Tra nani e giganti: la statura media ed alcune sue curiosità

La statura è una delle componenti della nostra identità fisica ed, in alcuni casi, può influenzare il nostro Wellthiness.

LA STATURA EREDITARIA MA…

Una prima curiosità è che, malgrado ereditiamo l’altezza dai nostri genitori, c’è lo strano fenomeno della “regressione verso la media, studiato nel 1886 da Francis Galton: i figli più bassi della media nascono dai genitori più alti, mentre i più bassi dai genitori più alti.

Tuttavia, di fatto, la statura media della popolazione tende ad aumentare: l’incremento in Europa dall’inizio del ‘900 varia dai 3 ai 5 cm.

LA STATURA NEL CORSO DELLA VITA 

Ma la nostra statura varia anche nel corso della vita passando dai 70-84 cm dei bambini e 70-80 cm delle bambine di 1 anno, ai 98-116/97-115 cm dei bambini e delle bambine di 5 anni, ai 163-185/151-173 dei giovani e delle giovani di 18 anni. Nell’anzianità, poi, la nostra altezza si riduce perchè tendiamo ad incurvarci.

COME CAMBIA LA STATURA DURANTE LA GIORNATA

Ma la nostra altezza, come il peso variano anche dalla mattina alla sera.

Le spiegazioni del sorprendente fenomeno sono molteplici.

  • Nell’adolescenza l’ormone della crescita, secreto di notte, provoca l’allungamento delle ossa alle loro estremità, pertanto i ragazzi alla mattina sono di qualche millimetro più alti.
  • Mentre nel corpo umano continuano a crescere per tutta la vita i capelli, le unghie, il naso e le orecchie, la statura si ferma. Però, a causa della posizione eretta del nostro copro, nell’ambito della giornata, la gravità terrestre tende a comprimere la spina dorsale, laddove, invece, nel periodo di riposo i dischi intervertebrali della colonna dorsale si allungano di nuovo. Risultato: quando ci alziamo  siamo più alti di quando andiamo a letto.

LA STATURA MEDIA

Qualche volta, andando all’estero, ci capita di sentirci particolarmente alti o bassi, perchè la statura media nel paese visitato è diversa dalla nostra.

In generale, l’altezza standard umana mondiale è di 165 cm, e può variare dai 135 cm ai 200 cm, con uno scarto del 20% in più o in meno. E, quando qualcuno supera in eccesso o in difetto una simile percentuale, è affetto da gigantismo o da nanismo.

Nel complesso, gli europei ed i nord-americani, godendo di un migliore stile di vita, tendono ad essere più alti delle altre popolazioni.

L’INFLUSSO DEL CLIMA SULLA STATURA

Vari studi hanno, inoltre, dimostrato che la statura umana tende ad essere minore nei paesi più caldi e superiore nelle popolazioni delle zone più fredde mentre. La spiegazione è nel fatto che una corporatura più massiccia ed imponente trattiene maggiormente il calore e, quindi, consente ai nordici di sopravvivere meglio.

Attualmente, il primato della statura media maggiore è detenuto dagli abitanti della Ex-Jugoslavia mentre in testa alla classifica dei più bassi svettano i sud-est asiatici, con una particolare riduzione di statura rispetto alla media nei nord coreani, nei messicani, nei portoghesi e nei peruviani.

Ci sono poi le eccezioni in positivo o in negativo. Pensiamo ai Vatussi ed i Pigmei in Africa.

Ma l’esempio più eclatante è in Cina, dove, fino a poco tempo fa no viveva solo l’uomo più alto del mondo, ma anche il più basso. Tuttavia, l’immagine comune dei cinesi è di essere persone di bassa statura, quindi è molto curiosa l’esperienza di andare a Tientsin dove tutti sono notevolmente alti.

QUANDO LA STATURA DIVENTA STRATEGICA

La statura può essere un fattore strategico in alcune attività sportive: nel basket e nella pallavolo, i giocatori sono quasi sempre più alti di 185cm. Altri vantaggi competitivi nell’essere alti ci sono nella Pallamano, nel Rugby, nel Football americano, nell’Hokey su ghiaccio, nel pugilato

Di contro, è molto meglio essere bassi nella Formula 1, nella moto, negli anelli, nell’ippica, nei tuffi.

LA STATURA NELLA VITA SOCIALE

Nella società e nell’immaginario collettivo ci sono tanti stereotipi e luoghi comuni legati alla statura.

La moda ha contribuito a rafforzare la già naturale inclinazione a credere che l'”altezza sia già mezza bellezza”.

Il fascino della donna alta è più che mai vivo: non avete osservato come sta crescendo il numero di coppie nelle quali la donna è più alta (non solo perchè indossa scarpe con tacchi)? Una delle motivazioni è da ricercare, a livello sociale, nel trend alla femminilizzazione e dal ruolo sempre più dominante della donna .

Ed, anche se in difesa dell’essere bassi, la cultura popolare che coniato il detto “nella botte piccola c’è il vino buono”, di fatto il potere è sempre stato associato all’altezza. Così gli uomini di potere di statura medio-bassa, sono sempre stati alle prese con l’escogitare stratagemmi per apparire più alti: dalla corona regale, all’attorniarsi solo di persone di altezza inferiore, dai cappelli ai tacchi.

Non a caso, uno degli appellativi dei regnanti è “sua altezza”!

IN ITALIA COME SIAMO MESSI?

I generale, l’uomo italiano varia dai 163 cm ai 185, con una statura media di 175 cm, mentre la donna dai 151 cm ai 173cm, con una media di 165.

IL COMPLESSO DELLA STATURA

Non di rado, chi è più alto o più basso (uomini meno di 165cm e donne meno di 155) della media, può essere complessato: un problema psicologico.

Tra le sue conseguenze c’è una percezione selettiva (vedere solo ciò che si vuole inconsciamente) da parte delle persone basse: tendono a vedere solo chi è più alto di loro senza rendersi conto che ci siano anche altri soggetti più bassi.

Ovviamente, non mancano i rimedi ed una serie di trucchi semplici per trasformarsi da sua bassezza a sua altezza.

Il complesso dell’essere troppo alti è, spesso, riscontrato nei bambini in via di sviluppo e porta chi ha una statura superiore ai coetanei ad assumere posture ricurve pr0prio per cercare di nascondere la differenza con i compagni di scuola o gli amici.

Ma ci sono anche uomini e donne che hanno una statura realmente sproporzionata, in grande o in piccolo e soffrono di una vera patologia: il gigantismo o il nanismo.

Gli studi più recenti stanno dando molte speranze a chi è affatto da tali patologie, ma c’è ancora tanta strada prima di riuscire a risolverle davvero.

Annunci

2 Risposte to “Tra nani e giganti: la statura media ed alcune sue curiosità”

  1. […] Wellthiness Blog Benessere, Salute, Felicità « Tra nani e giganti: la statura media ed alcune sue curiosità […]

  2. […] media degli italiani è cresciuta di circa 10 centimetri negli ultimi 100 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: