Magnetocezione: l’uomo può percepire il campo magnetico terrestre?

Un campo di studi estremamente affascinante e di grande attualità culturale, riguarda lo sfaccettato e cangiante multi-verso dei sensi.

È abbastanza naturale che, nella era e nella Società Mulltisensibile, venga dedicato un crescente spazio ed una sempre più approfondita riflessione proprio sulla sfera sensoriale.

Ammesso, dunque, che i nostri sensi sono molti più dei cinque che siamo stati abituati a considerare, per convenzione e tradizione, la domanda cruciale che emerge è: quali sono gli altri sensi dei quali è dotato l’uomo?

Tra gli altri c’è anche il senso del magnetismo, ma magnetocezione che, una serie di esperimenti scientifici, ha appena provato esistere anche nell’uomo.

Di che cosa si tratta e come funziona?

Per gli uccelli migratori e le tartarughe marine, la capacità di percepire il campo magnetico terrestre è fondamentale per orientarsi sulle lunghe distanze che devono compiere durante i viaggi migratori.

Da sempre, si è ampiamente presunto che noi esseri umani non siamo dotati di un analogo, innato senso magnetico. Ossia non riusciremmo a percepire l’energia magnetica prodotta dalla massa ferrosa presente nel centro del nostro pianeta e dalla sua velocità di rotazione che genera un effetto-calamita dando vita al polo positivo ed il negativo.

Una ricerca pubblicata in Nature Communications da alcuni docenti dell’Università del Massachusetts Medical School, dimostra, invece, che una proteina presente nella retina dei nostri occhi può percepire campi magnetici quando impiantati nel moscerino della frutta (la Drosophila). La scoperta riapre, così, il discorso dei sensi nell’uomo e rilanciano una serie di nuove indagini a livello di biologia sensoriale.

In molti animali migratori, le reazioni chimiche sensibili alla luce che coinvolgono la criptocromo flavoproteina (CRY) si pensa che svolgano un ruolo importante nella capacità di percepire il campo magnetico terrestre. Nel caso della Drosophila, alcuni studi precedenti eseguiti nel laboratorio Reppert hanno dimostrato che la proteina criptocromo presente in queste mosche, può funzionare come un sensore magnetico foto-dipendente.

Per verificare se la proteina criptocromo 2 (hCRY2) presente nella specie umana abbia una simile capacità magnetica sensoriale, Steven Reppert della Higgins Family e Lauren Foley del Worcester Polytechnic Institute, hanno creato una Drosophila transgenica priva della proteina criptocromo ma dotata della hCRY2.

Utilizzando un sistema comportamentale, il team del Laboratorio Reppert, ha mostrato che queste mosche transgeniche sono in grado di percepire e rispondere ad un campo magnetico generato da una bobina elettrica e che questo comportamento è correlato alla luce.

I risultati dimostrano, dunque, che la hCRY2 molecolare ha la capacità di funzionare come un sistema di rilevamento magnetico e ciò, ovviamente, suggerisce nuove linee di indagine sulla magnetoricezione umana.

“Sono auspicabili ulteriori ricerche sulla sensibilità magnetica negli esseri umani a livello comportamentale, con particolare attenzione all’influenza del campo magnetico sulla funzione visiva, piuttosto che non visuali di navigazione”, conclude il team del Laboratorio Reppert.

Avere la prova scientifica dell’esistenza del senso della magnetocezione è un tassello che si aggiunge al grande puzzle della sensorialità.

Si tratta di un passo avanti nella comprensione della nuova Era e della Società Multi-sensibile e ci consente di pensare alla nostra esperienza interna e del mondo esterno, in modo più ricco, più articolato, senza limitarci a ridurla alle cinque classiche sfere della vista, dell’udito, del gusto, del tatto e dell’olfatto.

Una Risposta to “Magnetocezione: l’uomo può percepire il campo magnetico terrestre?”

  1. […] croato che dotato di forza straoridianria e poteri di guarigione, dopo le recenti scoperte sulla magneticezione e il caso della donna inglese allergica ai campi magnetici,  ora è la volta di Paulo David […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: