Sempre più donne cercano la salute online: un’occasione persa?

Sempre più donne usano il web per cercare notizie riguaro la salute e questioni sanitarie. Ma rischiano di trovare informazioni fuorvianti.

Invero, se ne servono come spunto e cercano di ovviare alla possibile non correttezza con un controllo incrociato con amici e familiari.

Di qui la necessità di avere fonti attendibili e di garantire una consulenza affidabile sul cyberspazio, conclude una ricerca della Queensland University of Technology (QUT).

“Il nostro studio e altri an selezionano  e confrontano le diverse fonti di informazione, verificano e valutano le evidenze raccolte e, di seguito, si consultano con parenti ed amici, nonché con i loro medici”, spiega Julie-Anne Carroll, un docente della QUT.

“Nel passato si poteva solo andare dal proprio medico i giorni fa, per avere un parere o qualche consiglio: non c’erano alternative. Oggi, le donne sono alla ricerca di diverse opzioni quando devono prendere delle decisioni riguardo alla salute.”

“Mentre Internet non sembra sostituire le visite ed il ruolo dei medici (come essi erroneamente credono), è certamente il primo passo per raccogliere informazioni di genrali ed anche una sorta di social networking e di sostegno quando si è ammalati”

“Per questo motivo, è importante che le donne abbiano a loro disposizione fonti attendibili ed imparziali tra le quali poter scegliere, e adeguati sistemi di supporto on-line ai quali rivolgersi”.

Lo studio, condotto da Carroll, ha cercato di mettere in luce le sfide per gli operatori sanitari futuri che vogliono condividere informazioni on-line, così come le ragioni che inducono le donne a ricorrere così spesso al web per cercare informazioni sulla salute.

Carroll sostiene che chi lavora da profezzionista nel campo della salute dovre avere una formazione sulla scrittura online e su come fornire informazioni affidabili per le donne.

“La sfida per coloro che promuovono la salute è quella di progettare un sito esteticamente gradevole con sufficiente appeal per riuscire ad attirare l’attenzione e trattenere i visitatori lì”, ha detto Carroll.

A livello internazionale si riscontra, dunque, una sitazione analoga all’italiana descritta nel libro Wellthiness.

“Ora” prosegue la ricercatrice, “abbiamo un problema perchè c’è un mix di siti web che sembrano buoni ma non possono essere la migliore delle fonti di informazioni, o fonti di informazioni grande portata che non sono affatto in grado di attrarre visitatori.”

Lo studio eseguito da Carroll si è concentrato su 40 studentesse universitarie domandano a loro di raccontare le proprie esperienze nella ricerca di informazioni sulla salute, e di spiegare perché vanno online per cercare supporto ed informazioni.

“Quello che abbiamo trovato è che le donne vogliono conoscere la salute nei loro termini e anche che possono essere imbarazzate per il loro problema di salute.” Così la possibilità di chiedere, in modo anonimo, senza esporsi direttamente, notizie online è un grande movente per la diffusione del trend.

“Le community online possono essere molto utili, e abbiamo bisogno di intercettare questa tendenza, invece di scoraggiare le persone ad andare in rete. E c’è anche un’estrema urgenza di formare i nuovi ranghi di comunicatori nel campo della sanità e della salute online affinché siano davvero in grado di dare le informazioni.”

Varie ricerche hanno dimostrato che quasi l’80 per cento delle donne ha utilizzato Internet per rispondere ai propri dubbi sulla salute e per cercare una qualche forma di sostegno.

“Non è vero che mettere tutto online ha finito per creare un pericoloso scollegamento tra le persone: è solo cambiato il mezzo di comunicazione. Ci sono meno vincoli geografico-territoriali, ed il focus è più sull’argomento e sulla community. È possibile collegarsi con chiunque abbia il nostro stesso problema, in qualsiasi parte del mondo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: