La scienza spiega perchè il mese di nacita è la chiave della nostra longevità e salute

Nella maggior parte delle culture e delle epoche storiche, abbiamo cercato una relazione tra la nostra data di nascita e il mese, il giorno, l’anno, l’ora, la posizione degli astri,… nella quale siamo venuti al mondo.

È abbastanza naturale perché, in quanto esseri immersi nel tempo e nello spazio, siamo portati a cercare o dare un senso alla nostra esistenza ed alle sue specifiche coordinate.

E, proprio nel tentativo di trovare una risposta, abbiamo creato dagli oroscopi ai temi natali (il tema natale è la raccolta dei nostri avvenimenti, passati, presenti e futuri rappresentata dal grafico delle stelle del cielo al momento della nostra nascita. Per realizzare un  tema natale occorrono, dunque, la data, il luogo e l’ora di nascita), passando per gli oroscopi cinesi (che dicono di predire il sesso del bambino partendo dall’età della mamma e dal giorno del concepimento) e molti altri strumenti simili che, da sempre, la scienza ed il suo sapere positivo-razionale, non esita ad etichettare, con un certo disprezzo, come l’astrologia e tutto i saperi che ha definito “alternativi”…

Negli ultimi tempi, però, la scienza stessa sta incominciando ad uscire dalla sua torre eburnea per cercare di capire, di svelare, di rendere ragione di tanti fenomeni che, pochi anni fa erano completamente censurati e banditi.

All’interno di un simile, stravolgimento, e del nuovo scenario che si sta prospettando, si inserisce una serie di curiose indagini che si propongono proprio di capire l’influsso della data di nascita sulla nostra salute, sul nostro Wellthiness.

Non stiamo parlando, dunque di oroscopi, chiromanzia, o discipline affini, anzi, è pura, rigorosa scienza.

Ebbene, secondo una ricerca, il mese nel quale nascono i bambini può incidere su tutto ciò che li contraddistingue: dall’intelligenza alla lunghezza della vita.

In particolare, i bambini dati alla luce in periodo primaverile sono a maggior rischio, rispetto a quelli nati in estate, di contrarre varie patologie, incluse, tra l’altro, l’asma, l’autismo, la schizofrenia, la sclerosi, l’anoressia nervosa e l’Alzheimer.

Ossia, come spiega Lahiru Handunnetthi, del Wellcome Trust Centre for Human Genetics: “Varie indagini hanno trovato che mentali malattie come la schizofrenia, il disturbo bipolare, la depressione, l’anoressia nervosa sono più comuni tra i nati in primavera”.

In generale la ricerca ha trovato che chi festeggia il compleanno tra aprile e giugno, di solito, ha una vita leggermente più corta rispetto a chi lo celebra in ottobre, novembre e dicembre.

Altre indagini analoghe condotte negli Stati Uniti hanno dimostrato che i nati in autunno, si contraddistinguono per avere circa 160 giorni in più di vita dei nati in primavera.

Gli scienziati ritengono che tali differenze dipendono spesso dal tipo di esposizione al sole che ha la futura mamma mentre è incinta.

La mancanza di luce solare può avere effetti di lunga durata sulla mente e la salute fisica del bambino nei primi mesi di gravidanza, perché è proprio solo la luce del sole che innesca e stimola la produzione di vitamina D nel corpicino in via di sviluppo del feto, così come nelle persone normali, includa la mamma.

Un’ulteriore prova dell’importanza di sole è evidenziata dalla constatazione che il rischio di malattia tende ad essere maggiore tra i nati in marzo e maggio dell’emisfero boreale. Di contro ed ovviamente, per chi si trova agli antipodi, il modello è, invece, invertito.

Non è dunque, solo questione di esoterismo più o meno professionale e sincero o cialtrone e truffaldino, anche la scienza, nel profondo cambiamento culturale in corso, mentre rivede i suoi modelli tradizionali, sta davvero subendo un profondo mutamento che, in un certo senso, dopo il disincantamento che l’ha guidata in uno scettico materialismo, sta iniziando un processo di sano re incantamento, di ritorno ad una prospettiva olistica che, in un certo senso, la riporta alle sue origini, quando tra astrologia ed astronomia non c’era differenza, come tra chimica ed alchimia.

Annunci

2 Risposte to “La scienza spiega perchè il mese di nacita è la chiave della nostra longevità e salute”

  1. Aldo Cannavò Says:

    A parte l’esposizione solare o no della mamma,che certamente influenza la salute del nascituro,sarebbe utile catalogare malattia per malattia e relativa data di nascita di ogni paziente. Sono certo che si farebbero scoperte interessanti,poichè ho osservato che certe malattie,incidenti,qualità personali e relativi successi od insuccessi coincidono stranamente con le varie date di nascita delle persone. Gli astrologi seri dicono che gli astri influenzano la persona ma non determinano le sue decisioni,poichè è la volontà dei singoli che stabilisce il loro comportamento e le relative conseguenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: