L’incredibile amore della coraggiosa Mumpy che dona la vita inutilmente

La storia di Mumpy Sarkar è una tragedia, una prova di coraggio e d’amore che sembra quasi incredibile.

Proprio un paio di sere fa mi è capitato di vedere lo splendido e toccante film John Q nel quale Denzel Washington interpreta la parte di un uomo che, disperato per non avere la copertura assicurativa sufficiente a pagare un trapianto cardiaco per il piccolo figlio in pericolo di vita, dopo avere preso in ostaggio un pronto soccorso, nel tentativo di ottenere ugualmente l’intervento, medita di suicidarsi per donargli il suo cuore.

La nostra storia ha per protagonista una ragazzina dodicenne del piccolo villaggio di Jhorpara, nell’Ovest del Bengala.

Mumpy si è uccisa perché suo padre aveva bisogno di un’operazione chirurgica agli occhi ed il fratello di un rene.

I suoi genitori, però, non hanno trovato la lettera che la ragazza aveva scritto prima di suicidarsi nella quale spiegava chiaramente le proprie volontà ed intenzioni.

Così il suo corpo è stato cremato senza utilizzarne gli organi.

Per mesi, Mumpy aveva sentito le discussioni in famiglia sul fatto che solo un intervento chirurgico agli occhi avrebbe potuto impedire al padre di diventare cieco ed un trapianto di rene avrebbe potuto salvare la vita di suo fratello.

Entrambi gli interventi andavano oltre le disponibilità della povera famiglia, tuttavia, Mumpy aveva pensato un piano straordinario per risolvere il problema.

Si sarebbe uccisa così da evitare ai suoi genitori non solo di doverle procurare la dote per quando si sarebbe sposata, e da dare donare al padre ed al fratello i propri organi.

Le loro condizioni la preoccupavano molto, così ha deciso di dovere fare qualcosa al riguardo.

Uno dei reni del fratello Monojit Sarkar, era seriemente danneggiato mentre l’altro si stava rapidamente indebolendo.

Dall’altro canto, suo padre, Mridul Sarkar, stava, a sua volta, perdendo gradualmente la vista.

Quando Mumpy ha detto alla sorella, Monica Sarkar, il suo piano suicida il 27 giugno, Monica si è solo limitata a ridere ed è andata normalmente a scuola.

Come suo padre sul lavoro.

Mentre la mamma, Rita Sarkar, era andata a prendere il riso, Mumpy ha ingerito un’abbondante dose di pesticidi. Le sue condizioni sono peggiorate rapidamente ed è morta poco dopo.

La lettera di intenti è stata, però, trovata dal padre solo il giorno dopo la cremazione di Mumpy nella sua camera da letto.

Era uno scritto indirizzato alla madre, nel quale le chiedeva di fare uso dei suoi occhi e reni per curare il padre ed il fratello.

Questa rivelazione ha sconvolto la famiglia ancora di più della sua inspiegabile morte.

“Siamo arrivati in ritardo a capire i sentimenti di una bambina molto sensibile,” ha detto Mridul piangendo.

La madre di Mumpy è sotto shock.

Questa settimana, Samir Poddar, il rappresentante del Consiglio di Stato, ha visitato Sarkar Mridul nella sua casa e ha promesso aiuti finanziari per l’operazione sua e del figlio.

Per quanto incolmabile la disperazione dei genitori, Poddar: ha annunciato: “aiuteremo presto questa famiglia in modo che possano iniziare le necessarie cure mediche”.

Questa è una storia di estrema povertà economica e di infinita ricchezza umana e spirituale, di un coraggio ed una generosità smisurata e di grande disperazione.

Mumpy: questo è l’Amore Supremo.

3 Risposte to “L’incredibile amore della coraggiosa Mumpy che dona la vita inutilmente”

  1. Se sui giornali si descrivessero anche fatti esemplari,come quello di Mumpy, anzicchè solo cronaca nera, ci accorgeremmo che il mondo è migliore di quel che sembra e miglioreremmo anche noi, poichè l’esempio è contagioso, sia quello cattivo che quello buono.

  2. è sublime !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: