SE NON PUOI AVERE QUELLO CHE VUOI, CERCA DI VOLERE QUELLO CHE PUOI AVERE. (Ibn Gabirol)

Il motivo di tanta scontentezza ed infelicità di oggi è nella nostra tendenza a volere sempre ciò che non possiamo ottenere.

Se mirare in alto può essere uno stimolo, un modo per non adagiarci e per andare avanti, avere ambizioni sovradimensionate rischia sempre o spesso di vederle frustrate il che genera una un inevitabile gorgo di infelicità, ansia, sofferenza, angoscia.

Essendo incapacitati di possedere quanto ci aggraderebbe e ci appagherebbe, dovremmo essere estremamente più realisti ed imparare ad apprezzare le piccole opportunità, i dimessi piaceri che la vita, comunque ci offre. Desiderando ciò che rientra nelle nostre possibilità abbiamo meno pericolo di essere frustrati dall’impossibilità di venirne in possesso e, quindi, anche un carico minore di negatività da combattere ed uno maggiore di positività, di felicità da godere.

Imparando a volere quello che possiamo avere è, dunque, un esercizio importante di realismo e di umiltà che può aiutarci a capire meglio noi stessi ma anche ad apprezzare il mondo circostante per il suo effettivo valore.

Cercando sempre di raggiungere la luna e guardando troppo in alto, finiamo per disabituarci a gioire e godere delle inezie della quotidianità: le stesse insignificanti realtà alle quali  siamo abituati e, per ciò, non sappiamo più dare il giusto peso, salvo poi rimpiangerle amaramente una volta che le perdiamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: