Adduzioni degli alieni: come avviene?

Che cosa sono le adduzioni? Che cosa accade durante i rapimenti da parte degli alieni? Quali sono le dietrologie?

Su suggerimento di un membro della nostra community del Wellthiness, proviamo, oggi a trovare qualche risposta a tali quesiti.

 

Le storie di rapimenti alieni sono diventate un fenomeno mondiale che esige, ogni volta,  un’indagine approfondita per dimostrare la veridicità di chi l’ha raccontata.

Il numero di casi dichiarati di adduzioni, più o meno presunte, dal 1961, è di almeno una quarantina solo in USA.

Si tratta di un fenomeno non facilmente comprensibile.

Pertanto comporta ampie e continue ricerche anche perché quanto sostengono le persone coinvolte può o, più spesso, non può essere convalidato dai dati raccolti.

Accanto ai dati ufficiali c’è una grande quantità di situazioni non denunciate.

La domanda che molti si sono posti è, dunque: che cosa accade durante l’esperienza dell’adduzione e come vi fa fronte chi viene rapito dagli Ufo?

Secondo chi ha denunciato e segnalato il rapimento, l’esperienza incomincia,  fondamentalmente, con una luce inspiegabilmente luminosa vista in un campo, in cielo o in qualche zona della  propria abitazione.

Tutti gli apparecchi elettrici iniziano ad accendersi e spegnersi in modo frenetico.

L’individuo è paralizzato e può soltanto muovere gli occhi. Così vede degli esseri sconosciuti e strani apparire ed uscire dalla luce intensa.

Quindi l’addotto è trasportato sull’astronave aliena o con un raggio di luce o con qualche strano farmaco.

Una volta entrato nell’astronave, l’individuo rapito è messo su un lettino e spogliato.

Gli alieni poi lo sottopongono ad uno scrupoloso esame fisico che, non di rado, prevede il prelievo di campioni di tessuti e / o cellule, l’estrazione di fluidi corporei e l’analisi degli orifizi.

La maggior parte degli addotti dichiara di avere un impianto di qualche tipo inserito, dagli extraterrestri, sotto la pelle dei piedi, del naso, delle mani o delle palpebre .

Durante il rapimento sembra non ci sia molta comunicazione tra l’essere umano e gli extraterrestri.

Dal poco che viene raccontato, pare che il contatto avvenga utilizzando la telepatia.

Non esiste una spiegazione reale né riguardo al motivo del rapimento  né c’è qualche prova inconfutabile dell’adduzione stessa.

I soggetti interessati riferiscono di essersi sentiti come in una sorta di trance ipnotico che ha consentito agli alieni di diventare parte della loro mente.

Ogni tipo di comunicazione notata tra gli extraterrestri risulta incomprensibile perché impercettibile o svolta in una lingua non riconoscibile.

Quando vengono rapiti più esseri umani, non ci sono comunicazioni verbali tra di loro.

Alla fine dei test e degli esperimenti, tutti gli addotti vengono rilasciati nella zona dalla quale sono stati prelevati con l’eccezione di pochi che sostengono di essere caduti in una località sconosciuta.

In alcune situazioni, dopo l’adduzione, una volta ritornati a casa, alcune persone sono state sottoposte a sedute di ipnosi medica. Ciò ha consentito a loro di ricordare in modo molto dettagliato l’intero processo dal rapimento, agli esami e al ritorno.

Molte volte, in seguito all’adduzione, i soggetti presentano sintomi quali sangue dal naso, dolorose sinusiti, contusioni, incubi ed un generale peggioramento della salute.

Per anni ci sono state segnalazioni che hanno affascinano il pubblico.

Le pubblicazioni sugli avvistamenti di UFO, rapimenti alieni, le visite fisiche a particolari individui e la comunicazione telepatica sono ormai migliaia.

Ogni storia riceve sempre molte interpretazioni che, non di rado, muovono l’opinione pubblica riscuotendo consensi e credibilità o suscitando ipotesi di vari tipi di dietrologie politiche.

Diffusa è l’idea che il Governo sappia tutto ma pensi che il pubblico non sia ancora pronto a gestire la realtà della presenza degli alieni sul nostro Pianeta.

La paura instillata tra tante persone è alimentata dai film di fantascienza.

Ma descrivono davvero come potrebbe sembrare un alieno?

Il mondo ha davvero paura che gli alieni vogliano distruggerci?

Secondo antiche credenze, gli alieni ci si sono manifestati già da migliaia di anni ed hanno, per esempio, insegnato agli esseri umani a costruire le piramidi.

Si trattava solo di un primo segnale di ciò che deve accadere?

O il loro compito era semplicemente di istruirci per costruire le piramidi come luogo di approdo visivo per le loro visite future?

Simili quesiti aspettano ancora di ricevere delle risposte e se gli addotti riuscissero a risolvere questi dubbi, perché dovrebbero essere considerati dei pazzi?

L’interesse per gli alieni e le adduzioni taglia trasversalmente il genere umano interessando persone di ogni ceto e di ogni epoca.

Molti personaggi anche famosi hanno coraggiosamente espresso il proprio interesse per gli UFO a partire da Eisenhower. A detta di alcune voci, pare abbia, presumibilmente, avuto un incontro con i rappresentanti di un pianeta alieno ed abbia accettato di sottoscrivere un accordo: il così detto Trattato Greada.

Eisenhower non è il solo appassionato di UFO ad entrare nella Casa Bianca. Il fascino e le domande sugli alieni hanno intrigato anche Nixon e Truman ai quali va aggiunto Gleason.

I più, comunque, sono o sono stati sempre refrattari a rispondere o parlare dei propri interessi su UFO ed alieni.

Tuttavia, Nixon e Gleason erano buoni amici e compagni di golf e, durante le loro partite, sembra non si siano lasciati scappare l’occasione di discutere dell’argomento.

Si dice che una volta Nixon abbia dato a Gleason prove reali dell’esistenza degli extraterrestri.

Dopo di che Gleason era ansioso di vedere in prima persona gli alieni, così Nixon ha ordinato ai servizi segreti di portarlo alla Homestead Air Force Base, dove erano conservati i corpi degli alieni.

La famigerata Area 51, Roswell e Wright Patterson Air Force Base non sono gli unici posti dove si dice che il Governo Usa abbia le prove tangibili dell’esistenza degli alieni.

In alcune di queste aree sembra che, oltre ad essere conservati dei resti di UFO, ancora oggi ci sono più o meno frequenti avvistamenti.

Se tali aree sono protette dai funzionari governativi per tutelare il pubblico dalla presenza degli alieni, le pretese adduzioni potrebbero dare prove concrete di tutto ciò.

Chi racconta del proprio rapimento, però, finisce sempre, prima o poi, con l’essere ridicolizzato, messo in imbarazzo, fatto cadere in stati di confusione, ansia e paura.

La vera questione è: deve essere isolato ed etichettato come pazzo e mitomane,  o corteggiato per riuscire a dare una risposta alle centinaia di domande che dovrebbe avere?

Come sempre, è difficile discernere tra verità, presunte verità, menzogne. Così, alcuni sostengono anche che tante storie poco credibili siano appositamente date in pasto ai mass media ed ai new  media, dai servizi segreti per screditare le fonti attendibili dimostrando che tutto non sia altro fuorché un’immane farsa.

Quindi, può darsi che ci sia molta dietrologia ma non è da escludere nemmeno che possa esserci una verità alla base dei racconti delle adduzioni. Come si spiegherebbero, altrimenti, i dettagliati resoconti delle persone sottoposte a sedute ipnotiche?

Il mistero continua…

3 Risposte to “Adduzioni degli alieni: come avviene?”

  1. simone laici Says:

    bella spiegazione! nn come quelle stronzate di Mistero😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: