Osama Bin Laden è morto. Ed ora?

Osama Bin Laden, la mente criminale dietro alla potente al-Quaeda nonchè il terrorista più ricercato al mondo  dopo gli attentati dell’11 settembre 2001, è stato ucciso dalle forze militari statunitensi, ha annunciato Barack Obama.

In un discorso alla nazione, il presidente Obama ha detto che Bin Laden è stato ucciso, la scorsa notte, in un'”operazione mirata” ad Abbottabad, una cittadina ad un paio di ore di macchina a nord dell’altopiano di Islamabad.

Le operazioni, iniziate dall’intelligence lo scorso agosto, sono culminate con un intervento di un “piccolo gruppo di americani che, in uno scontro a fuoco ha ucciso Bin Laden, con la stretta collaborazione del Pakistan”, ha dichiarato Obama.

Il corpo di Osama è, ora, nelle mani degli Stati Uniti dove dovrà venire identificato, secondo le prime indiscrezioni delle reti televisive al di là dell’Oceano.

Con il diffondersi della notizia, una grande folla festante si è raccolta davanti ai cancelli della Casa Bianca, a Washington DC, intonando l’inno nazionale.

Il presidente Obama ha dato l’annuncio a circa le 11,30 su Night Live.

La cattura di Bin Laden è avvenuta ad otto anni di distanza da quando il presidente George Bush ha dichiarato che voleva Bin Laden “vivo o morto”. Ma il merito ed il riconoscimento degli statunitensi verrà tribuito a Barack Obama che ha annunciato la vittoria finale degli Stati Uniti.

È, decisamente, di un punto di svolta nella “guerra al terrorismo” globale iniziata l’11 settembre.

Inutile dire che una simile notizia è molto importante sia per la politica estera degli Stati Uniti, che, dal 2001 ha avuto come obiettivo fondamentale il disarmo e lo smembramento di al-Qaeda sia per dare una forte ipoteca alla rielezione di Obama nel 2012.

Come candidato durante la campagna elettorale del 2008, Obama ha ripetutamente promesso: “Faremo uccidere Osama bin Laden”. E così è stato.

Nella capitale pakistana, Islamabad, un diplomatico occidentale ha descritto la notizia come un “cambio di gioco”, non solo per al-Qaida, ma anche per la politica estera degli Stati Uniti in Pakistan ed in Afganistan, una regione sconvolta dai tumulti e dalle violenze da 10 anni.

“Sono felicissimo”, ha affermato il diplomatico. “Ma che cosa significa esattamente tutto cio, non è davvero chiaro”.

Alcuni analisti temono che morte di Bin Laden possa innescare un ritiro precipitoso degli Stati Uniti dalla regione, lasciando irrisolta la guerra contro i talebani in Afghanistan.

Probabile è anche una riconfigurazione dei rapporti con il Pakistan, dove la CIA è impegnata in una campagna contro i più importanti esponenti di al-Qaeda.

“È morto”, ha detto un funzionario dell’Inter-Services Intelligence, rifiutando di fornire altri particolari se non per dire che era stata “un’operazione di intelligence altamente sofisticata”.

Il funzionario ha dichiarato di non potere fornire ulteriori dettagli sull’uccisione, nè sul livello di coinvolgimento nell’operazione e sui rapporti con l’intelligence pachistana. “Daremo  maggiori informazioni in seguito”.

Si tratta di un evento, sibolicamente, molto importante ma i reali effetti che può scatenare sono davvero imprevedibili. Gli scenari che si aprono ora sono i più disparati: dalla fine della guerra decennale ad un suo ulteriore inasprimento con ripercussioni contro gli uccisori del leader carismatico con una nuova spirale di attentati, di violenze, di vittime.

Se è vero che, così si dovrebbe chiudere il cerchio aperto l’11 settembre, è, però, umanamente, naturale chiedersi se la vita di un terrorista sia davvero in grado di compensare le migliaia di morti civili, se non si tratti di altro sangue versato.

Certo l’ambivalenza è molta e la risposta difficile perchè, con molta probabilità, Bin Laden avrebbe potuto progettare altri attentati, istigare altri terroristi a mietere vittime innocenti…

Riprendendo le parole, che hanno riecheggiato tutto ieri di Papa Giovanni Paolo II, lo spirito dovrebbe essere all’insegna del “mai più la guerra”: ma come spiegarlo a chi ha perso i propri cari per mano dei terroristi affiliati a Bin Laden?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: