Il nostro modo di valutare i comportamenti umani dipende dalle nostre differenze culturali

Quali sono i limiti tra la cultura e la natura? È vero che la nostra cultura è, semplicemente, un sovrastruttura tolta la quale, siamo tutti, in ultima analisi, semplicemente, esseri umani?

Uno studio dimostra che le persone nelle diverse culture formulano ipotesi diverse su chi li circonda.

I ricercatori hanno studiato le onde cerebrali di soggetti appartenenti al ceppo caucasico ed asiatico ed hanno trovato che le differenze culturali nel nostro modo di pensare gli altri sono radicate nei meandri della nostra mente.

Essendo incorporate nelle zone più profonde del cervello, mettono in discussione la nozione suffragata dal senso comune che la cultura sia una realtà superficiale, epidermica.

Per decenni, gli psicologi hanno creduto che sia naturale, per gli esseri umani, analizzare i comportamenti e collegarli automaticamente alla personalità.

“Ad esempio, quando si vede un giovane che lascia il posto ad un anziano sul treno, si salta alla conclusione che tale persona sia molto carina e gentile”, ha detto Shinobu Kitayama dell’Università del Michigan, nonché co-autore della ricerca in questione, con Jinkyung Na.

“Ma il comportamento osservato può essere motivato anche da altri fattori. Per esempio, il capo dell’autore del gesto potrebbe essere sul treno, o ci potrebbero essere regole sociali molto forti” che hanno portato l’uomo più giovane a dare il suo posto all’anziano.

Una serie di ricerche precedenti hanno trovato che gli americani sono più inclini a desumere la personalità dal modo di comportarsi della gente, mentre gli asiatici sono più propensi a considerare i fattori sociali.

Gli psicologi spiegano il fatto dicendo che, fare delle ipotesi sulla personalità è automatico, che tutti lo fanno, ma che gli asiatici continuano da lì, con una seconda fase del pensiero: vi associano anche una serie di considerazioni relative ai fattori sociali concomitanti.

Ma i risultati ottenuti da Kitayama e Na, vanno in un’altra direzione.

Nel loro studio, eseguito confrontando studenti euro-americani ed asiatico-americani, hanno chiesto a loro di memorizzare le facce ed i comportamenti di alcune persone.

Ad esempio, potevano vedere la faccia di una donna e leggere che Julie controlla gli allarmi anti-incendio ogni sera prima di andare a dormire.

In una seconda fase dell’esperimento, i ricercatori hanno trovato varie prove che gli euro-americani hanno sviluppato delle inferenze sulla personalità di Julie durante il primo compito di memorizzazione, mentre gli asiatico-americani non lo hanno fatto.

I due studiosi hanno misurato concretamente i tipi di onde cerebrali emesse dai partecipanti.

Ad esempio, se un europeo-americano, ha visto le suddette informazioni ed, in seguito, gli è stato mostrato volto di Julie, immediatamente seguito da tratti di personalità, l’ha ritenuta una donna coraggiosa e valorosa.

Una simile assunzione è, chiaramente, contro i della personalità tratti impliciti nel suo comportamento. Così, in una frazione di secondo, il cervello di chi ha risposto, resta sorpreso da quanto crede di avere visto

Negli americani di origine asiatica, una tale attività cerebrale e sorpresa non è stata trovata perché non avevano dedotto dal comportamento di Julie che fosse una donna prudente o nevrotica.

“Questo dimostra che vi sono reali differenze culturali in come le persone percepiscono gli altri”, ha detto Kitayama.

“Non è solo una questione di uno sforzo intenzionale deliberato, la risposta immediata che diamo al comportamento di qualcuno sembra essere molto diversa”, ha aggiunto Kitayama.

“Spesso abbiamo la sensazione che la cultura sia come un vestito che possiamo toglierci  rimanendo, in fondo, tutti esseri umani”, ha spiegato Kitayama.

“C’è una qualche verità in questo, ma gli studi come il nostro incominciano a dimostrare che la cultura può essere molto più radicata in noi, di quanto si sia creduto fino ad ora. Quello che sembra essere naturale, o tipico di una mente umana, può essere plasmato culturalmente,” ha concluso Kitayama.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: