GUARDARE LA VITA IN FACCIA, SEMPRE, GUARDARE LA VITA IN FACCIA E CONOSCERLA PER QUEL CHE E’. AL FINE CONOSCERLA, AMARLA PER QUEL CHE E’, E POI METTERLA DA PARTE (Virgigna Woolf)

La tempra dell’In-divisus e la sua stessa essenza lo spingono ad essere molto proattivo nei confronti della costruzione del senso e della gestione empirica di sè, della piccola sfera di eventi, situazioni, relazioni che lo attorniano,  del mondo, la somma dei multiversi  che gli si prospettano.

In linea di principio, la sua esistenza è prevalentemente autodiretta con un maggiore o minore contributo, nella sua realizzazione, delle scelte libere ed autonome.

“Guardare la vita in faccia” è un invito a non lasciarsi vivere dalle circostanze, ad agire e reagire in modo propositivo.

La passività, il fatalismo, l’abbassare gli occhi davanti alla vita è una sconfitta dell’In-divisus, è un modo per rinunciare a realizzarsi e ad essere protagonisti.

Quando non abbiamo il coraggio di affrontare la realtà, ci rifugiamo in mondi costituiti di vuote facciate, come le scenografie cinematografiche dietro le quali non c’è nulla. Universi che riflettono immagini distorte della realtà, che ci illudono ed,  inevitabilmente, una volta rivelati nella loro ingannevole inconsistenza, ci deludono.

Realtà illusorie, talvolta virtuali, spesso falsificate e falsificanti o inebrianti ma che, alla fine, si rivelano per ciò che sono: un pugno di fumo, un inconsistente ventata di aria fritta che ci distrae e ci allontana da noi stessi e dal mondo privandoci della possibilità di vivere appieno.

Il messaggio è di sforzarci a tentare di conoscere la nostra esistenza per ciò che effettivamente è, senza illusioni  o rassegnazioni, senza euforizzarla o denigrarla, di imparare a coglierne gli aspetti positivi, cercando di amplificarli, di svilupparli, di gustarli appieno, ma anche i negativi per non lasciarci sopraffare dalla loro malevolenza o, meglio ancora, per volgerli in nostro favore.

Il segreto della felicità e della serenità sta proprio, da un lato, nell’imparare ad accettare propositivamente ciò che ci si offre, a guidare il futuro, ad abituarci a piegarlo, a gestirlo mentre sta ancora gemmando, mentre è tenero e fresco, in stato nascente, così da guidarlo nella direzione che vorremmo noi. Si tratta del classico principio alla base dell’orientale Wu wei. Dall’altro, dell’essere disposti ad amare la vita ed amarci per ciò che è e che siamo, con i limiti intrinseci e le piccole meraviglie ed i preziosi tesori che la e ci costellano.

Conoscere la vita ed amarla per ciò che effettivamente è, per l’In-divisus è un monito ad esercitare il valore della misura, della moderazione, della commisurazione, un invito a guardare in alto ma mantenendo i piedi a terra, a restare radicato nella realtà per potersi protendere verso il futuro, per non lasciarsi illudere da fuorvianti, quanto deludenti vagheggiamenti, ma al massimo, per portesi abbandonare alle fantasie esatte.

Pertanto, “prendere la vita per quel che è” non implica una posizione supina nei suoi confronti ma un sano realismo cosparso con una debita spruzzata di ottimismo, indispensabile per andare avanti, per affrontare in modo sereno e risolutivo anche le circostanze più avverse.

Infine, “mettere la vita da parte” nell’era del Wellthiness, non è un atteggiamento fatalista, ma l’auspicio di riuscire a realizzare il progetto che ciascuno di noi ha su sè, che ci siamo proposti in consonanza con la nostra più intima essenza. Si tratta della serenità di chi ha vissuto appieno, ogni istante e che non ha rimorsi o che soppesando il proprio passato, si rende conto che, tutto sommato, abbia un senso il quale, per chi crede nell’aldilà, è solo un primo passo, che si proietta in un futuro ultramondano, meta-fisico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: