La statua egizia su Marte che era la vera Atlantide (?)

Una statua egiziana su Marte? I marziani che commerciavano con gli antichi egizi? Allora Marte era Atlantide?

Questi quesiti stanno arrovellando, da qualche anno, diversi scienziati che hanno avanzato varie ipotesi al proposito.

Oggi vediamo insieme, una delle teorie, più curiose e dirompenti.

Prima però, è indispensabile, ricordare una scoperta  avvenuta, per mano di una persona qualunque, che, grazie alle nuove tecnologie, ha identificato sulla superficie del Pianeta Rosso, qualcosa di, almeno apparentemente, eccezionale.

LA STATUA EGIZIA SU MARTE

Il 17 maggio 2008 Amanda Reilly decide di guardare alcune foto della NASA che si è salvata sul computer.

“La mia intenzione”, spiega, “era di trovare delle rocce che avessero forme di teschio o di altre cose note. Invece, mi sono trovata a guardare quello che sembrava essere una statua egizia scolpita, nel cratere Victoria. Mi sono soffermata ad osservare quella immagine per più di una settimana: non ero sicura se segnalarla o meno. La ragione per cui alla fine l’ho fatto è che questa statua ha una superficie liscia, a differenza dei suoi dintorni che non lo sono affatto. Proprio come accade in Egitto. Di tutte le rocce con forme particolari che ho trovato in passato, questa mi ha, davvero, fatto venire il capogiro… L’ho vista subito perché mi ha ricordato le statue dei templi che ci sono in Egitto. Se si guarda sopra, sotto e ai lati della figura statua, cercando, noterete la roccia ha una superficie ruvida. Mentre la figura è molto più liscia”.

ATLANTIDE ERA SU MARTE?

Partendo da questa scoperta, una serie di studiosi si è (pre-)occupata di approfondire il discorso.

Alcuni sono giunti ad affermare che la civiltà marziana non è altro che la mitologica Atlantide dal rapporto con la quale hanno tratto non pochi benefici gli antichi egizi.

Così, nel 2009 gli scienziati svizzeri dicono di poter dimostrare, senza alcun’ombra di dubbio, che la città perduta di Atlantide è stata su Marte e che i suoi astronauti hanno commerciato con l’antico Egitto per migliaia di anni.

Questa quasi incredibile affermazione, a loro detta, è supportata da varie che il leggendario Faraone Tutankhamon sia morto in un incidente spettacolare mentre si trovava a bordo di una navetta spaziale con un equipaggio alieno.

“La civiltà di Marte si è distrutta o è stata distrutta da un meteorite mentre l’Egitto era ancora ai suoi albori,” dichiara Stephan Weisz a Berna, in Svizzera.

Ma gli antichi marziani pare abbiano lasciato il segno della loro esistenza sia sulla Terra sia su Marte.

Le fotografie scattate dalle sonde americane malgrado, come spesso accade, in un secondo momento, siano state opportunamente secretate, mostrano chiaramente i resti di templi sulla superficie del pianeta.

“Le piramidi egiziane e la capacità di quelle popolazioni di mummificare il corpo umano sono sicuramente il risultato di tecnologie che non sono originarie della Terra, ma provengono da un’altra parte dell’universo, in questo caso da Marte. Perciò siamo convinti che gli abitanti di Atlantide abbiano scambiato queste tecnologie con gli egiziani in cambio di oro.”

Weisz ed un collega egittologo, Conrad Vetsch, affermano: “quello che abbiamo trovato scritto su un rotolo egiziano recentemente decifrato, ci ha portati a credere che Atlantide sia stata proprio su Marte. Il rotolo descrive una civiltà tecnologicamente avanzata esistente fuori del nostro pianeta ‘nel vasto oceano nero dello spazio’”.

L’ASTRONAVE MADRE MARZIANA E LA MORTE DI TUTHANKAMON

Nella traduzione suggerita dai due scienziati, sembra anche di rinvenire delle allusioni ai viaggi spaziali ed all’uso di una navetta per trasportare gli extraterrestri, simili all’uomo, da un’astronave-madre nello spazio alla superficie terrestre.

“I ricercatori sanno da tempo che gli egiziani avevano volato perché è stato trovato, nella tomba di Tutankhamon un modello elaborato di quello che chiamavano la vela” chiarisce Weisz. “Alla luce delle informazioni raccolte dai rotoli di papiro, ora vediamo che la vela non è altro che la replica di una navicella spaziale. Ed è stata proprio questa nave spaziale che si è schiantata con a bordo Tutankhamon”.

GLI EGLIZI ERANO IN CONTATTO CON ALIENI, MA ATLANTIDE ERA SULAL TERRA

Come è facile intuire, non tutti gli altri scienziati concordano con una teoria tanto originale. Seth Rausch, uno storico tedesco, pensa che si sia andati troppo in là chiamando la civiltà marziana “Atlantide”.

“Non dubito che gli egiziani fossero in contatto con gli extraterrestri,” sottolinea. “Ma fino a quando non ispezioneremo di persona le rovine su Marte, non c’è modo di sapere se si tratti o meno dei resti di Atlantide. A mio parere, se Atlantide è esistita, era sulla Terra.”

L’astronomo norvegese Elling Gade concorda: “Atlantide avrebbe potuto essere la colonia di una civiltà aliena. Ma sicuramente si trovava su questo nostro pianeta”.

CONCLUSIONI

Mettendo tra parentesi il dibattito riguardo all’intero argomento, è interessante, ancora una volta, vedere come la scienza, la storia, le leggende, il mistero si intrecciano nella nostra era e nella nostra società dando vita ad una cultura del tutto inedita. Una cultura all’interno della quale convivono, in pacifica unità-nella-diversità/molteplicità reperti archeologici, testimonianza tangibili degli antichi egiziani e le misteriose storie sulla sperduta Atlantide, le missioni spaziali della NASA con le ipotetiche navicelle spaziali di alieni, i dati scientifici raccolti con le più avanzate tecnologie e gli antichissimi papiri.

Tutto si intreccia andando a rafforzare il potente trend socioculturale alla (remini)scienza.

Una Risposta to “La statua egizia su Marte che era la vera Atlantide (?)”

  1. Marte e la terra hanno climi troppo diversi. Ammesso che Marte sia stato abitato,è improbabile che chi è crescuto nel suo clima sia riuscito a vivere nel clima terrestre.Molti fatti che ci giungono dall’antichità,come le piramidi egizie,dell’ Asia e del sud America, le mura ciclopiche di Malta e la stessa agopuntura cinese fanno pensare che possano provenire da una popolazione con cultura superiore a quelle terrestri dell’antichità. Non è da escludere l’ipotesi che sulla terra ed in altri astri abbiano convissuto civiltà umane con civiltà formate da esseri angelici.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: