Gli orientali vedono il mondo diversamente dagli occidentali

La comunicazione non verbale, come, ormai, abbiamo visto in molti post, è una componente fondamentale in ogni relazione.

È il frutto, in parte, di fattori innati, in parte, delle esperienze personali ed anche della specifica cultura di appartenenza.

Se l’obiettivo di decodificala è sempre più fondamentale in una società multiculturale, il mezzo per conseguire un simile scopo, esige un approfondimento e la comprensione delle peculiarità che contraddistinguono le specifiche culture.

Le differenze tra oriente ed occidente sono, indubbiamente, ben documentate, ma una nuova ricerca, finanziata dal Research Council economico e sociale (ESRC), mostra che ci sono molte divergenze concrete anche nei meccanismi di riconoscimento delle persone e del mondo circostante.

“I britannici ed i cinesi processano le informazioni visive in modi molto diversi”, spiega David Kelly da Royal Holloway, della University of London. “Questo è importante non solo dal punto di vista della ricerca, ma perché ci aiuta a comprendere meglio alcune delle discrepanze culturali tra Oriente e Occidente, che le persone possono trovare, a volte, sconcertanti.”

Per esempio, mentre la maggior parte dei britannici e degli occidentali guarda negli occhi una persona quando parla con lei, i cinesi, e gli orientali, in generale, sono è molto meno inclini a stabilire un contatto visivo.

“Questo può indurre l’occidentale a sentirsi a disagio e diffidente”, sottolinea Kelly. “se non sa che il cinese considera il contatto visivo irrispettoso e maleducato”.

La ricerca suggerisce che tale contrasto culturale si riscontra anche nelle varie fasi del processo  delle informazioni visive. Mentre gli adulti europei  elaborano le informazioni analiticamente, concentrandosi su alcuni elementi chiave, gli orientali seguono un approccio più olistico, che tiene conto anche contesto e della situazione in questione.

In termini di contatto visivo, per esempio, ciò significa che quando un occidentale elabora i dati di un volto di una persona, tende, perlopiù, a concentrarsi sul tratto principale  del volto, di solito, gli occhi.

Un orientale, al contrario, in gran parte, evita gli occhi (da qui la mancanza di contatto visivo) e trae e informazioni da una zona più ampia che include sia gli occhi sia l’area intorno al naso.

Inoltre, vari studi dimostrano che quando viene chiesto di riconoscere altri stimoli sconosciuti, come i volti pecore, occidentali ed orientali continuano a impiegare le loro diverse strategie di elaborazione dei volti umani.

“Se la cultura è responsabile di come diamo forma al mondo estraendo ed elaborando l’informazione visiva, allora è ragionevole supporre che le strategie osservate negli adulti orientali si riscontrino anche nei giovani”, sottolinea Kelly. “E la nostra ricerca ha mostrato che è proprio così. Ma, quando si analizzano i bambini britannici e cinesi di 5-6 anni, la differenza sembra scomparire.”

Assodato un simile fatto, non siamo, però, in grado di darne una plausibile spiegazione e di identificare, con precisione, quando emergono le differenze tra l’approccio occidentale e l’orientale. Ciononostante i ricercatori ritengono che simili risultati diano un importante contributo nei tentativi di appianare le relazioni interculturali.

“Mentre i cinesi si preoccupano moltissimo di agire in modo appropriato e di non offendere nessuno, le differenze culturali possono rendere le loro interazioni scomode e frustranti”, conclude Kelly. “Una maggiore consapevolezza di come queste differenze nascono non può che contribuire a migliorare la comunicazione tra Oriente ed Occidente”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: