Meno ci sentiamo amati, più diamo valore ai beni materiali

La relazione tra la nostra dimensione affettivo-emozionale e quella economico-materiale è stata a più riprese sondata mostrando che, più la prima ha un peso nella nostra esistenza, più la seconda ha un ruolo subordinato.

Ossia, l’amore, l’empatia, la relazionalità con il prossimo distolgono la nostra attenzione dagli aspetti venali, focalizzandola, invece proprio sui legami interpersonali, sulla circolazione di amorosi sensi.

Ma non è tutto qui, la situazione, secondo una serie di indagini recenti è ancora più complicata.

Le persone che si sentono più sicure di ricevere amore e di essere accettate dagli altri, danno meno valore economico ai loro beni, secondo una ricerca compiuta presso l’Università del New Hampshire.

Lo studio, condotto da Edward Lemay e dai suoi colleghi della Yale University, è pubblicata sul Journal of Experimental Social Psychology.

Lemay e l’equipe di ricercatori hanno scoperto che chi ha uno spiccato senso di sicurezza interpersonale, ossia si sente amato ed apprezzato, sono meno interessati al valore monetario degli oggetti rispetto a chi si sente meno amato ed apprezzato.

Nel corso dei loro esperimenti, i ricercatori hanno misurato quanto la gente valutava certi articoli specifici, come una coperta ed una penna.

In alcuni casi, gli intervistati che non si sentono sicuri hanno attribuito un valore fino a cinque volte superiore all’oggetto in questione, rispetto a chi si sente più sicuro.

“La gente valuta i beni, in parte, perché danno un senso di protezione, di rassicurazione e di comfort”, spiega Lemay.

“Ma abbiamo anche trovato che se le persone hanno già la sensazione di essere amati ed accettati dagli altri, il che può anche fornire loro un senso di protezione, assicurazione, e il comfort, i beni materiali appaiono ai loro occhi come dotati di un minore valore.”

I ricercatori ipotizzano che una simile scoprta possa giovare molto ed essere utilizzata per aiutare chi ha disturbi di accaparramento.

“Questi risultati sembrano particolarmente rilevanti per comprendere perché le persone possono ostinarsi ad ‘aggrapparsi’ a beni che non sono più utili. E possono anche essere rilevanti per comprendere perché i membri della famiglia spesso combattono per ottenere dei beni che ritengono spettino loro di diritto ed ai quali sono già attaccati. Così si capisce anche il motivo per il quale gli oggetti ereditati possono essere particolarmente apprezzati. È perché la morte del defunto è associata alla minaccia il senso che uno ha della propria sicurezza personale”, conclude Lemay.

Il senso di sicurezza dato dal possesso degli oggetti è di natura molto diversa se confrontato con la sicurezza data dagli affetti, dalle relazioni con gli altri.

Il primo è sempre, in un certo senso, effimero, non è mai esaustivo, è sempre offuscato dall’ombra del terrore di venire perso, è unilaterale, non reciproco, è statico e contingente.

Il senso di sicurezza sbocciato dal rapporto con il prossimo, specialmente con le persone care, ha un respiro più ampio, è più profondo, più radicale e duraturo. Ci appaga in modo incondizionato, è una conseguenza dell’amore, della condivisione, dell’empatia che hanno un valore inestimabile dal punto di vista economico, oltre che affettivo.

2 Risposte to “Meno ci sentiamo amati, più diamo valore ai beni materiali”

  1. Chi si sente appagato punta sull’essere. Chi non si sente appagato confida nell’avere.Il possesso infatti è la ricerca di chi non riesce a trovare il bene in sè stesso. Il guru Shri Shri Anandamurti consigliava ai suoi discepoli di abbandonare gradatamente tutto ciò che è superfluo per giungere a vivere solo con lo stretto necessario.

    • E l’insegnamento del Guru non è poi molto distante da quello di Gesù che ci ricorda che la nostra vera ricchezza non siano i beni materiali, quanto, piuttosto l’amore ed i beni spirituali

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: