“Talenti”: il bambino magnetico con potere di guarigione e forza straordinaria

Ivan Stoiljkovic è un bambino croato di sei anni che vive a Koprivnica, nella Croazia del nord.

Come qualsiasi altro bambino di sei anni, Ivan si diverte a prendere a calci un pallone nel giardino della casa che condivide con la sua famiglia e sta imparando a suonare la fisarmonica come un hobby.

Ma parte ciò, è molto diverso dai suoi coetanei perché è dotato di particolari capacità con le quali sta sbalordendo la sua famiglia e gli abitanti del suo villaggio.

In primis, è dotato di una speciale facoltà “magnetica” che gli consente di attaccare oggetti metallici al suo corpo, mentre la sua famiglia sostiene che ha anche una maggiore resistenza ed extra-ordinari poteri di guarigione.

Il fatto che il suo corpo si comporti come un’enorme calamita è un fenomeno ben noto alla nostra communy del Wellthiness, da quando, qualche tempo fa, avevamo incontrato la donna calamita. Ma la situazione di Ivan è un po’ diversa perché, oltre ad essere magnetico, ha anche altre doti.

Quando il bambino si toglie la camicia, iniziano a muoversi verso lui e ad attaccandosi alle sue membra ed al suo tronco dai cucchiai ai telefoni cellulari, alle padelle: tutto ciò che, naturalmente, si sposta per effetto del magnetismo.

Ivan confessa “Non ho nessun problema a reggere oggetti di metallo, ma alla fine mi stanco. Eh già, mi stanco presto quando uso i miei poteri”.

Proseguendo con le altre facoltà insolite delle quali Ivan è dotato, secondo la sua famiglia, ha anche particolari poteri terapeutici che gli permettono alleviare i dolori della gente. A beneficarne, per ora, sono stati in pochi.

Primo tra gli altri il nonno Ivo.

A fronte dei forti dolori allo stomaco patiti dall’uomo, il nipote gli ha imposto le mani sulla zona sofferente dandogli un immediato sollievo.

La dinamica della guarigione segue, dunque, un percorso non nuovo nel campo delle medicine non-scientifiche ed in ambienti esoterici.

L’imposizione delle mani a scopi terapeutici vanta una plurimillenaria tradizione che rimanda agli sciamani, ai sacerdoti egizi, ai re taumaturgici e non è esente nemmeno a comparire nelle varie religioni partendo dal Cristianesimo stesso con Gesù che guarisce con il tocco della mano.

Per inciso il toccare è un’esperienza fondamentale in molti contesti: è la fede, il potere invisibile che diviene evidenza oggettiva, materiale. È una speciale forma di tattilità sociale.

Il nonno Ivo, riassume così la sua esperienza di guarigione “Quando mio nipote mi ha imposto le mani sullo stomaco, sono diventate estremamente calde ed il dolore se ne è, semplicemente, andato”

“Quando qualcosa ci fa male, chiediamo ad Ivan di mettere le mani sulla ferita e il dolore scompare in un lampo”, conferma la mamma.

Ma Ivan non si schermisce nemmeno dal mettere i suoi poteri a disposizione dei non famigliari, qualora se ne renda necessario.

Così, in un’altra circostanza Ivan ha dato prova concreta dei suoi poteri di guarigione calmando il dolore di un vicino di casa feritosi ad una gamba durante un incidente con un trattore.

E, come se ciò non bastasse, Ivan è anche molto più forte degli altri bambini della sua età: è in grado di trasportare, con una certa facilità sacchi di cemento di 25 kili.

Il caso di Ivan è uno dei tanti esempi dei molti talenti e doti, anche fisici, dei quali l’uomo può essere provvisto ma che restano ancora, perlopiù e dai più inespressi.

A questo punto diventa importante provare a domandarci se abbiamo anche noi dei talenti fisici, morali, sociali, mentali,… nascosti.

Quali sono?

Perché non sappiamo o non vogliamo utilizzarli?

Perché tante volte preferiamo fingere di non conoscerli, di non averli piuttosto che di metterli al servizio nostro e degli altri?

Li ignoriamo per pigrizia? Per paura?

Indipendente dalla religione o dal credo morale che professiamo, dovremmo tutti ricordare la parabola dei talenti nella quale Gesù invitava tutti a fare fruttare i propri talenti, tanti o pochi che siano, perché è la nostra missione sulla terra, è il nostro modo per essere a pieno noi stessi, per portare a termine il nostro compito, per esprimere pienamente la nostra essenza più profonda.

Proviamo a pensare seriamente quali sono, davvero, i nostri talenti.

Come li usiamo?

I nostri talenti possono aiutarci ad avere una vita diversa, più piena, più felice.

Possono essere il nostro piccolo, ma fondamentale contributo a un mondo migliore.

Annunci

3 Risposte to ““Talenti”: il bambino magnetico con potere di guarigione e forza straordinaria”

  1. Aldo Cannavò Says:

    Secondo lo yoga,i doni di Ivan dipendono dal risveglio della Kundalini,forza primordiale generalmente dormiente in corrispondenza del coccige (chiamato non a caso osso sacro ).La meditazione ed altre pratiche hanno lo scopo di risvegliarla e farla salire per un canale energetico (sushumna) attraversando i sette kakra (ruote di energia) sino ad uscire da quello superiore,alla sommità centrale del capo.In India non si considera vero Yogi chi non è pure guaritore. Qualsiasi pratica ascetica,in molte religioni può sviluppare il dono della guarigione.Anche gli Esseni,confraternita ascetica nata in Palestina qualche secolo prima della venuta di Cristo,avevano la facoltà di guarire con l’imposizione delle mani.Debbo però precisare che Gesù guariva anche senza imporre le mani e comandava le forze della natura,come ci spiega il Vangelo quando dalla barca,svegliato dai suoi apostoli,calma la burrasca del lago di Tiberiade. Gesù era Dio e dominava le leggi del mondo da Lui create.I guaritori invece agiscono per doni ricevuti,spesso celati in loro dalla nascita e sviluppatisi o spontaneamente o con pratiche adeguate.

    • Grazie Aldo, come sempre sei molto preciso e chiarificatore. Tra l’altro, in effetti la vera ed importante, almeno per chi è credente, differenza tra i semplici guaritori e Gesù è proprio questa!

  2. […] Britannica, che attira a sé gli oggetti metallici, probabilmente come reazione allo stress, ed il bambino-calamita croato che dotato di forza straoridianria e poteri di guarigione, dopo le recenti scoperte sulla […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: