Un singolo neurone comanda tutto il pensiero umano

Sappiamo tutti che i neuroni che formano il nostro cervello sono circa 100 milioni. Un recente studio ha mostrato che sono tutti guidati da un unico neurone il quale funziona in modo analogo ad un sofisticatissimo computer.

Il neuroscienziato Christof Koch, del California Institute of Technology (Caltech), il neurochirurgo Itzhak Fried dell’UCLA ed alcuni colleghi hanno scoperto che il neurone in questione è in grado di riconoscere persone, luoghi ed oggetti.

Hanno, inoltre, trovato che, ad aiutarlo a trasformare le rappresentazioni visive complesse in ricordi a lungo termine e più astratti è un codice coerente ed esplicito.

La ricerca ha evidenziato che gli individui possono esercitare un controllo cosciente sugli impulsi di tali singoli neuroni malgrado siano collocati in una zona del cervello che, in passato, si riteneva inaccessibile alla volontà della coscienza la quale, era, pertanto, incapace di manipolare il comportamento di un’immagine sullo schermo di un computer.

“L’articolo, comparso sul numero del 28 ottobre della rivista Nature”, spiega Koch, “fa vedere come gli individui possono rapidamente, consapevolmente e volontariamente controllare i neuroni nella parte profonda della loro testa”.

Lo studio è stato condotto su 12 pazienti con epilessia, presso la David Geffen School of Medicine dell’UCLA, dove Fried dirige il Programma di Chirurgia dell’Epilessia.

Tutti i pazienti esaminati soffrivano di crisi che non potevano essere controllate da farmaci.

Per cercare di localizzare, con precisione, il punto nel quale si originavano i loro attacchi, in preparazione ad un eventuale intervento chirurgico successivo, ai pazienti sono stati impiantati degli elettrodi nei centri più profondi del cervello.

Cerf si è servito degli elettrodi per registrare l’attività cerebrale dei singoli neuroni in alcune parti del lobo temporale mediale, una regione che svolge un ruolo importante nella memoria e nelle emozioni umane.

Prima di iniziare a registrare l’attività dei neuroni, Cerf ha intervistato ciascuno dei pazienti per conoscerne gli interessi specifici.

“Volevo vedere che cosa piaceva a loro, non so, tipo i Guns N ‘Roses, la serie televisiva dott. House, i Red Sox eccetera”.

Partendo dalle informazioni ricevute, ha creato, per ogni paziente, un set di circa 100 immagini che rispecchiavano i loro interessi.

Mentre i soggetti esaminati visualizzavano le immagini, una dopo l’altra, Cerf ha monitorato l’attività cerebrale per identificare gli specifici neuroi attivati.

“Su 100 immagini, ho visto che almeno 10 hanno una forte correlazione di un unico neurone. E queste immagini potrebbero rappresentare le memorie, le cose che il paziente ha visto di recente”. 

Annunci

Una Risposta to “Un singolo neurone comanda tutto il pensiero umano”

  1. […] nostro cervello, ci sono 100 miliardi di neuroni e che, secondo alcuni studi, sono tutti guidati da un solo neurone e che pare ci siano neuroni strettamente riservati a particolari realtà: il neurone di Marylin […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: