L’evoluzione di Darwing crolla dvanti all’11 settembre

Un trauma come l’11 settembre non è solo un evento che ha scosso ed ha dato modo di provare scientificamente l’esistenza della coscienza collettiva, ma anche un potente evento che ha pesantemente impattato sulla psicologia individuale e sociale, nonché, come ha appena dimostrato un’approfondita ricerca, uno shock biologico ed ereditario.
 
Nuove evidenze suggeriscono che situazioni traumatiche – proprio come gli attentati dell’11 settembre o del 7 luglio di Londra – sono davvero in grado di influenzare i geni e le vite di bambini non ancora nati.
Modificando i meccanismi chimici che regolano l’espressione genica, tali alterazioni possono diventare parte integrante del patrimonio genetico trasmesso dal maschio alla discendenza e possono, perciò, essere trasmessi dal padre-vittima ai suoi figli.
L’idea ed il concetto, sono dirompenti e molto controversi perché mettono in dubbio uno dei principi fondamentali della moderna teoria evolutiva.
Secondo l’ortodossia scientifica, l’unica eredità genetica che riceviamo dai genitori è il nostro DNA. Eppure, le ultime ricerche testimoniano che la verità non sia proprio così.
All’interno della sequenza del DNA ci sono dei regolatori epigenetici, marker chimici che controllano e regolano i geni che devono partecipare in modo attivo o meno nella trasmissione del patrimonio alla prole.
L’affermazione “eretica” è che tali segnali epigenetici possono essere trasmessi insieme al DNA – e le più recenti scoperte, indicano che gli stati psicologici, come traumi e stress, lasciano un anche lasciare una traccia epigenetica.
Pertanto, rimane la domanda: “questi effetti possono essere ereditati?”
La ricerca suggerisce che la risposta sia affermativa.  
Nel caso dell’Olocausto una percentuale elevata di sopravvissuti presentano livelli anomalamente bassi dell’ormone cortisolo.
Ciò che sorprende, però, è che anche i loro figli hanno livelli anormali, allo stesso modo-.
Inoltre è stato dimostrato che la loro anomalia non è un effetto della relazione genitore-figlio, ma una  loro caratteristica biologica.
La buona notizia è che gli effetti negativi epigenetici sono, però, reversibili.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: