Dormiglioni o mattinieri? È tutto nei nostri capelli

È tutto nei nostri capelli.
Se siamo tipi mattinieri che si alzano all’alba o pigri dormiglioni che scelgono di svegliarsi tardi: nei nostri capelli c’è tutto questo, secondo l’innovativa intuizione di un gruppo di scienziati.
Un recentissimo studio ha scoperto che ciò dipenderebbe dal fatto che geni preposti alla regolazione del nostro orologio biologico si trovano nelle cellule del follicolo dei capelli.
Makoto Akashi, dell’Istituto di ricerca della Yamaguchi University, in Giappone, ed i suoi colleghi hanno condotto un’accurata analisi su campioni di capelli prelevati da quattro soggetti.
Ciascuno dei quattro partecipanti all’esperimento ha seguito un programma rigoroso secondo le proprie preferenze specifiche: svegliarsi presto o tardi, il particolare tipo di alimentazione e vari altri indicatori di stili di vita.
Quando i ricercatori hanno esaminato i geni nei follicoli delle persone studiate,  hanno scoperto che l’attività del gene dell’orologio corporeo raggiunge un picco subito dopo che il soggetto si è svegliato, tanto che siano le 6:00 del mattino o le 10:00.
Ciò starebbe ad indicare che il cervello “accende” i geni in diversi momenti della mattinata a differenza delle varie persone.
I risultati della ricerca possono essere utili agli scienziati per  comprendere in modo più approfondito i disturbi legati all’orologio biologico del nostro corpo.
La questione è tutt’altro che banale o secondaria proprio perchè le patologia correlate all’orologio biologico sono di un’ingnte entità.
La loro ampia rosa spazia dall’elevata pressione sanguigna sino a giungere al diabete o, addirittura, al cancro.
Il test del follicolo del capello potrebbe essere utilizzato proprio per programmare delle “condizioni di lavoro che non disturbino la funzione del nostro orologio personale”, dando modo al nostro organismo di avere il tempo sufficiente ed indispensabile per abituarsi ed adattarsi alle condizioni ed i ritmi imposti.
“Spero che il nostro metodo venga utilizzato per i controlli periodici della salute nelle scuole e nelle aziende in modo da preservare la salute delle persone mantendendo sano il loro orologio biologico”, ha commentato Akashi.
L’unico dubbio che resta irrisolto è: “E come si risolve il problema di chi è calvo?” 😉
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: