FELICE QUELLA VITA CHE SI INIZIA CON L’AMORE E TERMINA CON L’AMBIZIONE (Blaise Pascal)

L’ambizione si ammanta, spesso, di negatività perchè tende ad accompagnarsi alla spregiudicatezza, alla cupidigia, all’egoismo, al narcisismo, inteso in senso patologico che può tracimare nel delirio di onnipotenza.

Ma c’è anche un’ambizione positiva, che ci spinge, ci incita a guardare avanti, a sognare ed ambire sempre a qualche cosa di meglio, a procedere nel nostro cammino, nella nostra vita.

L’idea di Pascal è che un’esistenza si può considerare felice quando muove i suoi primi passi partendo dalle dolci lande l’amore.

Un viaggio che si nutre delle passioni animate dall’ardore.

Ed il cocktail  di passioni, ardore ed amore, ci danno facilmente modo di vibrare in consonanza con altre anime e, quindi, di essere amati.

L’amore e l’ardore sono, non di rado, floridi nella giovane età perchè bene si sposano con la baldanza, l’irruenza, l’effervescenza giovanile.

Poi, quando l’amore e l’ardore iniziano a scemare, lentamente si attenuano, si raffreddano i bollori della tenera età ed, in un certo senso, diventa anche più difficile farsi amare.

E, quando l’ardore si spegne definitivamente, l’amore stesso cambia i suoi tratti fondamentali, è meno sanguigno, meno focoso, e diventa più di “testa”, più razionale, così, essere amati è quasi impossibile, secondo Pascal.

Allora subentrerebbe, a sua detta, qualcosa di diverso, di parimenti grande e bello rispetto all’ardore: l’ambizione.

L’ambizione intesa come tensione verso una meta. Una tensione che ci motiva e ci induce ad impegnarci per realizzare il nostro sogno e o il nostro desiderio.

L’ambizione negativa diventa spregiudicata, cinica, rapace, famelica.

Non le importa niente di niente e di nessuno. 

Anzi, pare che avendo perso la possibilità di essere amati per il proprio ardore, si vendichi su prossimo infliggendogli dolori, sofferenze, frustrazioni…

L’ambizione positiva conserva, invece, qualcosa in sé dell’ardore e dell’amore originario trasformandoli in una grinta da utilizzare per il proprio scopo senza però, che esso vada a ledere il prossimo.

L’ambizione positiva può anche essere fonte di felicità.

Una felicità meno carnale, meno emozionale o passionale rispetto all’amore primigenio, ma, comunque, coinvolgente ed appagante, se riposto in progetti, in sogni, in desideri in sintonia con il proprio dover essere, con la nostra essenza profonda.

Annunci

Una Risposta to “FELICE QUELLA VITA CHE SI INIZIA CON L’AMORE E TERMINA CON L’AMBIZIONE (Blaise Pascal)”

  1. e’ fantastico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: