Parrucconi o parrucchini? Meglio i nostri capelli. Consigli e curiosità

Orgoglio ed arma di seduzione per molte donne, angoscia e preoccupazione per milioni di uomini che temono la calvizie, i nostri capelli sono un bene prezioso che dovremmo imparare a conoscere e rispettare meglio.
 
Per sè i capelli, veri o finti, hanno  avuto ruoli importanti nella vita degli esseri umani. 
Le parrucche hanno da sempre svolto un compito non solo riparatorio, nei confronti della calvizie naturale. Dai faraoni egizi, alla nobiltà settecentesca,  sino alle donne ebree di oggi la parrucca è un ornamento prezioso perchè riproduce la funzione estetica delle chiome senza, però, incombere nei classici problemi di igiene correlati.
Ma non è tutto. La parrucca è un importante supporto psicologico, un mezzo per aumentare l’auto stima e l’amore-rispetto per il proprio corpo, per chi ha perso i capelli in seguito alle terapie contro il tumore.
Inoltre non è un caso che in alcuni ospedali ci siano appositi estetisti che insegnano come truccarsi o pettinarsi per camuffare i propri difetti fisici. 
Quindi la parrucca o il parrucchino entra attivamente nella vita umana come rimedio estetico, come mezzo per ovviare alla possibile impurità legata ai capelli, come strategia di camuffamento…
Ancora più ampio è il discorso della capigliatura naturale.
Se già gli antichi romani ed i barbari si servivano di un proto-ferro per arricciarsi barbe e capelli, ovvero si cospargevano barbe e capelli di particolari sostanze per diventare biondi, non stupisce che sempre più uomini oggi non disdegnino, al pari delle donne, l’idea di tingersi i capelli, di farsi la permanente o la messa in piega, di acquistare maschere, olii…
Ma quali sono i segreti per mantenere sani e forti i nostri capelli? Per conservare il loro Wellthinesse, che, inevitabilmente, ha una forte influenza sul nostro benessere, la nostra salute, la nostra felicità.   
A tale proposito, il dermatologo Zoe D. Draelos, ha  messo a punto una serie di suggerimenti su come dovremmo prenderci  cura dei nostri capelli affinchè risultino sempre sani, folti, forti, luminosi…

Zoe, professore presso la Duke University School of Medicine, Durham, NC, ha messo in luce quali sono le più comuni cause di danneggiamento dei nostri capelli, come possiamo cercare di ripararvi e mantenerli sani.

“Uno degli equivoci più comuni sui capelli è di ritenerli vivi, quando in realtà non  sono vivi e, perciò, una volta danneggiati, non guariscono”, secondo Draelos.

“Per questo motivo, non possono ‘guarire da sé’. L’unica soluzione è che ci sia  la crescita di nuovi capelli nel cuoio capelluto.”

“Le donne devono capire che tutto quello compiono per farli apparire belli, come l’utilizzo di tinture per capelli, permanenti e prodotti liscianti… possono anche avere l’effetto opposto, se non adoperati con cautela”

Per mantenere i capelli sani, cercando il meglio per loro, Draelos suggerisce:

1. Meno facciamo per i nostri capelli, meglio è. Quindi evitiamo, tra l’altro acconciature strane o simili manipolazioni.

2. Ricordiamoci di lavare il cuoio capelluto, che è dove c’è il grasso e di cospargere di shampoo il meno possibile anche le lunghezze dei capelli. Lo shampoo serve prevalentemente a pulire il cuoio capelluto e  può danneggiare i capelli se ne abusiamo.

3. Lasciamo che sia il grasso del nostro cuoio capelluto a definire la frequenza con la quale ci laviamo la testa. Se il nostro cuoio capelluto è grasso, dobbiamo lavarla più spesso che non se è normale o più secco

4. dobbiamo utilizzare il balsamo solo sulle punte dei capelli, non sul cuoio capelluto, per ottenere i migliori risultati.

5. Scegliamo uno shampoo ed un balsamo, sulla base di come intendiamo asciugare e modellare i capelli, e delle loro caratteristiche specifiche ricci o lisci, sullo stato specifico dei nostri capelli, in  base a quanto sono rovinati, fini o crespi. Questi prodotti non devono necessariamente essere costosi per funzionare bene sui nostri capelli.

6. Indossiamo un cappello per proteggere i capelli dai raggi ultravioletti (UV).

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: