Verso un mondo migliore perchè invecchiando diventiamo più felici ed empatici

Il tema dell’invecchiamento ed il suo intrecciarsi con il Wellthiness, in tutte le sue dimensioni di Benessere, Salute, Felicità e Salvezza, sta coinvolgendo sempre più studiosi per via del processo di geriatrizzazione della società, destinato ad aver un impatto epocale sul mondo dell’immediato futuro. 

Un nuovo studio condotto a Stanford, suggerisce che l’invecchiamento, lungi dall’essere una fase della vita grigia, piena di pessimismo, rassegnazione, fatalismo, come è stata a lungo dipinta dall’immaginario collettivo, invero, ha molti aspetti positivi.

Secondo Laura Carstensen, principale autore dello studio, come noi invecchiamo, tendiamo a diventare emotivamente più stabile.

E ciò si traduce in una vita più produttiva e lunga che offre più benefici che problemi.

 

“Come le persone invecchiano, così diventano emotivamente più equilibrate e si rivelano più in grado di risolvere i problemi ad alto contenuto emotivo,” spiega Mariagrazia Midulla, professore di psicologia e direttore del Centro di Stanford sulla longevità.

“Potremmo, dunque, assistere ad un mondo nel quale sempre più gente riesce ad andare d’accordo con un numero crescente di altre persone. Di fatto, gli anziani si preoccupano di più e sono più compassionevoli nei confronti dei problemi. Il che può portare ad un mondo più stabile”, ha aggiunto.

Carstensen  ed i suoi colleghi, tra il 1993 e il 2005, hanno monitorato circa 180 americani di età compresa tra 18 e 94.

For one week every five years, the study participants carried pagers and were required to immediately respond to a series of questions whenever the devices buzzed.

Per una settimana ogni cinque anni, i partecipanti allo studio hanno risposto ad una serie di domande. 

I rilevi periodici erano destinati a mappare il livello di felicità, soddisfazione e benessere degli intervistati ed il loro mutamento nel tempo.

“I dati hanno mostrato che, invecchiando, le persone diventano più consapevoli del proprio essere mortali “, ha detto Carstensen.

“Così, quando vedono o vivono momenti meravigliosi, aumenta la loro coscienza della fragilità della vita e della sua fine. Ma questa è una buona cosa: è un indice di una ottima e forte salute emotiva e di equilibrio.”

Se le precedenti ricerche hanno stabilito una correlazione tra invecchiamento e la felicità, lo studio Carstensen è il primo a studiare per un lungo periodo le stesse persone per esaminare in che modo cambiano nel tempo.

L’intento degli scienziati era di cercare di rispondere alle domande poste più e più volte dai sociologi: gli anziani di oggi che dicono di essere felici, sono semplicemente il frutto di un’epoca socio-economica che li ha predisposti a buon animo? Oppure la maggior parte delle persone – se nate e allevate in tempi di boom o frusti – hanno dentro di sé un qualche cosa che li spinge a raggiungere i loro anni d’oro con un sorriso?

La risposta ha conseguenze ed implicazioni molto importanti per la futura società che va sempre più invecchiano.

“I nostri risultati suggeriscono che non importa quando sei nato”, ha detto Carstensen. “In generale, la gente è più felice quanto più invecchia”, ha aggiunto.

Nel corso degli anni, i soggetti più anziani esaminati hanno testimoniato di avere meno emozioni negative e più positive rispetto a quando erano giovani.

Inoltre, i senior hanno anche dimostrato di avere una particolare inclinazione a provare un mix di emozioni positive e negative, molto più spesso rispetto ai più giovani.

Carstensen, che ha 56 anni, dice che è più felice ora di quanto non fosse qualche decennio fa ed spiega il cambiamento degli anziani con la sua teoria della “selettività socio-emotiva” – un modo scientifico per dire che le persone investono in ciò che è più importante per loro quando il tempo è limitato.

Mentre gli adolescenti ed i giovani hanno un’esperienza di maggiore  frustrazione, ansia e delusione per aspetti marginali, come i voti scolastici, gli obiettivi di carriera e trovare l’anima gemella, gli anziani, in genere, si sono messi il cuore in pace per i successi ed i fallimenti della vita. In altre parole, sono più consapevoli delle ambiguità della vita e riescono a guardarvi oltre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: