La dieta è più efficace in un ambiente con lo “stile giusto”. Alcuni consigli

Negli studi sui consumi è noto come l’effetto Diderot, in onore del vecchio filosofo francese che avendo ricevuto in dono a Natale una vestaglia di seta che stonava con la stanza nella quale avrebbe dovuto indossarla, decise di cambiare tutto l’arredamento affinché l’intera esperienza fosse coerente.

Una ricerca ha dimostrato che perché la dieta risulti efficace è necessario seguire l’esempio di Diderot.

Ossia pare che sia più facile seguire i regimi alimentari di dieta stretta se ci concentriamo sull’ambiente circostante e lo cambiamo in modo tale che risulti in armonia con le esigenze del nostro nuovo stile di vita.

Ciò che è ancora più curioso è che chi segue la bizzarra indicazione riesce anche a perdere più peso degli altri, secondo i ricercatori della Cornell University che hanno compiuto lo studio presentato all’Experimental Biology Conference, tenutasi ad Anaheim, California.

Per la ricerca sono stati esaminati 200 soggetti appartenenti alla National Mindless Eating Challenge ai quali sono stati dati tre diversi tipi di consigli che riguardavano:

  1. come cambiare l’ambiente circostante,
  2. come cambiare le abitudini alimentari,
  3. come cambiare le scelte alimentari

“Abbiamo trovato che le persone a dieta alle quali sono state date delle indicazioni per cambiare l’ambiente di riferimento- come usa un piatto di una determinata misura, come riorganizzare le dispense e gli armadi…- sono rimaste più fedeli alla dieta per una media di due giorni in più al mese” ha spiegato Wansink, autore del libro Mindless Eating: Why we eat more than we think.

Durante i tre mesi della ricerca i soggetti analizzati hanno perso, di media tra 500g ed 1kg a mese.

Che cosa ha determinato lo scarto così ampio?

“La coerenza”, spiega Wansink. “se una persona è riuscita a seguire i consigli almano 20 giorni al mese, ha potuto iniziare a vedere davvero il cambiamento”

Tra gli altri preziosi consigli dati ai pazienti ci sono:

  • utilizzare piatti più piccolo per la cena,
  • tenere i cibi ipercalorici fuori dalla vista,
  • spegnere la televisione, il computer, il cellulare durante i pasti

“Questi semplici cambiamenti sono molto più facili da seguire piuttosto che dire mangia meno cibo di sera, sostituisci i dolci con la frutta, smetti di mangiare patatine fritte e cioccolato”, conclude Wansink.

Concentrando l’attenzione sull’ambiente riusciamo a ridurre lo stress dato dal dover seguire un determinato ripo di dieta.

Inoltre, mangiare un determinato tipo di cibo in un determinato tipo di ambiente offre un’esperienza più appagante e, quindi, meno frustrante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: