Archive for the Pensieri sul Benessere Category

CIÒ CHE SFUGGE ALLA LOGICA È QUANTO VI È DI PIÙ PREZIOSO IN NOI STESSI (André Gide)

Posted in Pensieri sul Benessere with tags , , , , , , , , , , , on 9 novembre 2010 by Ada Cattaneo

L’aforisma di André Gide coglie nel cuore la differenza tra la società moderna/postmoderna e la società multisenibile dell’Indivisus Olisticus.

Nell’era Moderna tutto era rigorosamente razionale, logico, scientifico, matematico.

La presunzione della logica e dei suoi cultori era di Continua a leggere

Il modo migliore per risolvere un problema? Dormici sopra

Posted in Pensieri sul Benessere with tags , , , , , , , , on 4 novembre 2010 by Ada Cattaneo

Nella saggezza popolare e nel sapere comune, quando qualcuno si trova alle prese con un problema tanto complicato da non riuscire a districarsi trovavdo una soluzione consona, il consoglio è di lasciarlo decantare ossia di dormirci sopra.

Ancora una volta la scienza si trova a dover confermare ciò che i nostri predecessori avevano perfettamente intuito, pur senza avere le tecnologie e le conoscenze attuali per dimostrarlo.

Chi, consapevolmente, lotta con una domanda difficile ha una Continua a leggere

UNA MANIA, È IL PIACERE PASSATO ALLO STATO DI IDEA (Honoré de Balzac)

Posted in Pensieri sul Benessere with tags , , , , , , , , , , , , , on 25 ottobre 2010 by Ada Cattaneo

Sulla scia della cultura psicologica moderna siamo soliti etichettare le manie come una manifestazione negativa della realtà umana.

Eppure, invero, le manie, per sé, non sono poi così riprovevoli se ritorniamo al loro significato originari.

Platone aveva identificato quattro diversi tipi di manie che assolvevano a specifiche funzioni nell’esistenza umana.

C’era la Mania Continua a leggere

IL SOGNO È UN TENTATO APPAGAMENTO DI UN DESIDERIO (Sigmund Freud)

Posted in Pensieri sul Benessere with tags , , , , , , , , , , on 23 ottobre 2010 by Ada Cattaneo

Sognare è un’esperienza che, per quanto apparentemente evanescente, ci coinvolge a più livelli. In sé è anch’essa una realtà. Una realtà onirica, tuttavia, una realtà.

Così, talvolta, capita che ci svegliamo tremanti di paura, che ridiamo o piangiamo per il sogno che abbiamo appena compiuto oppure tutti sudati, proprio mentre fantasticavamo di essere in mezzo ad un torrido deserto, o, ancora, tremanti di brividi quando, poco prima, credevamo di attraversare il Polo. Il sogno ha, dunque, anche una Continua a leggere

ESITARE VA BENISSIMO, SE POI FAI QUELLO CHE DEVI FARE (Bertolt Brecht)

Posted in Pensieri sul Benessere with tags , , , , , , , , , , , , , , , on 21 ottobre 2010 by Ada Cattaneo

La nostra sicurezza dipende da molti fattori interi ed esterni. Dal nostro carattere all’atteggiamento che abbiamo nei confronti della vita, di noi stessi, degli altri, dal tipo di cultura ed ambiente nel quale siamo nati e viviamo ai valori che vi pullulano, tutto concorre a renderci più o meno sicuri, più o meno determinati nelle piccole e banali decisioni quotidiane così come nelle grandi prese di parte che possono o potrebbero cambiare la nostra esistenza.

Esitare non è, però, sempre e solo un segno di debolezza, di insicurezza, di pavidità, di passività, come molti l’hanno interpretato, ma può anche essere indice di Continua a leggere

CHI È SOLO, È TUTTO SUO (Leonardo da Vinci)

Posted in Pensieri sul Benessere with tags , , , , , , , , , , on 19 ottobre 2010 by Ada Cattaneo

L’uomo è un essere empatico e socievole, per definizione, quindi essere soli è, in un certo senso, una sorta di aberrazione della propria natura.

L’empatia e la socievolezza implicano una relazione con gli altri e, pertanto, prevedono un de-centramento.

Qui “decentrarsi” non vuole dire, necessariamente, Continua a leggere

NOI SIAMO QUELLO CHE FACCIAMO RIPETUTAMENTE. PERCIO’ L’ECCELLENZA NON E’ UN’AZIONE MA UN’ABITUDINE (Aristotele)

Posted in Pensieri sul Benessere with tags , , , , , , , , , , , , , on 16 ottobre 2010 by Ada Cattaneo

La casualità, la fortuità non sono e on possono essere assimilate alla normalità, alla norma.

Se una persona è generosa, buona, geniale, creativa, intraprendente una sola volta o raramente, il suo comportamento è circostanziale e non naturale.

E, perchè diventi tale, o, almeno, riesca ad acquisire un certo grado di  dimestichezza, è indispensabile che Continua a leggere