Le 10 più diffuse ipotesi di fine del mondo

Negli ultimi mesi siamo stati tempestati di profezie e di annunci dell’avvicinarsi di una presunta imminente Apocalisse che, sistematicamente, è stata smentita dai fatti.

Ma simili previsioni hanno ormai secoli se non millenni: lo dicevano dal libro stesso dell’Apocalisse ai Maya, da Nostradamus ai vari più o meno guru e santoni che, ancora oggi, proseguono a dare il nefasto responso.

Lo sostengono, però, anche gli ambientalisti di matrice postmoderna intrisi delle caratteristiche sfumature pessimistico-nichilistiche di questa corrente e la Rete stessa pullula di disperati moniti sull’imminente fine dei tempi.

La novità relativamente recente è, dunque, che, accanto ai fattori di origine meramente naturale, ossia forze originarie ed incontrollate terrestri (terremoti, maremoti, vulcani…), se ne sono aggiunti di inediti che spaziano dalle cause di tipo antropico (guerre, inquinamento, desertificazione,…) alla previsione scientifica (caduta di asteroidi, vento solare…).

MA QUALI SONO LE IPOTESI PIÙ ‘QUOTATE’ OGGI?

Ho provato a selezionare le le 10 teorie più credibili e diffuse tra gli apocalittici e gli scienziati odierni.

1. LA TEMPESTA SOLARE CHE SI ABBATTERÀ SULLA TERRA

Ogni volta che si verifica una tempesta solare, il Sole emette massicci quantitativi di radiazioni elettromagnetiche e di gas. Allorché tali fenomeni raggiungono la Terra, scatenano scariche elettrostatiche di rilevante portata e potrebbero, quindi, avere delle conseguenze catastrofiche. Poiché il Sole segue un ciclo di circa 11 anni fino a raggiungere il ‘picco solare’, ovvero l’apice del suo periodo di attività, considerando che tale fase è giunta quasi al termine, molti paventano il pericolo imminente di una tempesta letale.

2. UNA PANDEMIA CHE CI UCCIDERÀ TUTTI.

Fra mucche pazze, Hiv, Sars, Aviaria e tanti altri virus che, negli ultimi anni, hanno sconvolto le nostre abitudini, è abbastanza semplice che alcuni considerino l’ipotesi, pur catastrofica, che stia per arrivare un virus letale che sterminerà l’intera umanità. Invero non si tratta di una upposizione fantascientifica: ci sono, nel passato, alcuni casi, di epidemie che hanno ucciso più persone di quanto abbia fatto la Seconda Guerra Mondiale. Se oggi prendesse piede un’epidemia nuova, con agenti patogeni sconosciuti alla medicina, il rischio sarebbe di gran lunga superiore rispetto al passato per via della globalizzazione e dei suoi effetti. Abbiamo già avuto chiari sentori di ciò con le regenti emergenze della Suina, dell’Aviaria,… che hanno rischiato di trasformarsi in vere e proprie pandemie, facilitate anche dal numero sempre maggiore di connessioni ed interazioni tra i vari paesi del mondo, per l’esplosione della mobilità e degli scambi internazionali.

3. IL PIANETA X INTRALCERÀ IL CAMPO GRAVITAZIONALE DELLA TERRA

Questa ipotesi è stata già ripetutamente smentita dai fatti, ma continua a sussistere nell’immaginario collettivo. Il tutto rimanda alla Teoria del Pianeta X, o, se preferite Nibiru: l’Enorme Pianeta, di dubbia esistenza, che pare sia passato poche settimane addietro in prossimità dell’orbita terrestre e che, secondo alcuni, rischia di incontrarla all’incirca il 21 dicembre 2012. Se tutto fosse vero, lo scontro provocherebbe incredibili terremoti e distruggerebbe per sempre ogni forma di vita sul nostro Pianeta.

4. IL RISCALDAMENTO GLOBALE ARRIVERÀ AL PUNTO DI NON RITORNO

Dei cambiamenti climatici che minacciano l’ecosistema terrestre sentiamo parlare tutti i giorni. Il fatto che siano ormai un tema così diffuso e ripetuto, sul quale si dice tutto ed il contrario di tutto, fa sì che non riusciamo più a valutare l’effettiva entità del danno e del pericolo che corriamo. Secondo gli scienziati il danno diventerà completamente irreversibile nell’arco di pochi anni. E, quando, ciò si verificherà tutti i perfetti equilibri esistenti in natura collasseranno creando un’immane catastrofe, che comprometterà per sempre dal cibo alla qualità dell’aria, portandoci alla morte.

5. LA TECNOLOGIA PRENDERÀ IL SOPRAVVENTO SULL’UOMO

Benché suoni molto come un film tipo ‘Terminator’, alcuni ritengono che la minaccia sia ormai ben più di una mera finzione cinematografica. Con i progressi delle nuove tecnologie, le macchine tendono sempre più a sostituire il lavoro dell’uomo. Il timore che le macchine prendano il sopravvento sull’uomo pare supportato dalla sempre più stretta dipendenza della nostra vita pubblica e privata proprio dalle stesse tecnologie. Pensiamo a quali effetti disastrosi potrebbe avere un blackout sui sistemi che regolano dalla distribuzione dell’energia elettrica alla salute pubblica, dal sistema economico a quello della sicurezza. Ma pensiamo anche a quanta importanza stanno acquisendo, nella nostra quotidianità, strumenti come il telefono cellulare, internet, i social media… L’Intelligenza artificiale è sempre più sofisticata e, nell’opinione di dei disfattisti, non c’è nessuna garanzia che, in un tempo più o meno remoto, non inizi ad autosvilupparsi fino ad assumere il controllo sull’uomo.

6. UN ASTEROIDE COLPIRÀ LA TERRA

Lo spazio presenta un’ampia gamma di pericoli per l’incolumità del nostro Pianeta che, sembra, in loro completa balia. Tutti gli oggetti che viaggiano nell’Universo potrebbero colpirci in ogni momento, come è già ripetutamente accaduto. Se nel passato, però, non c’è mai stato un impatto di un asteroide così devastante da porre fine alla vita sulla Terra, c’è chi, invece, preconizza, per il 2028 la collisione dell’asteroide 1997XF11. Viaggiando ad una velocità di 30.000 km/h, il suo impatto dovrebbe essere tale da causare l’estinzione di ogni forma vivente.

 

7. DIVENTEREMO TUTTI ZOMBIE.

Il cocktail micidiale di un qualche misterioso virus con alcune malattie che colpiscono  il nostro sistema nervoso, potrebbero avere degli effetti terribili sulla nostra specie umana, rendendoci simili a degli zombie. A sostenere una simile ipotesi è il fatto che un caso simile è stato ampiamente rilevato e dimostrato nelle formiche.

8. SAREMO COLPITI DAI RAGGI GAMMA

Quando una supernova esplode emette una grande quantità di raggi gamma. Di norma, ciò si verifica ad una distanza dalla Terra tale da non rappresentare nessun tipo di minaccia. Tuttavia potrebbe capitare che un simile fenomeno si verifichi a circa 30 anni luce dal Sole per provocare un disastro e distruggere parte del nostro Pianeta. Si tratta di un’ipotesi con un livello di probabilità molto basso giacchè le stelle potenzialmente in procinto di esplodere sono davvero poche, ma, in linea di principio, non si può escludere a priori che avvenga.

9. UNA SCARICA ELETTROMAGNETICA DISTRUGGERÀ TUTTI I NOSTRI MEZZI

Le radiazioni elettromagnetiche rappresentano una minaccia temibile per tutte le infrastrutture della comunicazione ed i mezzi elettronici in generale. Non possiamo scordare che esistono armi nucleari pericolosissime e, pare che l’America sia l’area più minacciata.

10. UNA GUERRA NUCLEARE?

L’idea di una guerra nucleare, ventilata ormai da decenni, e scongiurata da altrettanto tempo, non cessa di funestare ed inquietare la società di oggi. a terrorizzare la gente non è il conflitto in sé, bensì gli effetti non solo di un’eventuale esplosione atomica e delle radiazioni che ne conseguono, ma anche all’intera concatenazione di fattori che comprometterebbero drasticamente la qualità della vita sulla Terra: nubi tossiche in circolo per secoli, scarsa qualità dell’aria o carenza di acqua potabile.

Tutto ciò è, per i catastrofisti, di ieri come per quelli attuali, in grado di distruggerci. Ma sarà davvero così o si tratta quasi di un atteggiamento scaramantico, di un modo per cercare di fugare o di rifuggire gli aspetti negativi mediocri di una quotidianità ‘banale’ ponendola in un drammatico orizzonte per aiutarci a sdrammatizzarla ed accettarla?

5 Risposte to “Le 10 più diffuse ipotesi di fine del mondo”

  1. La fine del mondo cruenta potrebbe anche giungere rateizzata nel tempo e colpire gli uomini un pò alla volta.Si può dire che sia già avvenuta sulle vittime delle alluvioni, dei naufragi,dei terremoti,degli tzunami ecc….Nessuno può dire che a lui non possa succedere,prima o dopo.Preoccupiamoci quindi di superare per ora le pene che ogni giorno ci porta e pensare che siamo tutti nelle mani di Dio.

    • Caro Aldo, la tua saggezza è sempre illuminante. Gesù ci diceva di vegliare perchè non sapremo quando sarà il momento… ed i tempo dell’Avvento è il più propizio per rifletterci.

  2. […] Secondo gli araldi del catastrofismo pessimistico la fine del mondo, l’Apocalisse, il Giudizio Universale, l’Armageddon… si sta avvicinando a grandi passi e, per supportare questa ipotesi hanno steso un decalogo delle cause che potrebbero portare alla nostra comparsa. […]

  3. Aldo Cannavò Says:

    Tutte le dieci possibilità del decalogo potrebbero realizzarsi in qualsiasi momento, come la morte di ognuno può avvenire per molti motivi in qualsiasi momento.Il fatto che non viviamo continuamente col terrore della morte dimostra che nel nostro inconscio sentiamo che siamo creati per l’eternità. Gli antichi romani dicevano: la morte non è il peggiore dei mali. Gesù diceva: non preoccupatevi se vi possono uccidere il corpo ma se vi possono uccidere l’anima.Viviamo quindi sereni, come vivamo sereni pur sapendo che dovremo morire, Naturalmente è saggio adottare il motto del fondatore degli scouts,Sir Baden Powell: ” estote parati “

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: