Un nuovo modo di esprimerci: il parlare dolcemente

Mentre siamo frastornati da una comunicazione aggressiva, incalzante, seducente, violenta, oggi sta emergendo qualcosa di diverso, qualcosa che esprime un nuovo sentire, un inedito modo di considerare noi stessi e gli atri, con più rispetto, con più umanità, con più sentimento.

Si tratta del modo di parlare dolcemente: questa semplice terminologia, non di rado, ci rimanda ad una sfera romantica, di flirt, di sdolcinatezza o all’adulazione e la falsità delle persone inaffidabili che, nell’arco della vita, hanno tentato di compiacerci, di sedurci, di manipolarci con parole soavi, tenere.

Per comprendere il discorso, è, dunque, indispensabile mettere tali accezioni tra parentesi e riempire il concetto vuoto di “comunicazione dolce” con nuovi contenuti riscoprendo il significato reale e positivo di questo meraviglioso modo di comunicare.

In realtà, malgrado il Parlare Dolcemente, che ha in sè una speciale forma di gentilezza di buona educazione e di cortesia, è un linguaggio degno di essere insegnato e propagato, perché è uno strumento assai più incisivo, più tagliente di qualsiasi altro, anche veicolato tramite la tecnologia d’avanguardia.

E non solo può aiutarci a conquistare un posto speciale, una  posizione sicura e rispettabile, nel cuore di qualcuno che vogliamo veramente stupire o colpire, ma ci dà anche la sensazione di essere accettati e riconosciuti in ogni tipo di situazione pubblica.

Una volta che abbiamo acquisito la tecnica del parlare dolcemente, possiamo avvalerci di questo particolare tipo di linguaggio in modo molto positivo e creativo.

Se pensiamo di non avere la pazienza di imbarcarci in una conversazione dolce e garbata con chi ci circonda o con le persone ci si avvicinano per motivi personali, possiamo porci una semplice domanda:

La gente che ci ascolta accetterà di più le nostre parole se saranno acide o dolci?

Con molta probabilità, indipendentemente dal contenuto del messaggio, la forma che diamo alle nostre frasi, è determinante e, un modo di parlare dolce e genuino riscuote semre più consensi e plausi.

Se siamo d’accordo, su questo punto, potrà essere di aiuto che riflettiamo insieme sui sei caposaldi della comunicazione dolce.

CASUAL.

L’approccio diretto e spontaneo, casuale, quando parliamo con gli altri è fondamentale. Non scegliamo mai uno stile che appiattisce il nostro discorso, come se volessimo persuadere qualcuno. cerchiamo, piuttosto, di essere originali e ragionevoli. Il discorso dolce e gentile non adula né biasima nessuno, perché diventerebbe un tipo di comunicazione artefatta, aggressiva, negativa, piuttosto che una ‘dolce’. proviamo, invece a giocare sulle parole, sulla loro intensità e sul loro volume. Non dobbiamo mai esagerare o eccedere con nulla, né nei commenti né nelle lodi, ma essere integri.

RISPETTO

Tutti siamo colpiti da un certo rispetto da parte di persone che incontriamo sulla strada della nostra vita. Se diamo un po’ di rispetto a chiunque ci circonda, immediatamente possiamo cogliere una straordinaria differenza nelle relazioni con gli altri. Rispetto non significa compiere gesti eclatanti, ma semplicemente rivolgerci al nostro prossimo in modo educato, cortese, ricordandoci che sono sempre, e comunque, esser umani con sentimenti ed emozioni, con una dignità come la nostra.

Allora quale potrebbe essere qualche gesto che ci testimonia il rispetto? possiamo identificarne almeno di quattro ordini:

  1. dimostriamo attenzione nei confronti degli altri lasciando che si sentano privilegiati;
  2. manteniamo sempre il contatto visivo con i nostri interlocutori: li fa sempre sentire importanti;
  3. valorizziamo l’opinione del prossimo, non è indispensabile che siamo sempre d’accordo, ma anche quando non condividiamo il parere altrui, possiamo sempre farlo in modo garbato, con cortesia piuttosto che con spocchia ed aggressività;
  4. ascoltiamo senza interrompere il prossimo, lasciamo parlare perché così capiamo e, di riflesso, verremo ascoltati quando sarà il nostro turno.

EMPATIA

Non mostriamo mai la nostra simpatia per qualcuno che vogliamo impressionare, che dei seriamo colpire tanto che il nostro obiettivo sia limitato al momento (come in un incontro in treno) quanto che ambisca a protrarsi per tutta la vita (come con il potenziale, auspicato, futuro partner). Cerchiamo, dunque, di capire la situazione di un’altra persona e mettiamoci nei suoi panni manifestandole i nostri sentimenti di comprensione, di cordialità. Se non siamo capaci o non ci è possibile entrare in empatia, sarebbe meglio che cambiassimo discorso o che spostassimo il livello della conversazione su un altro piano, piuttosto che imbarcarci in un dialogo che potrebbe rivelare la nostra insensibilità o incapacità di con-patire, di condividere lo stato d’animo del prossimo.

HUMOR

È un altro strumento molto potente a nostra disposizione e che può davvero attirare l’attenzione e la simpatia di qualsiasi folla o singolo interlocutore. Ma, anche qui, dobbiamo usare saggiamente l’humor sintonizzandolo sulla natura di chi ci ascolta, in modo tale che sia sempre appropriato. Certe persone non l’apprezzano o non riescono a capirlo, il che ci renderebbe antipatici, scostanti e ci attirerebbe un giudizio negativo. così il nostro discorso dolce, invece di trovare un riscontro positivo, verrebbe percepito come amaro, pungente che induce ad un sabotaggio permanente nei nostri confronti.

SORRISO

Se non siamo fortunati ad avere un innato senso dell’umorismo, comportiamoci in modo normale, ma non dimentichiamoci mai di distribuire sorrisi in abbondanza ogni volta che c’è una ragione per offrire uno. Alleniamoci ad imparare a dire anche un forte NO avvolgendolo con un sorriso. è importante, però, che i nostri sorrisi siano sempre genuini perché solo un sorriso genuino è contagioso. Il sorriso fa sentire buoni anche con chi ci procura problemi personali. il sorriso non ci costa niente ma ha davvero un potere immenso, sa su noi sia su chi ci è attorno.

Lasciarci coinvolgere o dare vita ad un sano discorso dolce e cortese, può alleggerire il nostro stato d’animo e la nostra mente.

FIDUCIA

Se usiamo morbidi nelle espressioni che usiamo, immediatamente, il nostro discorso si irradia di fiducia. possiamo mostrare rispetto per gli altri e mantenere la nostra integrità. Ogni nostra parola deve riflettere la nostra genuinità e la nostra  personalità.

Il parlare dolce è più un sorriso che una risata.

CONCLUSIONI

Quando combiniamo i sei ingredienti appena elencati e li condividiamo con gli altri, in circostanze normali potremo osservare le notevoli differenze nelle reazioni nei nostri confronti. Perché la semplicità e la genuinità sono i fattori chiave di successo nella comunicazione e creano un vero e proprio campo magnetico di attrazione attorno a noi.

Finché le nostre parole sono coerenti con quello che siamo e con i nostri valori, il discorso dolce ci metterà su una buona strada.

Gli studiosi che si occupano di questo tipo di linguaggio hanno identificato due linee guida:

  1. Prima di iniziare un discorso dolce, assicuriamoci che la persona alla quale intendiamo rivolgerci, meriti le nostre buone parole e rispetto.
  2. Usiamolo solo al posto giusto, al momento giusto e con la persona giusta oppure potremmo incappare in una serie di problemi e preoccupazioni.

Il modo di parlare dolce e cortese è stato completamente rimosso nell’immediato passato, sostituito da un tipo di registro aggressivo, seduttivo, coercitivo,… nella nuova era dell’empatia, della genuinità, della reciprocità, della conversazione ritorna, invece, ad essere un cardine imprescindibile, un elemento fondamentale nel nostro modo di esprimerci, di relazionarci con gli altri, nel nostro modo di essere.

3 Risposte to “Un nuovo modo di esprimerci: il parlare dolcemente”

  1. Un sorriso costa poco ma rende tanto, purchè sia sincero.

  2. […] abbiamo già discusso insieme molte volte sul tema del potere del sorriso, della dolcezza, della gentilezza, all’interno della nostra Community, ma repetita […]

  3. […] abbiamo già discusso insieme molte volte sul tema del potere del sorriso, della dolcezza, della gentilezza, all’interno della nostra Community, ma repetita […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: