Il cervello bilaterale aiuta i Gay a riconoscere

I gay possono ricordare le facce familiari più velocemente ed in modo assai più accurato nei confronti degli uomini eterosessuali, perché, analogamente alle donne, usano entrambi i lati del cervello, secondo i ricercatori dell’Università di York.

Il loro studio ha cercato di esplorare l’influenza del genere, degli orientamenti sessuali e l’essere mancini o meno sulla capacità di riconoscere i volti. 

Dall’indagine è emerso che gli uomini omosessuali, quando memorizzano e discernono tra volti, mettono i atto dei meccanismi e modelli di bilateralità, ossia si servono di entrambi i lobi del cervello del tutto simili alle donne eterosessuali.

Di contro, gli uomini eterosessuali tendono a servirsi in modo preferenziale dell’emisfero destro del cervello per assolvere a tali compiti.

“I nostri risultati- commenta Jennifer Steeves, del Dipartimento di Psicologia, Facoltà di Scienze della Salute- suggeriscono che sia gli uomini gay sia le donne eterosessuali codificano le facce in modo bilaterale. Ciò consente a loro di recuperare in modo  più rapido le informazioni memorizzate”.

Nel corso della ricerca, ai soggetti analizzati è stato chiesto di memorizzare le fotografie di volti dieci e poi di distinguerli da altri 50, mostrati a loro per una frazione di secondo.

Le immagini sono state trasformate in bianco e nero e ritoccate in modo tale da rimuovere le orecchie, i capelli ed i difetti, che possono servire come spunti evidenti di identificazione.

I partecipanti dovevano, poi, dire quali facce erano nuove nel modo più rapido ed accurato possibile.

Steeves ed i suoi colleghi hanno anche esaminato l’influenza dell’essere mancini o meno nella capacità di discernimento dei volti ed hanno trovato che i soggetti eterosessuali mancini riescono a riconoscere meglio le facce sia degli omosessuali mancini  sia degli eterosessuali che usano la mano destra.

Il prevalere dell’uso della mano destra o sinistra si ritiene che sia collegato tanto al funzionamento emisferico quanto all’orientamento sessuale.

Una serie di studi precedenti ha dimostrato che le persone omosessuali hanno il 39 per cento in più di probabilità di essere mancine.

“I nostri risultati sono coerenti con ciò che sappiamo riguardo all’organizzazione e la lateralità del nostro modo di processare le informazioni sui volti a seconda del nostro genere, del nostro orientamento sessuale e del nostro uso di una mano piuttosto che dell’altra”, ha concluso Steeves.

Gli studi anatomici sul corpo calloso, che facilita la comunicazione tra gli emisferi destro e sinistro del cervello, indicano anche le differenze di prepotenza: le donne e gli uomini mancini hanno dimostrato di possedere un corpo calloso grande e la corteccia più simmetrica rispetto agli uomini destrimani.

“Queste differenze anatomiche possono contribuire ai risultati delle prestazioni più lateralizzate, visto tra la mano destra e gli uomini eterosessuali”, spiega Steeves.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: