L’influenza dei colori sui nostri stati emotivi.

Tutti sappiamo che una giornata luminosa e splendente può sollevarci, migliorare il nostro umore.
Ma i meccanismi del cervello che producono simili effetti sono ancora ampiamente sconosciuti.
Gli studiosi del Cyclotron Research Centre (Università di Liege), del Geneva Centre for Neuroscience (Università di Ginevra) e del Surrey Sleep Research Centre (Università di Surrey) hanno esplorato le immediate conseguenze della luce e della sua composizione cromatica sulle emozioni processate dal cervello servendosi delle immagini generate dalla risonanza magnetica funzionale.
I risultati del loro studio dimostrano che il colore della luce influenza il modo nel quale il cervello processa gli stimoli emotivi.
Durante l’esperimento dal quale hanno ricavato i dati appena presentati, gli scienziati hanno registrato l’attività cerebrale di un gruppo di volontari sani mentre ascoltavano voci adirate o neutre ed erano esposti a luce blu o verde.
Si è, dunque scoperto, che la luce blu non solo aumentava le risposte emozionali agli stimoli patemici nell’area cerebrale dove viene trattata la voce e che è estremamente importante per l’elaborazione della memoria, ma anche che aumentava l’interazione tra la parte della voce, l’amigdala, che è una zona fondamentale per il processamento degli stati emotivi, e l’ipotalamo, essenziale perregolare i ritmi biologici tramite la luce.
Ciò ha dimostrato che l’organizzazione funzionale del cervello è influenzata della luce blu.
Gli effetti pronunciati dell’ambiente sull’elaborazione delle emozioni potrebbe, pertanto, differire dai suoi effetti a lungo periodo sugli stati d’animo, ma i risultati dello studio su soggetti sani ha importanti implicazioni sulla possibilità di comprendere meglio i meccanismi attraverso i quali le varie illuminazioni dell’ambiente migliorano il nostro mood. Quindi potrebbe non solo aumentare la qualità di vita di chi soffre di disordini emotivi, ricorrendo alla cromoterapia, ma anche incidere in modo positivo sulla quotidianità di ciascuno di noi, a patto che prestiamo un po’ più di attenzione all’ambiente luminoso nel quale lavoriamo o che contraddistingue le nostre abitazioni.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: