Drastica riduzione nel dolore del tumore con scenari naturali

Il conteso esperienziale, con tutte le sue componenti visive, acustiche, relazionali, tattili, emozionali,… è fondamentale nell’esistenza umana e, lo diventa ancora più nei mometi di difficoltà, di sofferenza fisica e psichica, spirituale ed emotiva.
Il ruolo centrale giocato dal mood, l’ambiente nella e per la guarigione o per alleviare gli effetti negativi psico-fisici delle patologie, è sempre più riconosciuto anche dalla cosiddetta “medicina ufficiale” anche perchè ci sono sempre più evidenze e dimostrazioni scientifiche di una simile verità.
Così, alcuni esperti hanno dimostrato che predisporre un contesto con  immagini rilassanti di scene idilliche accompagate da un sottofondo di suoni soft, a persone ammalate di cancro, può ridurre in modo significativo la loro sensazione di dolore.
I ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora, negli Stati Uniti, hanno messo a punto una serie di test per analizzare i pazienti sottoposti ad aspirazione e biopsia del midollo osseo (BMAB) – nota per essere una forma particolarmente dolorosa del trattamento del tumore.
A loro detta, pare siano riusciti a trovare un modo economico e conveniente per alleviare il dolore generato dalla procedura della BMAB e renderlo più sopportabile.
“Volevamo trovare un modo per migliorare la loro esperienza”, ha spiegato Noè Lechtzin del dipartimento di medicina della Johns Hopkins University di Baltimora.
“Così abbiamo compiuto uno studio nel quale i pazienti sono stati sottoposti o a un tipo standard di cure e trattamenti o  ad avere gli stessi ma in un contesto con immagini e suoni che riproducevano una scena naturale oppure una urbana.”
“La nostra prima scena era un quadro molto aperto con acqua corrente e, come suoni, c’erano il cinguettio degli uccelli ed il fruscio del vento tra gli alberi”, ha detto Lechtzin descrivendo il contesto naturale.
Lo scenario della natura consisteva di tipiche immagini rilassanti, come le Cascate Victoria in Zambia, dipinto sulle tende attorno al letto che circondano il paziente mentre è sottoposto al trattamento.
La scena cittadina, invece, aveva le foto di un normale ambiente urbano: strade trafficate, la gente di fretta, un’esperienza decisamente assai più stressante.
Per aggiungere atmosfera e contribuire a rendere più coinvolgente e verosimile la scena, hanno aggiunto anche un sottofondo acustico, somministrato al paziente tramite delle cuffie.
Così, nel contesto naturale sono stati dati da ascoltare suoni come il cinguettio degli uccelli ed il frusciare del vento attraverso gli alberi, e nell’urbano, il rumore del traffico.
Un terzo grupp, di controllo, non ha avuto né scene naturali  né cittadine.
In media, tali pazienti che, dunque, sono stati sottoposti al procedimento convenzionale BMAB, hanno rivelato un indice pari a 5,7 puti sulla scala del dolore.
Di contro, i pazienti esposti ai suoni e le immagini della natura, hanno mostrato una riduzione significativa raggiungendo una media di 3,9 puti sulla scala del dolore.
The city scene had no significant effect on the ranking – patients found the treatment just as painful. Lo scenario cittadino non ha, invece, sortito nessun effetto significativo a livello di ranking poichè i pazienti hanno trovato il trattamento altrettanto doloroso rispetto al gruppo di controllo.
L’insegnameto che si può trarre dalla ricerca è, non solo l’estrema importanza ed il considerevole influsso esercitato dall’ambiente circostante sulla percezione del dolore e, quindi, sulla possibilità di alleviarlo, ma ha anche confermato l’importanza di un approccio olistico, nel quale non venga trascurata nessuna delle componenti anche ambientali-contestuali per potere garantire una notevole riduzione di dolore a persone già in una situazione molto delicata e di estrema fragilità in quanto ampiamente provate dalla sofferenza fisica della malattia ma anche esistenziale, psichica, spirituale e relazionale.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: