L’OMS ridimensiona il pericolo Giapponese

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che i rischi per la salute pubblica provenienti dall’incidente nucleare in Giappone non sono aumentati, per il semplice motivo di essere stati definiti come di livello sette, pari di Chernobyl.

“La valutazione del rischio per la salute non è mutato di fuori della zona di 40 km dalla centrale. Non crediamo che il rischio sia maggiore oggi di quanto non fosse ieri”, ha detto Gregory Hartl, portavoce per l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite.
Hartl ha, inoltre, sottolineato che le misure adottate “sembrano non essere abbastanza” per il momento.
Il Giappone ha innalzato il livello di emergenza nucleare ad un massimo di sette su scala internazionale di sette punti, mettendolo alla pari con il disastro di Chernobyl del secolo scorso.
Essendo valutato un “incidente rilevante, per gli effetti sulla salute e sull’ambiente, si è basato sulla radiazione totale rilasciata dall’impianto che è stato un decimo dell ‘incidente del 1986 in Unione Sovietica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: