Sesto senso: è l’empatia tra amanti, medico-paziante e professore-studente

Il tema del sesto senso è sempre più di attualità e se, nel passato, era un campo relegato a credenze popolari e luoghi comuni, all’esoterismo o a pratiche non-convenzionali, ora vi si sta seriamente applicando la scienza “ufficiale.”
 
Così, in una scoperta significativa che supporta proprio l’ipotesi dell’esistenza di  un “sesto senso”, è stato dimostrato che esso esiste ed è particolarmente intenso tra le persone che hanno legami particolarmente intensi. In primis, nelle coppie, ma anche nel rapporto dottore-paziente e, persino, nella relazione professore-studente.
Ed il segreto di tutto è, di nuovo, in una parola: empatia.
Per affermarlo, un nuovo studio ha rivelato che il sistema nervoso di persone molto vicine le une alle altre spesso lavora in armonia consentendo a loro di identificare, vicendevolmente, i pensieri e le ambizioni.

I ricercatori dell’Università di Sydney di Tecnologia hanno analizzato, oltre 30 volontari adulti, tra i 21 ed i 65 anni, durante 180 ore di sedute di psicoterapia individuale e di coppia.

Per realizzare l’esame sono stai impiegati tre tipi di strumenti. Una serie di elettrodi, messi sulla testa, ne ha rilevato le onde prodotte dalle varie aree del loro cervello, l’elettrocardiogramma ne ha monitorato i battiti del cuore, infine, un particolare strumento posto su un dito, ne ha registrato i cambiamenti a livello epidermico, segnalando la conduttività della pelle per poter localizzare, con estrema precisione, il momento nel quale i pensieri delle coppie coinvolte erano allineati.

La maggior parte delle persone studiate soffriva di stati ansiosi.

Dall’esame è emerso chele onde cerebrali dei soggetti accoppiati, spesso lavorano in sincronia con quelle del partner, in modo da sapere che cosa sta pensando.

Trisha Stratford, uno degli autori dello studio, afferma:”Sembra che, quando siamo profondamente legati con qualcuno, tramite il nostro sesto senso [e tutti gli altri sensi], usiamo la nostra immaginazione creativa per leggere l’altra persona.”

Pertanto i due membri della coppia riescono a sintonizzarsi psicologicamente in modo tale da sviluppare il sesto senso allineando i loro pensieri.

Quando si realizza l’armonia il cervello delle due persone che interagiscono, a livello del lobo parietale, si attiva.

Nelle coppie innamorate, ma anche nelle relazioni tra professore e studente e tra psicoterapeuta e paziente, il tracciato dei movimenti neuronali del lobo parietale tende a coincidere.

Nel corso degli incontri psicologici, si è anche notato che, un simile simbiosi, porta anche a mutamenti nella gestualità e nella fisicità del paziente, che, una volta in armonia con il medico, risulta più rilassato, riuscendo ad attenuare il proprio stato ansioso.

La ricerca australiana mette in luce nuove aree di indagine sulla comunicazione all’interno delle coppie, tra dottore-paziente studio di nuove modalità di comunicazione tra dottore e paziente, ricorrendo, ancora una volta, all’empatia.

Annunci

Una Risposta to “Sesto senso: è l’empatia tra amanti, medico-paziante e professore-studente”

  1. […] come le esperienze extra corporee, c’è anche chi attribuisce al cervello la capacità di comportamenti empatici, chi si occupa di neuromarketing, che vantano di essere vere e proprie discipline […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: