Giornata Mondiale dell’Asma 2010

Il 4 maggio è la Giornata Mondiale dell’Asma, un evento annuale organizzato dal Global Initiative for Asthma (GINA) per cercare di sensibilizzare ed educare la gente sulla malattia. 

La GINA lavora con esperti di sanità ed autorità pubbliche in tutto il mondo per cercare di ridurre gli indici di morbidità e di mortalità dei soggetti colpiti da asma.

Il principale obiettivo di questo anno è di dimezzare del 50% i casi di ospedalizzazione per asma nel giro del prossimo quinquennio.

Spesso a chi soffre di asma sono imposte restrizioni ingiustificate che oltre ad innescare vari casi di stigma sociale, limitano i soggetti stessi affetti da asma nella realizzazione dei propri sogni e li costringono a chiudersi in se stessi.

Il tema della Giornata Mondiale dell’Asma 2010 è estremamente in sintonia con i principi del Wellthiness in quanto stimola chi soffre della patologia a reagirvi in modo attivo così da riuscire a gestirla.

Il tema del 2010 è, dunque, “è possibile controllare l’asma” con il quale si invitano tutti i malati ad imparare a capire e governare la malattia così da poter proseguire ad avere una vita appagante.

I dati dell’Asma

  • le vittime di asma in tutto il mondo sono 300 milioni;
  • circa l’80% dei decessi per asma colpisce i paesi più poveri e le fasce sociali più deboli
  • l’asma sta iniziando a diventare una malattia cronica diffusa tra i bambini.

Per migliorare la diagnosi e le cure dell’asma c’è ancora molto da lavorare in quanto poichè molti casi non vengono individuati per tempo, crescono di molto le spese che gravano sulle singole persone e sulle famiglie.

Che cosa è l’asma?

A causare l’asma è un’infiammazione delle pareti delle vie respiratorie. Malgrado non vi siano certezze assolute in merito, pare che a causare simili infiammazioni concorrano in modo molto negativo l’esposizione a:

  • allergeni
  • fumo di tabacco
  • inquinamento atmosferico

L’infiammazione delle vie respiratorie rende più sensibili agli allergeni presenti nell’ambiente, che, a loro volta, aumentano le possibilità di attacchi di asma.

Non si esclude nemmeno che ci possa essere una predisposizione genetica all’asma.

Gli attacchi di asma possono avere forme lievi o anche molto acuti.

Poichè l’asma può mettere anche a repentaglio l’esistenza, è consigliabile consultare sempre uno specialista.

I fattori che innescano l’asma.

Le cause che possono innescare l’asma spaziano tra:

  • gli allergeni
  • scarafaggi ed acari della polvere
  • pollini di alberi ed erba
  • inquinamento atmosferico
  • fumo di tabacco
  • cambiamenti atmosferici
  • alcuni prodotti alimentari
  • l’aria fredda
  • forti odori
  • profumo
  • forti emozioni
  • infezioni virali

In Italia 

La situazione italiana non è delle migliori: 3 milioni di persone soffrono di asma e 10 milioni sono affetti da allergie.

Tradotto in numeri, secondo al Federasma Onlus: nel 2006 sono morte 513 persone per asma e la malattia costa, in media, 1.400€ all’anno per paziente.

Ad esserne maggiormente colpiti sono i bambini: un terzo presenta qualche allergia mentre un decimo ha sintomi asmatici.

Annunci

2 Risposte to “Giornata Mondiale dell’Asma 2010”

  1. marta artuso Says:

    esistono ipotesi sulle cause psicosomatiche dell’asma?

    • Cara Marta, io purtroppo non sono medico quindi non ho nessuna autorità professionale nel risponderti in modo approfondito rispetto alla validità o meno dell’ipotesi psicosomatica.
      Comunque, stando ai fatti, so che esiste una vera e propria Teoria che si occupa delle cause psicosomatiche dell’asma.
      Anzi, agli inizi, l’asma era proprio definita “asma nervosa” in quanto ritenuta una patologia di natura psicosomatica.
      Poi, con l’avvento dell’immunologia l’ipotesi psicosomatica è passata in secondo piano.
      Infine, con il recente avvento di ulteriori studi in ambito psicosomatico, è stata, di nuovo, indagata la possibilità di una causa, di un’eziologia emotiva dell’asma stessa.
      Per una risposta più precisa rimando a chi di competenza. Grazie Ada 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: