Tatiana e Krista sentono i pensieri e vedono una con gli occhi dell’altra.

Dopo la commovente storia di Abby e Britty, le due gemelle siamesi al di là dell’Oceano che hanno appassionato la nostra community del Wellthiness, mi sembra giusto raccontarvi e riflettere insieme anche su un’altra vicenda, parimenti avvincente, di due gemelline siamesi della quale si stanno occupando molti a livello internazionale.
Tatiana e Krista Hogan, a differenza di Abby e Britty non condividono la  parte inferiore del corpo, ma hanno un solo cervello.
 
Tatiana e Krista sono nate il 25 ottobre 2006, in Canada, nel Vernon, Columbia Britannica.
Malgrado ciascuna abbia il proprio copro, hanno le testoline unite nella parte superiore, posteriore e laterale.
Al momento, sono le sole due gemelle siamesi unite per il cranio viventi in Canada.
Felicia Simms, la loro mamma ha scoperto di avere in grembo due gemelle siamesi solo dopo il quinto mese di gravidanza.
“Quando l’ho saputo mi sono sentita come se qualcuno mi avesse dato una martellata in testa” ha affermato.
“Sembrava tutto irreale, surreale, in realtà, come se stessi vivendo un sogno dal quale mi sarei presto svegliata. Comunque, sapevo che qualunque cosa sarebbe successa, sapevo che stavo per dare a loro la cosa migliore: la vita”.
La scelta coraggiosa di Felicia, mamma anche di Rosa, Christopher e Shaylee, è tanto più grande in quanoto non solo non ha mai pensato di abortire nè di sacrificare una delle due bimbe per salvare l’altra nonostante, nel corso degli anni, dal momento della loro nascita, abbia ricevuto varie lettere e messaggi di odio.
Il suo amore è più grande e più forte dei giudizi del prossimo.
“Le lettere che ho ricevuto dicevano che le mie bambine erano dei mostri”, ha detto.
“Erano lettere anonime che dicevano che non avrei mai dovuto farle nascere. Ma io non ci ho mai badato molto a queste sciocchezze. Dopotutto se quelle persone non avevano neanche avuto il coraggio di firmarsi, perché mai avrei dovuto buttar via tempo con loro o preoccuparmi?”
Gli esami eseguiti sulle due gemelle nel 2007 hanno mostrato che il cuore di Tatiana lavora più del cuore della sorella e, di conseguenza, che la sua pressione del sangue è più alta.
Tatiana è più piccola e meno robusta di Krista. Ed è stato programmato  un intervento chirurgico per cercare di attivare il cuore anche di Krista, così da ridurre lo sforzo di Tatiana.
I sistemi nervosi delle due bambine sono strettamente interconnessi ed i medici hanno trovato che quando una delle due viene punta, l’altra reagisce saltando.
Inoltre, dando il ciuccio in bocca all’una, la seconda smette di piangere.
Nell’agosto 2007, dopo approfonditi esami e studi, i medici hanno dichiarato che le due gemelle non potevano essere separate poichè l’intervento avrebbe potuto uccidere o paralizzare una delle due, o, persino, essere fatale per entrambe.
Per proteggere la loro privacy, la famiglia ha ridotto l’esposizione al pubblico delle due piccine, consentendo solo al National Geographic ed a Discovery Channel UK di filmarle.
Il documentario ha seguito la loro vita passo, passo per un anno, incluso l’emozionante incontro con gli Schappells, i gemelli siamesi uniti per la testa, più vecchi al mondo (49 anni).
Il prodigioso è che ciascuna delle due gemelline sente i pensieri e vede attraverso gli occhi dell’altra, come hanno constatato, con meraviglia, i medici che le stanno studiando.
La loro sorprendente esperienza cognitiva e visiva dipende dal fatto che hanno un unico ipotalamo, la parte del cervello che trasmette le sensazioni fisiche e  le funzioni motorie alla corteccia cerebrale.
“Quando stanno giocando, se una delle due si protende per prendere un oggetto dal lato della sorella, sa esattamente dove si trova, anche se non dovesse riuscire a vederlo,” ha affermato Felicia Simms, mamma delle gemelle.
“Talvolta è assolutamente fantastico vederle perché non c’è modo di che riesca a vedere il giocattolo che sta andando a prendere: è semplicemente incredibile”, ha aggiunto la mamma.
“E sembra anche che le due bambine condividano le proprie emozioni. Così, se una si ferisce, l’altra può sentirlo e se sgridi una piange anche l’altra”.
Il neurochirurgo pediatrico, Doug Cochrane, che le ha curate dalla nascita, ha confermato la facoltà di vedere attraverso gli occhi l’una dell’altra.
“Una gemella può vedere ciò che fa l’altra, in quanto il suo cervello riceve impulsi dalla retina dell’altra”, ha commentato il Cochrane.
Le riflessioni che ci propongono Krista e Tatiana, oltre a rimandare, al discorso dell’empatia, della cooperazione e co-azione suggerito da Abby e Britty, mette in campo anche varie altre considerazioni.
Prima di tutto il coraggio della mamma che, mettendo tra parentesi tutte le cattiverie dell’opinione pubblica, ha compiuto una scelta d’amore estremamente coraggiosa dicidendo di donare a loro la vita e poi di non sacrificare una delle due per l’altra.
Un secondo ordine di pensieri rigurda la capacità di mettersi nei panni del prossimo. Come Tatiana vede con gli occhi di Krista o sente i suoi pensieri, e vice-versa, nell’era dell’In-divisus, dell’empatia, a ciascuno di noi è chiesto di mettersi nei panni degli altri, di “to walk in his/her shoes” (camminare nelle sue scarpe) perchè solo così si possono capire veramente le sue emozioni, le sue sensazioni.
Le due gemelline lo fanno in senso stretto, ma sono un esempio per tutti su come dovremmo rapportarci al prossimo così che diventi tale (ossia vicino) non solo di nome ma anche di fatto.
Ed ancora, il guardare con gli occhi dell’altro prima di agire in prima persona, sono un ottimo esercizio per mettere tra parentesi e rivedere le nostre convinzioni, per pensare e capire quali potranno essere gli effetti delle nostre azioni su chi ci circonda. 
Una simile esperienza è anche un insegnamento sulla fiducia che si dovrebbe riporre negli altri, un modo per dire che dobbiamo imparare a decentrarci, a spostare il nostro sguardo dalla prospettiva abituale e provare a dargli una nuova visuale.  
Annunci

6 Risposte to “Tatiana e Krista sentono i pensieri e vedono una con gli occhi dell’altra.”

  1. questo testo è fantastico ti fa capire molte cose
    questo testo è ispiegabile

  2. […] Un’altra coppia di gemelle siamesi, le sorelle Schappell di Reading, in Pennsylvania, le più anziane al mondo, ci offrono un’ulteriore riflessione sul Wellthiness , l’individualità e l’interdipendenza, oltre alle dolcissime ed armoniose Abby e Britty, ai possenti Donnie e Ronnie, alle piccole Tatiana e Krista. […]

  3. semplicemente fantastico,,,,,,coraggio ,forza, e amore…fermarsi un attimo e riflettre….il coraggio di affrontare una grande sfida…..forza di combattere per una vita che è semplicemente diversa,,amore…dove puo arrivare…..credo molto lontano….grazie

  4. […] vecchie conoscenze della nostra community del Wellthiness: i gemelli siamesi  Abby e Britty, Krista e Tatiana, Lori e Reba, Donnie e […]

  5. o mio dio non mi sembra vero!
    e pore e cosi strane immaginarsi come sarebbe essere nei loro panni!

    commossa :’ )

  6. Ripeto come ho già detto per Abbby e Britty che è meraviglioso come riescano a trarre il meglio dai propri “difetti”, SE PROPRIO LI SI VUOLE CHIAMARE TALI. Meraviglioso anche come la mamma ha deciso di donare loro la vita nonostante le complicazioni che poteva implicare questa sua scelta. E a quel cane anonimo: ti auguro che tu un giorno possa soffrire quanto loro quando saranno grandi! Qual’è la parola adatta non riesco a scoprire, ma se ci fosse la scriverei! Comunque buona fortuna Taty e Kristy! (Interessante la cosa del leggere il pensiero dell’altra!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: