Stephen Mabbutt: l’uomo che sente il ruomore dei propri occhi

L’uomo che sente il rumore dei suoi occhi quando si muovono nelle orbite ha di nuovo una vita normale.

Nella sfera della nostra sensorialità, generalmente, i rumori interni al nostro corpo sono molto fiochi, se non impercettibili.

La nostra attenzione è perlopiù concentrata sui rumori che provengono dal mondo esterno.

Talvolta, alcuni suoni della realtà che ci circonda possono non essere identificati, come nel caso del misterioso Ronzio, allora, gli sorge il sospetto che si tratti di una disfunzione dell’apparato auditivo, ma non vi sono prove che si tratti di ciò.

Ma c’è anche chi affatica a sentire i suoni esterni perchè, davvero, assordato dai suoni che si producono all’interno del proprio corpo.

È il caso di Stephen Mabbutt, un uomo di 57 anni che vive a Charlton, vicino a Banbury.

La sua condizione è molto delicata perché perrcepisce in modo netto il proprio battito cardiaco, ma sente anche il suono dei propri occhi.

Ciò gli procura molte difficoltà a sentire quanto accade al suo esterno ed, ovviamente, ha un impatto deleterio sulla sua esistenza.

La sua storia inizia sei anni fa, quando si manifestano, per la prima volta, i sintomi della sindrome che lo colpisce.

L’uomo, improvvisamente, percepisce un dolore sordo nella parte laterale della testa.

Dapprima viene curato con spray nasali ed antibiotici, ma il suo udito si deteriorata rapidamente.

Poi si presentano ulteriori sintomi: forti rumori gli provocano le vertigini e la vista gli pulsa in relazione al ritmo delle parole che pronuncia.

“Quando alzavo la voce, me la sentivo risuonare in testa e le vibrazioni mi facevano vibrare anche la vista. Era una situazione intollerabile”, spiega.

“Alla fine ho potuto persino sentire il battito del cuore e quellod degli occhi che si muovevano nelle orbite. Era davvero un inferno, credetemi”.

Alla fine Mabbutt viene mandato da Martin Burton, un chirurgo dalla Radcliffe Hospital di Oxford, esperto di disturbi all’orecchio, il naso e la gola.

“Alcuni pazienti”, spiega il chirurgo “riescono persino a sentire il rumore prodotto del movimento dei loro occhi quando si spostano da un lato all’altro. Sentono l’attrito del muscolo mentre si muove. Lo sentono alla stregua di un rumore nell’orecchio.”

Burton fa una TAC a Mabbutt e nota dei fori all’interno dei canali semicircolari del suo orecchio interno.

Quindi presenta il caso a Richard Irving della Clinica dell’orecchio di Birmingham che gli diagnostica la sindrome deiscenza del canale semicircolare superiore (SCDS), una condizione rara scoperta dal chirurgo americano Lloyd B Minore, nel 1995.

La SCDS si verifica quando manca una parte dell’osso che copre i canali semicircolari nell’orecchio esponendo così la membrana inferiore, che è particolarmente sensibile.

I sintomi della SCDS comprendono problemi di perdita di udito e di equilibrio, in particolare provocato da rumori forti o variazioni di pressione che si percepiscono all’interno della propria testa.

Irving ammette che “nella popolazione britannica, c’è un’incidenza annuale di un caso su 500.000 per questa sindrome.”

“Ho avuto un paziente che cade ogni volta che scoppia a ridere. Chi è affetto da questa sindrome sente tutti i suoni interni al proprio corpo, in modo particolarmente forte”, prosegue Irving.

“I muscoli che muovono gli occhi sono collegati alle ossa del cranio ed, indubbiamente, questo genera una frizione, come si spostano i muscoli. Per questo, come dicevo, alcuni pazienti, come i loro occhi si muovono da un lato all’altro, sentono l’attrito creato dal movimento del muscolo, nella forma di un rumore nell’orecchio.”

La SCDS colpisce i canali semicircolari dell’orecchio che accentuano i suoni interni del corpo tanto da poterli ascoltare come una persona che parla ad alta voce.

Una simile condizione finisce con il distruggere la qualità della vita di chi ne è affatto.

“I sintomi sono talmente confusi che la medicina ha appena iniziato a sondare che cosa succede nella testa di chi soffre di SCDS, e non riuscivamo a capire la presenza di questa patologia finchè non è stata descritta”.

L’operazione per curare il problema ha implicato un’incisione di circa 5cm dietro l’orecchio, creando un piccolo canale attraverso l’osso per trovare “l’organo dell’equilibrio” e, con l’osso dello stesso paziente, i medici hanno creato un sigillo attorno alla parte difettata.

L’intervento ha un effetto dirompente su Mabbutt: la sua vita cambia in modo drastico.

“Potevo solo sperare, sperare che qualcuno mettesse mano alla mia situazione e mi riuscisse a dire che cosa mi stava succedendo!”

“Mi stavo iniziando ad abbattere e disperare non sapendo che cosa fosse questa mia malattia e se fosse curabile o meno. Ora vado alla grande. Mi sento come se fossi rinato. Ho più energia di prima e mi sento più brillante, più frizzante. Per chi non l’ha provato, è difficile da capire, ma vi assicuro che è una differenza incredibile.”

E conclude:  “Questa operazione mi ha radicalmente cambiato la vita. Adesso mi sento, finalmente, una persona diversa, una persona completa, a 360 gradi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: