LE PASSIONI NON FANNO MAI I CALCOLI SBAGLIATI (Honoré de Bazac)

È curioso pensare alle passioni umanizzandole come se fossero delle persone che calcolano.

Ce le vediamo affaccendate, come ligi scolaretti alle prese con un colorato pallottoliere …

 

La stranezza dell’immagine aumenta ancora di più in quanto siamo abituati a dipingerci le passioni come qualcosa di completamente irrazionale, istintivo, inconscio o, al massimo subconscio.

Quindi è come se, nel pallottoliere, ad un certo punto, dopo le prime palline colorate, le nostre emozioni-personificate si trovassero davanti ad emozioni, sensazioni, sogni, fantasie, oggetti, animali… non è dunque, da stupirci, se non sappiano più come reagire, come procedere nel loro calcolo.

Allora, forse, è indispensabile ricominciare da capo.

Invero, le nostre passioni “non fanno mai i calcoli sbagliati” perchè essendo più vicine alla parte più profonda ed intima di noi, sono anche l’espressione dei nostri desideri più reconditi ed inibiti.

Dunque, intendendo per passioni, gli impulsi, i desideri, non sbagliano mai i calcoli perché, comunque, portano a galla l’intero mondo di emozioni, di sensazioni, di aspettative, di sogni che popolano la nostra interiorità.

Se, invece, per passioni intendiamo ciò che più amiamo o desideriamo, quanto più ci intriga, ci motiva, ci coinvolge, allora non sbagliano mai nemmeno qui perché rappresentano il nostro obiettivo, la meta che ci siamo prefissati, i principi nei quali crediamo.

Le passioni sono infallibili in quanto e fintanto che sono autentiche, veritiere, non filtrate dalla cultura, dalla razionalità.

Il loro calcolo non può essere un’operazione della ragione in quanto la ragione stessa le ucciderebbe, le depotenzierebbe trasformandole in semplici obiettivi privi della magia delle emozioni, dell’incanto delle aspirazioni, della poesia dei sogni.

Il loro calcolo è, invece, qualcosa di intuitivo, di creativo. Un calcolo sui nostri desideri, sulla nostra fantasia, sulla nostra capacità di riuscire nelle imprese impossibili proprio in ragione della forza delle passioni stesse.

Il loro calcolo non è mai completamente sbagliato perché sono esse stesse che ci danno l’energia, la carica per riuscire a portare a termine il compito che ci affidano/affidiamo.

Ed anche qualora dovessimo fallire, il loro calcolo resta, comunque, giusto perché cogliendo la nostra ambizione maggiore, il nostro desiderio più recondito, le passioni sono l’incentivo per riprovare, per tentare di nuovo, con ancora più grinta e determinazione a raggiungere la nostra meta.

In quanto tali sono, dunque, anche una preziosa fonte di benessere perché, conoscendo la nostra essenza, ci danno una sferzata di vitalità ed energia che ci invade e sommerge in tutte le nostre dimensioni emozionali, sensoriali, mentali, relazionali, spirituali…

Annunci

2 Risposte to “LE PASSIONI NON FANNO MAI I CALCOLI SBAGLIATI (Honoré de Bazac)”

  1. perfettamente d’accordo..mi viene in mente l’ordre du coeur di Pascal..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: