LA FELICITA’ E’ COME GLI OROLOGI: I MENO COMPLICATI SONO QUELLI CHE SI GUASTANO MENO (Nicholas Chamfort)

Osservare il meccanismo di un orologio tradizionale è un’esperienza ipnotizzante.

Una perfetta armonia di ingranaggi che si muovono reciprocamente, che si sospingono reciprocamente incastrandosi, con incredibile precisione, gli uni negli altri.

Una collaborazione ed una sintonia straordinarie, miracoli resi possibili dall’intelligenza e dalla perizia di esperti maestri capaci di rendere un oggetto banale un’esperienza.

E la loro magia reste nell’ombra, nel retro dell’orologio, nascosta al nostro sguardo che si limita a vedere le lancette rincorrersi sul quadrante mentre misurano il fluire del tempo.

Ma più il meccanismo è complesso più è delicato e c’è il pericolo che gli ingranaggi, per un qualche motivo, non si incastrino come dovrebbero e, quindi, che l’interno orologio si rompa.

Ovviamente una simile macchina è un gioiello che è, inevitabilmente, molto delicato quanto assai costoso.

Un orologio più semplice è più facile che continui a funzionare per anni senza dare molti problemi.

Lo stesso vale per la felicità.

Quando cerchiamo felicità complesse, complicate, raffinate e barocche, siamo costretti a lavorare ed investire molto per riuscire a conseguirle e, non sempre, l’esito del nostro impegno è pari al desiderato ed all’auspicato.

Se sono troppo sofisticati i meccanismi dell’ingranaggio che devono dare come risultato lo spostamento delle lancette della felicità sul quadrante della nostra esistenza, aumenta il pericolo che qualcosa non funzioni.

Una felicità semplice mossa da poche ruote-esperienze e con grandi denti-emozioni e sentimenti che si incastrano tra loro, è più stabile, duratura.

Forse meno contorta, arzigogolata, ricercata, più grezza, rozza, umile, genuina ma anche più piena, intensa, massiccia, forte.

Ma il vero inganno non è nella felicità analogica ma nella digitale.

Come gli orologi digitali ci affascinano con mille funzioni che poi finiremo per non usare mai così, la felicità-digitale ci seduce con grandi promesse, con allettanti scenari che crediamo di potere raggiungere.

Ma come quando un orologio digitale si rompe è quasi impossibile da aggiustare tanto è complicato, così una felicità digitale è ancora più ardua da conseguire, da mantenere e, eventualmente, da ripristinare.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: