Natura: la sferzata di energia per la tua vita stressata e depotenziata

Stanchezza, depressione, insofferenza, indolenza, noia, stress… rendono la vita più scialba, depotenziata, meno intensa, appagante, così molti, in cerca del Wellthiness, ambiscono a trovare una via per sentirsi più vivi, più vitali, più energici.

Tanti ricorrono ad espedienti farmacologici o anche a sostanze eccitanti per avere una sferzata di energia, ma esiste anche una terapia assai più efficace e salutare che è, semplicemente, di ricercare un contatto con la natura.

La “terapia” è una vita all’esterno delle grandi scatole di calce e mattoni che sono gli edifici e, soprattutto, di riavvicinarci alla Natura in sè.

Secondo una serie di studi pubblicati nel numero di giugno del Journal of Environmental Psychology, il senso di una maggiore vitalità esiste al di là degli effetti energizzanti dell’attività fisica e dell’interazione sociale che sono spesso associati con le nostre incursioni nel mondo naturale.

“La natura è il carburante della nostra anima”, spiega Richard Ryan, psicologo dell’Università di Rochester. “Spesso quando ci sentiamo  giù cerchiamo una tazza di caffè, ma le ricerche dimostrano che un modo migliore per energizzarci è di connetterci con la natura”.

I risultati degli studi compiuti negli ultimi tempi sono fondamentali per la salute ed il benessere sia fisico sia mentale.

“Le ricerche hanno dimostrato che la gente con un maggiore senso di vitalità non hanno semplicemente più energia da investire in quello che vogliono fare, ma sono anche fisicamente più resistenti alle malattie fisiche. Una delle vie alla salute potrebbe essere quella di trascorrere più tempo in paesaggi naturali”, sostiene Ryan.

A convalidare una simile ipotesi sono stati cinque diversi esperimenti condotti in modo separato, su 537 studenti di college in contesti reali ed immaginari.

In un esperimento i ragazzi sono stati coinvolti in una passeggiata di 15 minuti in un corridoio all’interno o attraverso un percorso fluviale alberato.

In un altro scenario di indagine ai partecipanti sono state mostrate immagini di paesaggi edificati o naturali.

Una terza sessione ha chiesto agli studenti di immaginarsi in un’ampia gamma di situazioni tanto attive quanto sedentarie, all’interno ed all’esterno, e con o senza altre persone.

Le ultime due sessioni hanno monitorato il livelli di energia e gli stati d’animo dei partecipanti, per quattro giorni o due settimane, esaminandone l’esercizio fisica, le interazioni sociali, il tempo trascorso all’esterno, l’esposizione alla natura.

In tutte le prove gli individui analizzati hanno unanimemente, provato di sentirsi più energici quanto trascorrono del tempo in contesti naturali o si immaginano in simili situazioni.

Ryan sottolinea che i risultati che hanno conseguito sono molto attendibili: 20 minuti al giorno immersi nella natura sono sufficienti per rafforzare in modo considerevole i nostri livelli di vitalità.

“L’interessante è che negli ultimi studi la presenza della natura ha un potere energizzante indipendentemente dal fatto che ci troviamo all’esterno. In altre parole, stare all’aria aperta ha un effetto energizzante non perchè siamo fuori ma perchè c’è la natura”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: