Eclissi totale di Luna: tutte le superstizioni e le credenze di un fenomeno incantevole

Il timore di tutto ciò che risulta sconosciuto è naturale.

È un terrore sorto migliaia di anni fa, da varie convinzioni riguardo l’esistenza di realtà e fenomeni soprannaturali e i corpi celesti…

Molti, oggi, irridono tali credenze ed i timori o le paure nei confronti dei vari fenomeni connessi.

Tuttavia resta ancora ambiguo quanto di verità ci sia sotto tali storie e credenze, in quanto molte non hanno ancora nessuna plausibile spiegazione scientifica.

Invero, la ricerca è stata, da sempre, in parte, stimolata dalle realtà celesti incomprensibili, ma in parte, anche, bloccata, per secoli, dalle credenze ed i fantasmi che albergavano nelle menti e degli uomini riguardo a molti fenomeni soprannaturali.

E benché la scienza sia riuscita, nonostante tutto, a progredire oltre ogni immaginazione, molte superstizioni sono riuscite, comunque, a conservarsi e venire tramandate nel tempo.

COME SONO NATE TALI SUPERSTIZIONI?

Un esempio tratto dalla quotidianità è la convinzione di molti che il moto dei corpi celesti sia in grado di esercitare particolari effetti sulla personalità umana e che abbiano un’importante funzione di premonizione.

Tra le credenze legate ai corpi celesti, un posto particolare è riservato al sole ed alla luna, non di rado associati a forze angeliche o demoniache.

Analogamente, le eclissi solari e lunari sono state guardate, e continuano ancora da esserlo, con un timore che siano presagio di qualcosa di negativo, con una qualche paura che siano foriere di malattie e con una più o meno esplicita convinzione che siano destinate ad arrecare qualche disgrazia dovuta all’ira divina dove si verificano. Una simile associazione di idee ha convinto molti che carestie, epidemie, catastrofi o altre simili catastrofi siano opera del diavolo.

COME SONO STATE CONSIDERATE LE ECLISSI LUNARI NELLE DIVERSE CIVILTÀ?

Tra le molte superstizioni collegate ai corpi celesti, le eclissi di luna hanno collegato un ricco repertorio di superstizioni e dato vita a molte spiegazioni soprannaturali nelle culture del mondo.

Benché oggi abbiamo una perfetta nozione di come funzionino, nell’antichità nessuno sapeva esattamente che cosa stesse accadendo quando la Luna scompariva nel cielo notturno.

E, mancando tali nozioni, era normale iniziare a speculare sul fenomeno dando vita alle molte superstizioni che possiamo ancora oggi ritrovare nelle varie parti del mondo.

TRA DISTRUZIONI E TIMORI

Un aspetto molto ricorrente è l’identificazione delle eclissi con una sorta di calamità per il mondo o un’imminente distruzione.

Partendo dagli antichi i Greci a Colombo che si è servito proprio di un’eclissi per convincere i nativi della Giamaica ad aiutarlo evitando la minaccia di di morire di fame.

Altre superstizioni vogliono che l’eclissi lunare influenzi fortemente la natura umana e porti la gente, a volte, a diventare pazza o a comportarsi in maniera strana. Ed, a detta di costoro, ciò sarebbe avvallato dal fatto che alcuni dicono di sentire potenziate le proprie forze quando vengono colpiti dai raggi della Luna.

Inoltre, l’eclissi lunare è molto più enigmatica di quanto si possa pensare perché non riguarda soltanto la natura umana, ma ha affetti anche sulle maree dell’oceano possente poiché, durante un’eclissi, c’è alta marea.

NELL’ANTICA BABILONIA

I Babilonesi credevano che il nascondersi della Luna fosse un presagio di sventura in qualche posto nel mondo. Ed hanno persino studiato la parte della luna eclissata che avrebbe portato maggior disgrazie.

Così, quando ci fosse stata un’eclisse di tale zona lunare, sapevano che gli dei avrebbero infierito in modo particolare e che la gente in quella parte del mondo avrebbe dovuto prestare molta attenzione.

Nell’antica terra di Babilonia, c’erano molti indovini che si peritavano di offrire previsioni basate sulla lettura della Luna servendosene per definire come gli uomini avrebbero dovuto comportarsi e quali scelte avrebbero dovuto compiere.

NELL’ANTICA CINA

In cinese antico, il termine per Eclissi è ‘chih’, che significa ‘mangiare’.

Così, i cinesi credevano che un drago stesse mangiando la Luna, pertanto sparavano con i cannoni contro la Luna stessa, nella speranza di spaventare il drago costringendolo a fuggire.

In effetti, la marina militare cinese ha sparato contro la Luna fino a non più tardi del XIX secolo, proprio a dimostrazione di quanto la tradizione culturale sulla luna fosse radicata nella realtà locale.

IN INDIA

Molti indiani ancora oggi continuano a rifugiarsi in luoghi riparati durante le eclissi, in quanto ritengono che l’eclissi di Luna consenta a dei raggi malefici di colpire la Terra.

Si nascondono, dunque, in casa e chiudono tutte le finestre e le porte, nella speranza di restare incolumi ai mali generati dai raggi.

Inoltre, per spaventare le forze del male fanno rumore con le pentole o altri oggetti così da liberare la Luna.

NELLA BIBBIA E PER LA SCIENZA 

La Bibbia dice che quando la Luna diventa rossa, sta per arrivare l’Apocalisse.

Per inciso, è quasi strano che qualcuno dei soliti catastrofisti o degli apocalittici, dopo la Super Moon Extreme,  non abbaia avanzato nessuna pretesa per l’eclisse di questa sera che sarà proprio con Luna rossa.

Invero la Luna sembra rossa per un fenomeno ottico di rifrazione differenziale della luce dei raggi solari che attraversano l’atmosfera la quale si comporta come un’enorme prisma.

Ossia, come riporta Wikipedia:

La luce solare attraversa l’atmosfera terrestre e subisce una rifrazione differenziale (dal viola cupo al rosso scuro). I raggi sono multicolori perché l’atmosfera terrestre si comporta come un prisma.

Tali raggi in parte colpiscono la superficie del nostro pianeta il quale li reinvia sulla Luna. I colori rossi sono quelli meno diffusi dall’aria, al contrario dei blu-violetti, che sono invece “sparpagliati” in tutte le direzioni, ed è questo il motivo per cui il cielo è azzurro e il sole all’orizzonte appare rosso.

La Luna, che durante l’eclisse non è raggiunta dalla luce diretta del Sole, è pertanto illuminata da questa luce rifratta dall’atmosfera terrestre, in prevalenza rossa, e quindi appare rossa.

Tutto ciò spiega (in parte) il fenomeno dell’arrossamento lunare. A complicarlo c’è la colorazione della superficie terrestre sulla quale insistono i raggi che sono riflessi sulla Luna: gli oceani, i deserti, le foreste e così via, si presentano con colorazioni diverse le quali, combinandosi con il rosso possono dare luogo ad altrimenti impreviste tonalità color rame, marrone, ecc. e per di più mutevoli nel trascorrere del tempo.

Tra superstizioni e realtà scientifiche, resta comunque la magia e l’incanto del cielo notturno che, ancora una volta, ci offre un imperdibile, raro e lungo spettacolo con l’eclissi totale di Luna.

Così, alzando gli occhi al cielo, questa sera, non dimentichiamoci che, come suggeriva Ralph Waldo Emerson:

L’uomo che ha visto la luna
sorgere da dietro le nuvole nel
cuore della notte, ha assistito alla
creazione della luce e del mondo

E domandiamoci, dunque, con Jhon Keats

Cosa vi è in te, o luna,
che turba così violentemente il mio cuore?

Annunci

Una Risposta to “Eclissi totale di Luna: tutte le superstizioni e le credenze di un fenomeno incantevole”

  1. E’ solo parte di un determinato spostamento della Luna e della Terra che crea questo allineamento….tutto qui….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: