Bodylab, un’indagine mondiale per trovare il concetto dieale di bellezza: partecipiamo tutti

L’idea e l’ideale della bellezza, nell’era dell’In-divisus, della personalizzazione, del tailor made, dei customer generated content e del networking, è sempre più soggettiva e discrezionale.
La bellezza è , naturalmente, negli occhi di chi guarda.
La taglia 38 continua ad avere un suo fascino nel mondo però, paradossalmente, anche la XXXL esercita un certo fascino.
Quindi, la situazione attuale mostra che non c’è ancora un consenso sui canoni della bellezza.
A tentare di identificare l’ideale di bellezza a livello mondiale, avvalendosi del supporto delle più recenti tecnologie e della partecipazione di tutti gli internauti, è un’equipe di studiosi australiani.
“Le immagini del corpo altamente idealizzata che vediamo raffigurate così spesso nella moda e pubblicità sono ben lontane dalla realtà che la maggior parte di noi effettivamente vive” spiega Rob Brooks, direttore del Centro di Ricerca Evoluzione ed Ecologia presso l’Università di New South Wales.
“Pare abbastanza pacifico che chi ha un aspetto che rientra nella media non ha problemi ad attirare un compagno: quello che stiamo cercando di scoprire è quello che la gente trova attraente tra tutti i tipi di forme del corpo umano e dimensioni. Gli aspetti che vanno al di là dei canoni, altamente stereotipati, dettati dalla moda con le modelle mozzafiato o le taglie 38”
Gli studiosi australiani stanno cercando dei per contribuire al progetto, e stanno cercando soprattutto delle donne per partecipare ad un esperimento online in corso sul sito web, appositamente creato, http://www.bodylab.biz/
Possiamo parteciparvi tutti: è sufficiente andare online per contribuire con le proprie valutazioni sulle immagini, generate al computer, di uomini e donne assai diversi per forme, dimensioni e proporzioni.
Le immagini sono prodotte da un sofisticato che è il medesimo impiegato per creare i video game dei computer e dagli stilisti di moda per generare avatar umani.
Finora, hanno contribuito al progetto circa 40.000 persone provenienti da tutto il mondo.
Il team bodyLab sta analizzando ed elaborando i risultati e, ogni mese circa, usano la metà delle immagini che i visitatori del sito trovano più attraenti, per creare virtualmente una nuova “razza” con le fattezze del copro che riproducono l’ideale della gente.
Le prime “generazioni” di avatar sono già state “allevate”
“La maggior parte dei paesi del mondo di lingua inglese (USA, Australia, e la Nuova Zelanda) ha risposto con entusiasmo al nostro invito” spiega Brooks. 
“Ma anche nell’Europa occidentale abbiamo trovato un enorme riscontro. Stiamo inoltre ricevendo molta collaborazione dalla Russia, dalla Cina ed un sorprendente numero di visite dalla Slovenia e dall’Argentina.”
Nel tempo, gli scienziati sperano che migliaia di utenti li aiutino a lavorare con le più di sei generazioni di avatar che stanno allevando per riuscire ad inferire le caratteristiche che costituiscono il corpo “ideale”, pur sapendo che le combinazioni possibili sono infinite e nuove soluzioni sontinueranno ad emergere.
Per dare partecipare all’esperiemento è semplice: basta entrare nel sito www.bodylab.biz, scegliere se si preferisce lavorare su una delle due generazioni di avatar maschili o una delle quattro femminili, compilare una scheda con i propri dati personali, e poi si inizia la valutazione esprimendo il proprio giudizio sul livello di attrazione esercitata da una serie di avatar.
Contribuiamo anche noi della community del Wellthiness all’interessante progetto?! 😉
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: