Bere la pancetta? Tutti i segreti polisensoriali della nuova bacon soda

La sinestesia è una delle principali cifre delle società multisensibile dell’In-divisus, a dimostrarlo è la crescita esponenziale nel numero di prodotti, estremamente esperienziali, che giocano proprio sulla sinestesia stessa e sullo  straniamento sensoriale.
Una nuova soda al gusto di pancetta, ossia la bacon soda, appena lanciata da un’azienda americana negli States, potrebbe, dunque, essere un proptoipo di prodotti innovativi, o che così vorebbero posizionarsi.
Invero, attorno alla proposta di rottura, stanno sorgendo vari dubbi e perplessità da parte dei consumatori che si radicano in una serie di motivi di natura psicologico-culturale ed esperienziale.
La Jones Soda Co. ostenta il fatto che la sua bacon soda sia adatta tanto ai vegetariani quanto agli ebrei o agli arabi, essendo kosher e, potenzialmente, anche halal.
Chi l’ha già assaggiata afferma che sa di brodo.
Ed i giudizi non sono sempre positivi: “Che gusto disgustoso. Mi ha fatto venire voglia di vomitare”, ha chiaramente affermato  Tyrone Wallace, di Brooklyn.

La metà delle oltre 40 persone interpellate per testare il prodotto ha espresso un giudizio parimenti negativo e disgustato.

Una frequente argomentazione è: “Si suppone di mangiare pancetta e non di berla”, ha detto Arlette Cepeda del Bronx.

Lo straniamento dei sensi è sempre molto delicato perchè l’abitudine a pensare un prodotto tradizionalmente percepito in prevalenza con un senso è difficile da mutare.

E se per shampoo, bagnoschiuma, saponi, creme all’odore di vaniglia, cioccolato, zucchero filato, fragola il mercato ha immediatamente risposto in modo positivo, per altri che vanno ad alterare la consistenza, il colore ed il tipo di fruizione del prodotto, la vita è meno facile.  Tra i secondi, oltre alla bacon soda, si può aggiungere anche la Coca Cola trasparente come l’acqua.

Ritornando al prodotto appena lanciato, David Horowitz è stato tra i pochi coraggiosi disposti ad assaggiare la soda aromatizzata al sapore di suino.

“Mia madre ‘sta rivoltando nella tomba’ al pensiero di berla, ma io voglio fare un tentativo”, ha detto Horowitz, 46 anni, che ha fornito un puntuale commento al test.

“Sapore di manzo o qualcosa del genere. Mi sembra abbastanza forte e di spessore. Oh! Ed è grave! Chi potrebbe volerlo?”

Il barman Jessie Bilotta ha sottolineato: “Oh Cielo, no! Ha odore di cacca di cane. Non la berrei nemmeno se fosse alcolica”.

Con sede a Seattle, la Jones Soda collaborato con la JND’s Foods, produttore di prodotti al gusto di pancetta, come Bacon Salt e Baconaisse, per produrre la bevanda color bordeaux.

E già la sua tinta è abbastanza inquietante e, probabilmente un errore, in quanto potrebbe creare un’associazione inconscia con il sangue. Va tenuto presente, inoltre, che nell’immaginario collettivo non è stato cancellato l’atavico tabù del bere il sangue e nemmeno l’usanza di mangiarlo sotto forma di sanguinaccio (un piatto molto controverso in quanto per alcuni delizioso e per altri abominevole).

La bacon soda viene pubblicizzata come parte di una nuova generazione di cocktail, miscelata con bourbon, un uovo, la panna, acqua e soda.

“Fino ad oggi, era impossibile gozzovigliare con la vostra carne preferita per la colazione, quindi questo è un grande passo in avanti per gli amanti della pancetta in tutto il mondo,” ha dichiarato Mike Lancia di Jones Soda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: