Le donne hanno introiettato il terrore di essere grasse

Il potere della comunicazione di un ideale di donna magra sembra non pesi solo sulle donne che soffrono di disordini alimentari ma anche sulle sane.

Invece gli uomini ne sono del tutto immuni. Perchè?

Guardando il cervello delle donne alle quali è mostrata l’immagine di estranei sovrappeso si vede che si attiva la parte dedicata ai processi di costruzione dell’identità e dell’auto riflessione.

I risultati di una ricerca compiuta dall’America’s Brigham Young Uuiversity e pubblicata sul numero di maggio di Personality and Individual Differences, mostrano gli effetti del costante bombardamento di messaggi ed immagini che inneggiano all’essere magri come una situazione ideale. E quindi, rivela il condizionamento delle donne rispetto alla paura di essere grasse.

Gli stessi test compiuti sugli uomini illustrano un quadro del tutto diverso. Al sesso forte non interessa affatto il proprio peso.

Ciò pare rende anche ragione del perchè le donne sono più propense a sviluppare disordini alimentari.

I ricercatori hanno trovato che le donne sono veramente terrorizzate dall’idea di essere grasse senza pensare in modo conscio al proprio reale aspetto fisico.

Mark Allen, un neuroscienziato, spiega: “Queste donne del nostro studio non hanno nel loro passato nessun disordine alimentare e dicono di non essere preoccupate dell’aspetto del loro corpo. Eppure, sotto la facciata, c’è una forte ansia di diventare grasse ed una fortissima centratura sull’immagine del corpo nel proprio Io”.

La ricerca è parte di un progetto a lungo termine che ambisce a sviluppare una serie di cure per i disordini alimentari tracciando i progressi tramite l’analisi delle immagini del cervello.

Allen spiega che quando un’anoressica o una bulimica vede l’immagine di un estraneo obeso, il centro di auto-riflessione del loro cervello, ossia la corteccia mediale pre-frontale, si illumina il che suggerisce che sono in una situazione di profonda tristezza ed, in alcuni casi, addirittura di disgusto nei propri confronti.

Lo scopo della ricerca è di stabilire un punto di riferimento per avere un gruppo di controllo di donne sane.

Sorprendentemente, anche il gruppo di controllo delle sane ha mostrato il fenomeno patologico.

Un simile esito ha spinto Allen a vedere anche che cosa succede negli uomini sani ma non ha trovato nulla di tutto ciò.

Così ha concluso che anche le donne sicure di sè e sane sono molto più inclini ai disordini alimentari degli uomini.

“Sebbene il cervello delle sane non abbia un’attività tanto intensa quanto quello delle donne malate, è sicuramente più simile al loro che non a quello degli uomini.”

Secondo Allen le donne, venendo costantemente sottoposte a messaggi che inneggiano all’ideale della  magrezza, hanno finito per cambiare l’immagine che hanno di sè.

“Molte donne hanno imparato che l’aspetto fisico e la magrezza sono quanto più di importante c’è in loro, e le risposte del loro cervello lo provano.”

Annunci

Una Risposta to “Le donne hanno introiettato il terrore di essere grasse”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: