La festa della mamma: una storia d’amore dalle origini a oggi

La storia della festa della mamma ha origini millenarie che, rimandando ai miti ed i rituali della fertilità, della natura, della socialità, dell’affettività, dell’unione… esprimono in modo paradigmatico l’essenza stessa del Wellthienss con il suo portato di Benessere, di Salute e di Felicità.

Le prime testimonianze della sua celebrazione possono essere rintracciate nei rituali delle antiche popolazioni politeiste in onore delle divinità femminili telluriche (culto della Dea Madre,…) e di Madre Natura e della ritrovata fertilità innescata dal nuovo ciclo annuale primaverile.

Di seguito, sempre nei primi mesi dell’anno, gli antichi greci erano soliti intitolare e dedicare alla loro mamma una giornata speciale che coincideva con le festività dedicate ad onorare la dea Madre degli Dei: Rea.

Passando dalla Grecia a Roma, la ricorrenza può essere ricondotta a diverse cerimonie che cadevano tutte nell’arco di inizio anno:

  • le Idi di Marzo (dal 15 al 18 marzo),
  • i Matronalia, ricorrenze  in onore di Giunone, la madre degli Dei, durante la quale i romani erano soliti dare un regalo alle loro genitrici; 
  • la settimana di celebrazioni in onore della divinità Cibele che, effigiava, ancora una volta la Madre Natura e la figura della madre.

In Europa ci sono molte tradizioni diverse e radicate in culti più o meno pagani e cristiani per la ricorrenza della mamma, come la Domenica della Mamma (Mothering Sunday).

Le sue celebrazioni sono parte del calendario liturgico cristiano cattolico ed anglicano.

Nel primo, la quarta domenica di Quaresima era sempre dedicata alla Vergine Maria, la Madre della Chiesa.

Nell’Inghilterra del 1600 la Mothering  Sunday era, a sua volta, la quarta domenica di Quaresima durante la quale, tutti i bambini costretti a lavorare o studiare lontano da casa, potevano, per un solo giorno, ricongiungersi con le proprie famiglie.

Così, si è gradualmente diffusa l’abitudine di ricongiungersi tutti verso la metà della Quaresima per festeggiare insieme.

E la mamma, fulcro della famiglia e dei legami parentali, è diventata la protagonista.

I bambini, ritornando a casa portavano alle loro madri fiori ed altri regali ovvero, raccoglievano fiori selvatici e li portavano in Chiesa in onore della Madonna.

A differenza dell’Inghilterra, dove attecchì e prosperò la tradizione del Mothering Sunday, non prese affatto piede.

Pertanto, la festa della mamma si diffuse legata ai movimenti popolari socialisti che chiedevano il suffragio alle donne e predicavano la pace.

Pertanto, nel maggio 1870, l’attivista Julia Ward Howe, attivista pacifista, propose l’istituzione della Festa della Mamma come occasione in più per riflettere sull’inutilità della guerra.

Ma, ufficialmente, la festa della Mamma venne introdotta in US, su iniziativa di Anna M, Jarvis, nel 1914.

Anna era molto legata a sua madre, un’insegnante della Andrews Methodidt Church di Grafton, West Virginia.

Alla morte della madre, Anna si impegnò per convincere ministri e membri del Congresso a creare una festa appositamente per onorare tutte le mamme che avrebbe dovuto essere un segno di amore, affetto e riconoscenza nei confronti di tutto ciò che ogni donna madre compie nei confronti dei propri figli e per il suo importante ruolo nella famiglia e della società.

In seguito all’impegno ed alla tenacia di Anna, il 10 maggio 1908 venne ufficialmente celebrata a Grafton, e, l’anno dopo a Filadelfia, la prima festa della mamma.

Anna scelse come simbolo della festa della mamma il garofano, fiore preferito dalla sua deceduta madre: rosso per le mamme in vita e bianco per le mamme scomparse.

Nel 1914, il presidente Wilson annunciò la delibera del Congresso per festeggiare la festa sempre la seconda domenica di maggio, come espressione pubblica di amore e gratitudine per le mamme del Paese.

La storia della festa della Mamma in Italia, inizia con don Otello Migliosi, nel 1957.

Tanti auguri MAMMA  e a tutte le MAMME

Annunci

Una Risposta to “La festa della mamma: una storia d’amore dalle origini a oggi”

  1. La mamma è una persona che non si può sostiuire con nessun’altro perchè l’amore di una mamma è la forza più potente del mondo.
    Ringrazio e Auguro una buona Festa a tutte le mamme dell’Italia, dell’Europa,di tutto il Mondo. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: