San Valentino e il cuore degli uomini

Ogni anno, il 14 febbraio, milioni di persone innamorate colgono l’occasione per inviare cartoline, fiori e regali d’amore in tutto il mondo, a chi possiede il loro cuore.

Le tradizioni dietro a questa festa vantano millenni di storia, eppure, malgrado recenti derive consumistiche (invero, molto attenuate dalla crisi), mantiene sempre il proprio fascino proprio perché è universale, parla al e del cuore degli uomini…

“Tutto ciò che serve al mondo è l’amore…” diceva, negli anni ’60, Jackie DeShannon, esprimendo l’inclinazione più intima e  naturale dell’umanità ad amarsi.

Invero l’amore è qualcosa, nel contempo, di universale e di esclusivo, di unico nel cuore di ciascuno di noi.

Il movimento ribelle del libero amore durante gli anni ’60, si è presto trasformato in un’abbietta promiscuità carnale.

Ma c’è anche un amore diverso, un amore più puro, più elevato che va ben oltre il semplice sesso e l’erotismo al quale è stato ridotto, dai sessantottini, il nobile sentimento del cuore umano…

 

SAN VALENTINO: LA STORIA

Nel lontano 496 dC, Papa Gelasio dichiarò il 14 febbraio il giorno in onore di San Valentino, un modello da ricordare ed imitare  per i suoi atti altruistici d’amore.

Attraverso i secoli, questa festa cristiana è diventata un momento per scambiarsi messaggi d’amore e San Valentino si è attestato come patrono degli innamorati.

La storia vuole che, durante la seconda metà del 3 ° secolo, tre sacerdoti che portavano l medesimo nome, vennero martirizzati  proprio il 14 di febbraio.

Ognuno dei tre  San Valentino morì in un luogo diverso dagli altri due.

Dunque, di fatto, uno era un sacerdote a Roma, un altro era il  vescovo dell’odierna Terni. Tutto ciò che sappiamo del terzo San Valentino è che fu martirizzato in Africa.

Una versione della storia afferma che, durante il regno dell’imperatore romano Claudio II, le legioni si dimezzarono a causa di varie, infruttuose campagne militari. Di conseguenza, in breve, iniziarono ad aumentare sempre più i volontari nelle schiere dell’esercito di Claudio II.

Alcuni obbedirono all’ordine del re di unirsi alle sue legioni, mentre altri giovani cittadini intrapreso una particolare campagna per fare l’amore e non la guerra.

Il numero dei matrimoni iniziò a crescere e, per cercare di contrastare questa inclinazione al matrimonio ed a crearsi una famiglia, l’imperatore, nella sua ‘saggezza’, annullò tutti i matrimoni – passati e presenti, dichiarandole non validi.

Il risultato immediato fu che i giovani amanti incominciarono a scambiarsi voti amorosi segretamente celebrando le nozze, divenute così, illegali, tramite i sacerdoti cristiani.

San Valentino era proprio uno dei sacerdoti arrestati per avere contraddetto le leggi unendo in matrimonio del giovani.

Presto, la sua popolarità lo tradì.

Mentre San Valentino era in prigione, la leggenda vuole che abbia guarito dalla cecità la figlia di uno dei suoi carcerieri. Un’altra versione della storia, vuole che San Valentino si fosse innamorato della figlia del suo carceriere e le scrisse una serie di lettere,firmate “Dal vostro Valentino”.

A fronte di una simile situazione, Claudio si arrabbiò ed ordinò che San Valentino venisse bastonato e decapitato, il 14 febbraio 269 d.C.

 

IL SIMBOLO DI SAN VALENTINO

Nel corso dei secoli il cuore è diventato il simbolo del giorno di San Valentino per via del riferimento alle parole di Gesù, riportate in San Matteo capitolo 12 versetto 34:

 

Per la bocca parla di ciò che riempie il cuore.

 

Nella Bibbia, il cuore è il simbolo di quanto c’è di più autentico ed intimo nella natura umana e nell’uomo, ciò che lo rende ad immagine e somiglianza di Dio. Così, in 1 Giovanni 4:7-11 NASB, si dice

 

Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l’amore è da Dio… E tutti quelli che amano sono generati da Dio e Dio li conosce e loro conoscono Lui. Colui che non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo l’amore di Dio si manifesta in noi, per questo Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo, perché noi avessimo la vita per mezzo di Lui. L’amore consiste in questo: non che noi amiamo Dio, ma che Egli ha amato noi ed ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati. Carissimi, se Dio ci ha amato, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri.

Il cuore, in molte culture,  il significato del Cuore rimanda, simbolicamente, all’Amore.

Con la parola Amore, tuttavia, come già accennato, indichiamo un’ampia gamma di sentimenti in parte diversi tra loro. C’è l’amore romantico e passionale di due persone innamorate, ma c’è anche l’amore per la famiglia, per gli amici, per la propria città o nazione…

Pertanto, in generale, il Cuore rappresenta tutte le forme di affettività e di emozioni.

Nel suo senso più ampio, simboleggia l’Amore come forza universale, che va al di là delle sue manifestazioni materiali e  porta all’Unione di quanto, per un motivo o l’altro, è stato separato.

Sotto l’effetto dell’Amore, gli esseri viventi si uniscono.

Il Cuore rappresenta quindi la forza che ci spinge ad impegnarci per tessere delle relazioni. Dalla prima, fondamentale, con nostra madre a quelle successive con nostro padre e le figure che ci hanno accudito da bambini, sino alle relazioni che abbiamo instaurato nel corso della vita.

Oltre alle relazioni con persone, ne abbiamo anche con vari oggetti, attività, interessi. Il Cuore è quindi il simbolo di tutto ciò che ci appassiona, che ci infiamma, che ci entusiasma.

ESPRESSIONI RIFERITE AL CUORE

Un simile approccio è evidente in molte espressioni figurate che usano la metafora del cuore. Ognuna ci consente di cogliere una sfumatura diversa del significato del Cuore come simbolo.

C’è chi ha un cuore d’oro, chi non ha cuore, chi ce l’ha di pietra e chi ha un grande cuore.

Avere un posto nel cuore di qualcuno è meraviglioso, così come fare le cose col cuore.

Forse hai una squadra o un luogo del cuore, che ti fanno battere forte il cuore.

Quando aiuti un amico, puoi andare al cuore del problema, parlare col cuore in mano e rincuorarlo.

 

CONCLUSIONI

In sintesi, dunque, l’amore è il canto del cuore. Quando le persone si innamorano, si crea uno speciale collegamento tra un cuore ed un altro.

L’amore è un’esperienza unica che invade e pervade la nostra vita esprimendosi in varie forme: verso il/la partner, i figli, i genitori, i parenti, gli amici, il prossimo… la vita.

Se solo riuscissimo a lasciarci permeare sempre più dall’amore, tutto ci apparirebbe meno difficile, meno negativo…

BUON SAN VALENTINO A TUTTI!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: