casalinghe

Per riprendere ed approfondire il  dibattito di qualche settimana fa sul ruolo della mamma che può non essere antitetico al ruolo della donna in carriera, un ottimo compromesso è suggerito da un interessante studio appena pubblicato in Australia.

La ricerca “Le mamme-lavoratrici crescono bambini pigri?” mostra che i figli delle mamme con un impiego part-time mangiano meno junk-food, guardano meno televisione e stanno meno a casa.

La ricerca si è svolta in due fasi. Nella prima il gruppo di studio ha compiuto una serie di interviste faccia-a-faccia su 4.500 mamme di figli di quattro o cinque anni dei quali ha misurato il peso e l’altezza. Due anni dopo, ha ripetuto il rilievo.

Jan Nicholson, della Melbourne’s Murdoch Children’s Research Institute, che ha compiuto l’analisi, spiega che: “quando le mamme lavorano part-time, c’è un modo più proattivo di gestire ed organizzare la casa e come curare i bambini”

I risultati hanno rivelato che le mamme part-time lasciano circa un’ora meno i figli davanti alla televisione alla settimana rispetto sia alle casalinghe sia alle lavoratrici a tempo pieno.

I loro figli consumano meno snack, fanno più attività e sono meno esposti alla pubblicità di cibo-spazzatura.

I ricercatori ribadiscono: “malgrado l’impiego lavorativo riduca il tempo che i genitori trascorrono con i figli a casa, le mamme cercano di ritagliare il tempo per stare con i bambini. Riorganizzano le loro attività, dormono meno e dedicano meno tempo alla cura personale, al divertimento personale pur di non rinunciare al tempo che vogliono riservare ai loro bambini”

La ricerca ha, inoltre, dimostrato che i figli delle donne con lavori a tempo pieno sono meno sani. 

Il motivo che spiega perchè le mamme casalinghe hanno bambini meno sani malgrado abbiano più tempo per insegnare loro comportamenti sani, non è ancora chiaro perciò, il prossimo passo degli studi sul tema, dovrà prevedere proprio di capire quali sono i meccanismi nello scenario con le mamme casalinghe.

Annunci

Una Risposta to “Mamme part-time crescono figli più sani delle full-time e delle casalinghe”

  1. Non mi sembra che la realtà sia proprio così: io ho richiesto il part.time alla mia azienda e mi è stato negato. Le nostre aziende non vogliono aiutare la maternità ma anzi vogliono fare in modo che le mamme si licenzino. E non parlo di una piccola azienda che potrebbe anche avere dei problemi nel gestire tali situazioni. Parlo di una banca e quindi di un’azienda non in crisi, con utili alle stelle, ma dove purtroppo neanche i diritti dei lavoratori vengono rispettati, figuriamoci se sono almeno in parte interessati a sostenere la maternità. Finiremo con una società sempre peggiore, con famiglie disgregate, ragazzi lasciati crescere alla deriva, … mi spaventa molto pensare al futuro di mio figlio, della società in cui dovrà crescere, in cui dovrà formare lui stesso una famiglia …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: