Il rispetto per gli altri è fondamentale per i medici

Una nota dolente di molti sistemi sanitari e strutture mediche è non tanto la professionalità tecnico-scientifica, la capacità di assicurare servizi, magari anche di eccellenza, ma qualcosa di molto più sottile: è lo scarso livello di empatia, di humanitas, di charitas, di attenzione al malato, di rispetto reciporco tra i colleghi medici e nei confronti degli altri membri delle equipe sanitarie, dei pazienti, dei loro famigliari.
Come molti hanno ripetutamente dimostrato, la relazione medico-paziente è fondamentale. Non lo è meno il clima che si instaura tra i vari soggetti che dovrebbero prendersi cura dei malati.  
Infine, il rispetto è anche una chiave di lettura fondamentale per la nuova generazione di studenti destinati, un giorno più o meno remoto, a divenire i cardini del sistema sanitario.
Pochi, sino ad ora, si sono interrogati sull’influenza positiva o negativa, per i futuri medici, di assistere a comportamenti rispettosi o irrispettosi dei loro educatori, verso i colleghi, verso gli studenti stessi e verso i pazienti. 
Una recente ricerca ha proprio tentato di sondare l’importanza del rispetto per i pazienti, per i colleghi e gli altri membri del team ed ha visto che è parimenti centrale all‘integrità e la compassione per essere un buon medico, oltre a rappresentare una componente essenziale della sua professionalità.
Lo studio, dal quale è stato tratto l’articolo “Esplorare il Significato del rispetto nell’istruzione degli studenti: un’analisi delle narrazioni degli Studenti” è stato pubblicato nel numero di Dicembre 2010 del Journal of General Internal Medicine, ha esaminato, in particolare, come gli studenti di medicina apprendono un comportamento professionale rispettoso o irrispettoso.
Partendo dalle osservazioni e le conclusioni tratte dai giovani del terzo anno di medicina, la ricerca fornisce un’idea abbastanza chiara di come i futuri medici vengono a conoscenza dei comportamenti professionali di rispettoso e di irriverenza nei confronti del prossimo, sia esso un collega o un paziente.
Dei 595 racconti sulla professionalità raccolti dagli autori dello studio, un’intervista su quattro si è focalizzata sul tema specifico del rispetto.
Due terzi delle testimonianze hanno portato a conclusioni negative.
Gli esempi citati dagli studenti tra i comportamenti irrispettosi vanno dal medico che ha portato una ciambella ed un caffè in una stanza del paziente da visitare, ad un altro che ha compiuto una telefonata personale mentre era inservizio. Ed ancora, da un gesto volgare di un medico mentre diceva al paziente che aveva bisogno di perdere peso ad uno scherzo di un medico agli studenti che lo seguivano per imparare, sino all’episodio (invero e, purtroppo, non tanto  inusuale) di uno studente che navigava in Internet  mentre un collega stava presentando un suo lavoro.
“La ricerca ha mostrato che i comportamenti irrispettosi portano alla perdita di fiducia e delle relazioni, oltre ad innescare forti emozioni negative. Dall’altro canto, i comportamenti rispettosi sono visti come una fonte di maggiore soddisfazione per tutti, come segno della disponibilità a condividere le informazioni, come un potente mezzo per suscitare nei pazienti emozioni positive ed un fattore che li induce a seguire in modo più puntuale le cure e le terapie,” ha detto uno degli autori della ricerca, Orit Karnieli- Miller del Dipartimento di Community Mental Health dell’Università di Haifa in Israele.
Nelle testimonianze focalizzate sulla questione del comportamento rispettoso o irrispettoso, è emrso che i medici si rivolgono in modo rispettoso ai pazienti, nel 55% dei casi.
Molto meno rispetto dimostrano sia verso gli studenti di medicina, il 24% delle volte, sia nelle interazioni con gli altri membri del team di assistenza sanitaria, l’11% delle volte.
Gli infermieri sono rispettosi verso gli studenti di medicina nel 7,5 % dei casi e nel 2,5% delle volte lo sono i medici nei confronti degli infermieri.
“Quando i medici comunicano o si comportano in modo irrispettoso verso gli studenti di medicina, gli studenti stessi ammettono di vedere un drastico calo motivazionale ad un ruolo attivo nel processo di apprendimento”, ha detto Karnieli-Miller.
“L’influenza sulla professionalità dei futuri medici del curriculum informale è grande se non, addirittura, superiore a quello che gli studenti apprendono in classe. Queste testimonianze degli studenti sottolineano il ruolo importante che possono avere entrambi i modelli di comportamenti positivi e negativi, sugli atteggiamenti ed i comportamenti degli studenti”, ha detto l’altro autore della ricerca, Richard M . Frankel, professore di medicina all’Indiana University School of Medicine.
Gli studenti considerano il rispetto come un aspetto molto importante sia in ambienti pubblici sia in contesti privati, sia nei confronti di tutti i membri del team sanitario inclusi i pazienti, i loro familiari, gli infermieri, i doceti ed i compagni di studi, sia nelle diverse  circostanze che spaziano dall’aula all’assistenza dei pazienti in corsia.
Il fatto che gli studenti attribuiscano un valore così sognificativo al rispetto e lo considerino come un aspetto importante della loro futura professionalità, suggerisce agli educatori una profonda riflessione sul loro ruolo fondamentale ed anche sulla straordinaria opportunità che è data a loro di influenzare positivamente la prossima generazione di medici insegnando il valore di un comportamento rispettoso in ogni contesto clinico, educativo e di interazione
“Inoltre, è importante mettere questo studio in prospettiva”, ha ribadito Thomas S. Inui, della Scuola di Medicina di IU.
“L’ambiente qui da noi alla Indiana University è uno dei più umani e rispettosi che io abbia mai visto, ma gli studenti – come il resto di noi – si aspettano comportamenti esemplari, e si rammaricano quando vedono tradita una simile aspettativa e cercano di dare il meglio se stessi. La buona notizia e la sfida per noi, come educatori, è che gli studenti possano davvero imparare da tutto ciò che facciamo,  in ogni momento”
Annunci

2 Risposte to “Il rispetto per gli altri è fondamentale per i medici”

  1. […] Guarda Originale: Il rispetto per gli altri è fondamentale per i medici … […]

  2. elena mazza Says:

    stavo cercando materiale sull’argomento “rispetto”riguardo rapporto infermieri pazienti per la mia tesi ed ho trovato questo articolo veramente interessante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: