Archivio per giapponesi

Davanti al terremoto, allo tsunami e la furia degli elementi, la calma dei giapponesi

Posted in TVS glob with tags , , , , , , , , , , , , , , on 15 marzo 2011 by Ada Cattaneo

Giappone: una serafica e dignitosa calma umana contro la devastante furia della natura.

Venerdì 11 marzo 2011 la terra si squarcia, sotto un terremoto di magnitudo 8.9, è devastata da uno tsunami con onde che viaggiano a 500 miglia all’ora.

Red alert: Flames engulf homes that were hit with the full force of the tsunami in the Miyagi region of north eastern Japan

Il terrore non finisce qui: prosegue con più di 150 scosse di assestamento di magnitudo 6.2. Il bilancio finale delle vittime è stimato per più di 10.000. 

La sequenza di immagini  è, quantomeno, scioccante.

Gone: The same scene just moments later shows how the entire residential area of dozens of homes is completely obliterated by the unforgiving waters which swept away anything in their path

La natura ostenta tutta la sua immensa potenza. La sua indomabile forza. E la scaglia contro l’uomo, le sue opere, il suo desiderio di vivere, di essere felice.

Caved in: In the aftermath of the biggest earthquake in Japan's history, workers survey the huge hole in the middle of a road in Satte

Tsunami swirls near a port in Oarai, Ibaraki Prefecture

A rendere ancora peggiore lo scenario è il pericolo, il terrore che alla micidiale potenza naturale si assommi una catastrofe nucleare. Una minaccia che alcuni stimano ancora peggiore dell’ombra di morte esalata da Chernobil.

Aftermath: Clouds of grey smoke billow out of an oil refinery, and an inferno burns at its centre, in Chiba following the earthquake

Ma c’è anche un’altra realtà, una realtà umana. Un prodigioso insegnamento di Wellthiness che i giapponesi stanno mettendo davanti agli occhi del mondo.

Cold: Elderly women who are likely to have expereinced a numbe rof earthquakes in their lifetime sit on the street as they take the most recent disaster which is one of the worst in recent history

Molti di noi sono cresciuti guardando cartoon giapponesi, altri leggendo manga, altri praticando arti marziali o fantasticando, affascinati dal mondo dei samurai o delle geishe, altri guidando auto, ascoltano “sony” (che da marca è diventato un nome di prodotto) o usano sofisticate tecnologie  del Sol Levante, altri ancora sono sedotti dalle filosofie zen, adorano il sushi o guardano film nipponici…

Eppure davanti all’immane tragedia ed ai comportamenti del popolo orientale con la cultura più occidentale, saggiamente miscelata con l’antico spirito dei grandi eroi del passato, non possiamo che rimanere attoniti, allibiti, ammirati, stupefatti… ricevendo un insegnamento esemplare.  

Per spiegare Continua a leggere

Annunci

Terremoto in Giappone: prevenzione, zen, dignità ed umiltà. La grande lezione di un popolo

Posted in TVS glob with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on 13 marzo 2011 by Ada Cattaneo

Un antico detto zen, recita:

QUANDO UN UOMO COMUNE, ATTINGE ALLA CONOSCENZA, È UN SAGGIO; QUANDO UN SAGGIO ATTINGE ALLA COMPRENSIONE, È UN UOMO COMUNE

 

Negli ultimi giorni, i giapponesi ci stanno dimostrando di essere un popolo di saggi uomini comuni.

Davanti alla morte, alla catastrofe, riescono, nell’immenso dolore, a trasmetterci una sensazione di misteriosa seraficità, di Wellthiness che, per noi occidentali, e soprattutto, per noi italiani hanno dell’incredibile.

Per i 128 milioni di abitanti del Giappone confrontarsi con il costante pericolo e la minaccia delle sciagure e dei disastri naturali è, semplicemente, una delle tante sfaccettature della loro vita.

Dignità, riservatezza, ponderazione… è la cultura dell’autocontrollo che, da sempre, ha guadagnato ai giapponesi l’incondizionata ammirazione in ogni parte del globo.

Il ricordo delle calamità che li hanno colpiti nel passato, ha reso il popolo giapponese e le sue autorità governative meglio preparati ai disastri di molti altri paesi.

Ciononostante, c’è un limite umano anche alla capacità di intuire, prevedere e capire come comportarsi davanti ad un disastro tanto immane quanto il terremoto e lo tsunami che hanno colpito, venerdì, la terra del Sol Levante.

Gli zelanti preparativi di sicurezza, le esercitazioni regolari e, soprattutto, la ricchezza del Paese, che consente di costruire costosissimi edifici ed infrastrutture anti-sismici, hanno proprio salvato migliaia di vite, negli ultimi decenni.

“Se c’è luogo sulla Terra che è pronto per un disastro di queste dimensioni e di questa portata storica, è, indubbiamente, il Giappone”, ha detto Stacey White, consulente senior di ricerca al Centro di studi strategici e internazionali.

La catastrofe dei giorni scorsi ha chiaramente dimostrato come una Continua a leggere