Il bon ton al cellulare

Un galateo per il telefono cellulare? Benché non sia ancora stato scritto un vero e proprio trattato sul bon ton quando utilizziamo il cellulare, a tutti sarà capitato almeno una volta di ricevere una telefonata in un luogo pubblico o di essere divertito, infastidito, stupito dall’ascoltare un altro al cellulare. proviamo a stilare insieme un semplice elenco di indicazioni, dettate dal buon senso e dalla cortesia che la buona educazione vorrebbe seguissimo proprio quando usiamo il cellulare in pubblico per non infastidire e disturbare chi ci circonda.

Chi parla ad alta voce al cellulare finisce per infastidire o, addirittura, in qualche modo, persino, offendere chi è costretto ad ascoltare i suoi affari.

Le conversazioni private, le discussioni, i dettagli su come è andato un appuntamento o di quello che uno ha in frigorifero… basta prendere una volta qualche mezzo pubblico e la geografia dei fatti più o meno intimi di decine di estranei taccia dei quadri che oscillano tra il grottesco e l’imbarazzante. invero, a meno di essere in qualche modo un po’ masochisti o morbosamente desiderosi di impicciarsi degli affari altrui, sono tutte informazioni ed un’esperienza delle quali saremmo disposti a farne, senza molti problemi, a meno.

Oltre alle conversazioni ‘prepotenti’ ed invasive, ci sono anche le suonerie, altrettanto disturbanti, se non odiose, che creano ulteriore inquinamento acustico.

Ambienti come ristoranti e caffè, metropolitane e treni, devono, sempre più, affrontare la delicata questione di bon ton di essere sovrassaturi di telefoni che squillano e conversazioni unilaterali.

La distrazione è un altro problema.

Malgrado sia vietato per legge, non è raro vedere automobilisti che, parlando al telefono mentre guidano, fanno manovre azzardate, prendere decisioni all’ultimo minuto o perdere il controllo di quanto sta accadendo in strada, causando inutili ritardi per gli automobilisti bloccati dietro di loro, o peggio, incidenti.

Alcuni si sono tanto stancati degli utenti maleducati della telefonia mobile che, in alcuni paesi, si sono rivolti ai garanti dei diritti dei consumatori della privacy e altre realtà analoghe

QUALI SONO LE REGOLE DEL GALATEO DEL CELLULARE?

Tra le varie ricerche compiute sull’argomento, una rivela che, mentre molti sono infastiditi dalla maleducazione degli altri al cellulare, la maggior parte ammette di essere essi stessi dei, riprovevoli, disturbatori.

Le motivazioni che ci spingono a questo gesto di scortesia sono le più svariate: dal naturale tono di voce alta al vojerismo.

Se, dunque, vi state chiedendo che cosa potete fare per contribuire ad una società più gentile ed educata, ecco alcune, semplici regole che potrebbero essere considerate il livello zero del galateo del cellulare.

  1. Ambienti pubblici intimi quali ristoranti, bagni pubblici, sale d’attesa, corridoi, autobus, metropolitane o dovunque una conversazione privata a quattr’occhi risulterebbe disdicevole, non sono nemmeno luoghi adatti ad una conversazione al  cellulare.
  2. Le buone prassi del galateo del telefono cellulare ci invitano,  inoltre, a mettere la suoneria in modalità silenziosa o con la vibrazione e lasciare che sia la segreteria a rispondere per noi.
  3. Se, poi, dovessimo ricevere una chiamata importante, alla quale non possiamo esimerci dal rispondere, la scelta giusta è di uscire dal luogo nel quale ci troviamo o di recarci in una zona appartata per poi prendere la telefonata.
  4. Qualora ciò non ci fosse possibile andarcene e, quindi, dovessimo rispondere nel luogo stesso nel quale ci troviamo, dobbiamo, almeno avere la finezza e l’avvertenza di tenere la voce bassa e concludere la conversazione nel minore tempo possibile anche spiegando all’interlocutore che lo risentiremo appena ci troveremo in un posto consono
  5. Tutte le volte che ci troviamo ‘al buio’, dobbiamo anche spegnere il cellulare. Ossia va disattivato, nelle sale cinematografiche, nei teatri, negli osservatori o qualsiasi altro luogo pubblico nel quale si crei un’atmosfera per cercare di trasportare l’immaginazione del pubblico. La gente paga per divertirsi ed una suoneria finisce per spezzare l’incanto, per rompere l’illusione.
  6. I telefoni cellulari hanno microfoni sensibili in grado di raccogliere una voce molto dolce, mentre  bloccano i rumori circostanti. perciò è inutile che urliamo al cellulare. Quando ci sono altre persone nelle nostre vicinanze, dovremmo essere premurosi e mantenere la voce bassa, il tono impassibile e cercare, al massimo, che la nostra conversazione privata rimanga tale. Litigare o fare sapere in pubblico i nostri fatti personali è davvero un indice di un’assenza di eleganza e di galateo del cellulare.
  7. quando parliamo al cellulare dovremmo sempre ricordarci di seguire la regola della prossimità. Ossia ci è chiesto di stare almeno a circa tre metri di distanza dalla persona più vicina. Non importa se stiamo parlando tranquillamente, stando troppo vicino agli altri, li costringiamo a sentire i nostri affari
  8. è maleducato prendere una chiamata mentre siamo impegnati in un appuntamento o stiamo partecipando ad un evento sociale con gli altri.
  9. è altresì sconsiderato anche rispondere quando ci troviamo nel mezzo di una conversazione. Se chi ci chiama fosse stato presente, non sarebbe irrotto nel nostro discorso con gli altri perché avrebbe violato l’etichetta della conversazione ed avrebbe aspettato a rivolgerci la parola in un momento più appropriato. Perciò, ancora una volta, è meglio che lasciamo in segreteria l’avviso che richiameremo più tardi
  10. nella nostra società il multitasking è molto diffuso, ma non è sempre una buona cosa. Varie ricerche hanno dimostrato che il numero di incidenti in auto è in netto aumento a causa dell’utilizzo del cellulare mentre stiamo guidando, nonostante sia fuori legge. La maggior parte delle chiamate può attendere finché abbiamo raggiunto la nostra  destinazione. E se si trattasse di una chiamata alla quale non possiamo rinunciare, dobbiamo accostare e poi parlare
  11.  Infine, la regola generale è di usare sempre il buon senso e di ricordarci di spegnere il telefono prima di un colloquio di lavoro, di una performance, di un meeting, di una conferenza, di una lezione… ma anche ai funerali, ai matrimoni, o ovunque ci sia un’atmosfera tranquilla come in una biblioteca, dall’estetista, in un centro benessere, in un negozio, in un palazzo di giustizia, in un museo o in un luogo di culto.

Il galateo del cellulare è solo una questione di avere rispettoso degli altri, che, alla fine, risulta appagante anche per noi denotando la nostra educazione, la nostra eleganza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: