GLI UOMINI SONO PORTATI A CREDERE SOPRATTUTTO CIÒ CHE MENO CAPISCONO (Michel de Montaigne)

Quando la fiducia in se stessi, nelle proprie forze e potenzialità, nella propria ragione e sapienza, lasciano il posto al dubbio, quando ciò che avevamo ritenuto una sicurezza si rivela una mera pseudo-certezza ed, all’orizzonte, iniziano a levarsi o una luce maggiore o le tenebre dell’”ignoranza”, nel senso etimologico di ignorare, che le oscurano, con umiltà, dovremmo ammettere di non potere andare oltre.

 

Il non plus ultra, che le ali più estremiste degli illuministi, dei razionalisti e dei positivisti hanno, da sempre etichettato, come una sconfitta per l’uomo, per la sua libertà (o, meglio,  per il suo arrogate egocentrismo e narcisismo presuntuoso), invero è un grandioso gesto di umiltà, una matura constatazione e presa di coscienza della propria finitezza, dell’essere semplici creature che, malgrado la propria inconfutabile dignità, non sono e non potranno mai essere infinite, onniscienti, onnipotenti, immortali… non potranno mai essere l’Assoluto, Dio.

È l’eterna dialettica tra scienza e fede, che, come sostengono i maggiori scienziati e gli eminenti teologi, non sono antitetiche ma compensatorie. Così, la scienza,per essere credibile, non dovrebbe mai occuparsi delle questione della fede. Non dovrebbe mai spingersi a volere dimostrare razionalmente e con prove empiriche l’esistenza di Dio, per non divenire ridicola, come alcuni celebri nomi che sostengono la non esistenza di Dio in quanto non lo hanno mai visto con il loro telescopio. Dall’altro canto, e qui millenni di storia docent, la Chiesa non dovrebbe mai intromettersi negli affari della scienza perché, non essendo il suo territori, il suo verbo perderebbe di validità.

Il non sconfinare nel territorio altrui è un principio fondamentale per dirimere l’annoso diverbio tra scienza e fede.

Ritornando alla quotidianità, quando non abbiamo a disposizione sufficienti informazioni e non potendo travalicare le nostre tare o le nostre, insuperabili, carenze, siamo, naturalmente, inclini o a diffidare o a credere in quanto ci viene detto dagli altri. E l’indice di fiducia è direttamente proporzionale alla credibilità del nostro interlocutore/fonte. Quindi credo, fede, fiducia e credibilità, attendibilità sono due elementi fondamentali che ci aiutano a superare il gap tra le nostre scarse ed insicure conoscenze e la ricchezza della realtà.

Nell’era in stato nascente, il credere non è più sinonimo di passività, di oscurantismo, di ingenuità, ma è sempre più l’ultimo passo di un lungo processo di auto-consapevolezza, di maturazione, l’ultimo gradino di una scala di formazione e crescita che non sfocia nella supponenza, nell’arrogante presunzione.

Quindi il credere non è più un immediato abbandono passivo, ma è l’apice della conoscenza. Socrate e gli scolastici, grandi filosofi ed esimi maestri di vita e di fede, erano i più convinti assertori del principio del scio nesciam. E tale è la meta dell’Indivisus. Non una rinuncia aprioristica di capire, di imparare, di scoprire, di soddisfare la sete di sapere, ma la costante ricerca di tutto ciò sapendo, però, ed accettando, che non potremo mai sapere, conoscere, imparare tutto.

Pertanto, se per De Montaigne “gli uomini sono portati a credere soprattutto ciò che meno capiscono”, per l’In-divisus, credere è il culmine, il vertice, la soglia che gli consente di esprimere e di esplorare il mondo che lo trascende, che c’è al di là della sua finitudine e, quindi, di potere coltivare la speranza in un mondo migliore, nella salvezza, intesa non solo in senso religioso ma anche esistenziale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: