CatBoy: il bambino che vede di notte come un gatto

Un bambino cinese con gli occhi azzurri che vedono nell’oscurità come un gatto? Che cosa c’è sotto la notizia che sta facendo il giro del mondo? Si tratta di un ibrido (mezzo essere umano e mezzo extraterreste) o di un bambino indaco, o di che cosa altro?

In varie occasioni abbiamo avuto modo di affrontare il tema della  nuova generazione di esseri umani contraddistinti da un profondo camiamento antropologico che li vede guidati non più prevalentemente dallla parte sinistra del cervello (quella razionale, matematica, logica) bensì dal lobo destro (l’intuitivo, l’emozionale…) in un equilibrato mix con il destro.

Malgrado di tale argomento si siano ampiamente occupate anche la fantascienza e le filosofie New Age, definendo  gli appartenenti alla nuova umanità con un termine scenografico, i bambini indaco, invero si tratta di un fenomeno antropologico reale sul quale proprio questi signori hanno ricamato molto sino a suscitare aalcuni, legittimi dubbi, ssulla sua veridicità.

Invero, ripeto, si tratta di un mutamento antropologico che si assomma ad una serie di cambiamenti biologici attraverso i quali l’essere umano ha la possibilità di esprimere una serie di talenti sino ad ora rimasti completamente latenti ed ignorati.

CATBOY E I SUOI OCCHI SPECIALI

Nong Youhui è un bambino della Cina del sud che sta incuriosendo la scienza per le sue caratteristiche ‘extra-ordinarie’.

Il suo caso è stato studiato a lungo dai dottori di mezzo mondo perché, Nong è dotato di una vista fuori dal normale sin dalla nascita.

A rendersi conto di ciò è stato suo padre, Ling, che, per cercare di capire che cosa stia succedendo al piccolo figlio e perché i suoi occhi abbiano un colore così anomalo ed appariscente, in quanto verde-giallo, come quello dei gatti o dei coccodrilli, lo ha condotto all’ospedale di Dahua.

Ling spiega che: “Il medico mi disse che il colore degli occhi sarebbe cambiato di li a poco con l’avanzare dell’età, per diventare come quello della maggior parte dei cinesi, castano scuro, ma questo non è mai accaduto.”

LA VISTA DA GATTO

L’aspetto più straniante della vicenda è che Nong riesce anche a vedere al buio, proprio come i gatti, pertanto, molti lo chiamano proprio CatBoy.

A scoprire questa sua ulteriore particolarità sono stati gli studiosi che l’hanno sottoposto ai test medici per definire le sue effettive condizioni. Hanno, dunque, scoperto che il bambino è in grado di “leggere perfettamente al buio e di vedere, nella più totale oscurità, proprio come le persone normali durante il giorno.”

PERCHÈ GLI OCCHI DI NONG SONO COSÌ?

Mentre alcuni ipotizzano che la condizione del CatBoy possa essere frutto di un incrocio tra la razza umana e gli alieni, ossia che Nong sia, tecnicamente, un ibrido, invero non è indispensabile scomodare gli alieni per spiegare il fenomeno.

Gli esperti ritengono credono che il piccolo sia nato con una condizione rara nota leucodermia, comunemente conosciuta come vitiligine.

Questa malattia, oltre ad avere impedito ai suoi occhi di avere il classico colore scuro degli orientali, li rende anche molto sensibili alla luce perché privi dello specifico pigmento protettivo nei confronti della luce solare, il che li rende suscettibili a gravi danni per l’esposizione al sole stesso.

CONCLUSIONI

Così, lungi dall’essere un prodigio o un ibrido, il bambino cinese con gli occhi da gatto è semplicemente portatore di una delle molte condizioni rare che possono colpire il nostro organismo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: